Le 5 auto sportive più brutte di sempre

11 ottobre 2021 - 19:00

Panoz Abruzzi Spirit

Questa supercar parte da un presupposto encomiabile: è realizzata con sistema a matrice di assorbimento di energia riciclabile. I materiali sono quindi completamente riciclabili, molto resistenti, e addirittura più leggeri della fibra di carbonio. Ma nemmeno lei vuole abbandonare il trend tipico di quasi tutti gli oggetti riciclati: sono brutti.

La forma, appuntita, ricorda un po’ una Bat-mobile, ma riuscita un po’ male. Il frontale è troppo movimentato, e fa venire il mal di mare. Gli specchietti posti così in alto non sono certo abbiano molta utilità, e in più fanno sembrare che l’auto abbia due antenne, mentre il posteriore non ha bisogno di commenti: è brutto e basta. L’altro lato positivo della vettura, comunque, è il motore V8 da 640 CV. Brutta, ma almeno potente.

Commenta per primo