Audi S6, S6 Avant e S7 Sportback: disponibili con motore 3.0 TDI V6

349 CV e 700 Nm di coppia per le nuove S6 e S7 Sportback

12 aprile 2019 - 13:00

Sulle nuove Audi S6 ed Audi S7 Sportback debuttano i nuovi motori V6 TDI a doppia sovralimentazione dalla coppia particolarmente elevata. La Casa dei quattro anelli abbina il possente 6 cilindri di tre litri a un compressore elettrico, a un turbocompressore e a una rete di bordo principale a 48 Volt. L’assetto sportivo S con ammortizzatori regolabili, lo sterzo integrale dinamico e l’impianto frenante carboceramico garantiscono elevate prestazioni. L’esclusivo look S conferisce ai nuovi modelli Audi un fascino unico.

Con le nuove S6, S6 Avant ed S7 Sportback TDI, Audi sviluppa ulteriormente il concept tecnico di SQ7 TDI, abbinando un compressore elettrico a una rete di bordo principale a 48 Volt. Il nuovo motore V6 TDI da 3 litri eroga un potenza di 349 CV e 700 Nm di coppia. La trasmissione è affidata al cambio automatico tiptronic a otto rapporti e alla trazione integrale permanente quattro.

Il compressore ad azionamento elettrico (EAV, in tedesco Elektrisch Angetriebener Verdichter) garantisce elevate performance tanto in accelerazione quanto in ripresa, riducendo il turbo lag ai minimi termini e garantendo una risposta istantanea del V6 TDI. Il tempo di reazione dell’EAV è inferiore a 250 millesimi di secondo, la girante lavora a un massimo di 70.000 giri al minuto e il compressore è attivo sino a un regime motore di 1.650 giri/min. L’EAV supporta il turbocompressore del motore TDI quando i gas di scarico non garantiscono la spinta sufficiente per un’erogazione immediata della coppia, ad esempio in partenza e in ripresa a basso regime.

Simile esteriormente a un turbocompressore a gas di scarico, l’EAV è integrato nel sistema di aspirazione, a valle dell’intercooler e vicino al motore. Nella maggior parte delle situazioni viene escluso mediante un by-pass. Quando, tuttavia, la richiesta di carico che giunge dal pedale dell’acceleratore è elevata e, allo stesso tempo, la spinta lato turbina è insufficiente, il diaframma del by-pass si chiude così da convogliare l’aria aspirata all’EAV. Aria che, una volta compressa, giunge direttamente alle camere di combustione.

Ne conseguono una risposta immediata alle pressioni dell’acceleratore, scatti brucianti e riprese fulminee. Nell’utilizzo quotidiano, la doppia sovralimentazione Audi riduce i passaggi di rapporto mantenendo basso il regime motore e “colmando” il vuoto d’erogazione solitamente imputabile al turbo lag del turbocompressore a gas di scarico. Grazie al nuovo V6 TDI con EAV, S6 accelera da 0 a 100 km/h in 5 secondi, mentre S6 Avant ed S7 Sportback scattano da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi. La velocità massima di tutti i nuovi modelli S è limitata elettronicamente a 250 km/h.

Tutti i modelli TDI S sono omologati ai sensi della normativa Euro 6d-Temp. I consumi nel ciclo combinato si attestano per Audi S6 a 6,3-6,2 litri ogni 100 chilometri a fronte di emissioni di CO2 di 165-164 grammi/km, mentre S6 Avant fa registrare 6,5 litri e 171 grammi/km di CO2 ed S7 Sportback 6,5 litri e 170 grammi/km di CO2.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Opel Corsa GSi, 150 cv di puro divertimento

Audi R8, al via gli ordini in Italia

Noleggio auto: consigli per non farsi fregare