La figlia di Jeremy Clarkson sponsorizza le auto elettriche su Instagram

Robin Grant
20/12/2021

La figlia di Jeremy Clarkson sponsorizza le auto elettriche su Instagram

Emily Clarkson, la figlia del celebre Jeremy Clarkson, conduttore di The Grand Tour e Clarkson’s Farm, di recente ha iniziato a pubblicizzare la Ford Mustang Mach-E, in contrasto con il padre che ha da sempre manifestato un certo disprezzo per queste vetture.

La 27enne si è mostrata vicino alla Mustang bianca con dei leggings attillati, un top corto e un cavo di ricarica (sbagliato) in mano. Come didascalia ha scelto “L’unico modo è salire!”, e probabilmente intende l’unico modo per capire se sono valide o meno. Comunque, nonostante non si sia mai interessata di auto, ha accettato la collaborazione con l’azienda americana, come dimostra l’hashtag “#ad” usato nel post.

Quel “Clarkson” che simpatizza per le vetture a batteria

La didascalia recita: “Ok, ecco alcune cose sorprendenti che ho imparato sulle auto elettriche. Avviso spoiler, prima di iniziare a lavorare con @forduk non sapevo niente di loro, quindi l’unico modo è salire eh!“. Il fatto che tenga in mano un cavo di tipo CHAdeMO, standard per la ricarica rapida ormai vetusto e di certo non supportato dalla Mustang Mach-E, è però indice che abbia ancora molto da imparare.

[embedcontent src=”instagram” url=”https://www.instagram.com/p/CXa_1C9qlLn/”]

Ad ogni modo, Ford con Emily potrebbe aver trovato un ambassador valido, ma sa bene, come tutti noi, che Jeremy Clarkson la pensa in modo molto diverso, visto che ha dichiarato di non avere intenzione di possedere un’auto elettrica. In diverse interviste, tra cui anche una sul suo canale DriveTribe condiviso con i colleghi Richard Hammond e James May, ha infatti detto: “Semplicemente non comprerei un’auto elettrica. Chiamami dinosauro, ma preferisco i Pink Floyd a Stormzy, e preferisco una Ford Mustang a una Tesla“. Ironico, quindi, che la figlia pubblicizzi proprio una Mustang a batterie.

Nonostante questo, Ford ha scelto ugualmente di collaborare con sua figlia. Emily si è detta entusiasta:È molto più economico caricare la vettura di quanto pensassi. Pensavo che sarebbe stato uguale alla benzina, ma non lo è assolutamente e raramente costa più di 20 sterline! Hai più spazio perché non c’è il motore… non sto scherzando, mi ci sono voluti secoli per capire che avevamo un altro bagagliaio nel cofano perché non c’era un motore li sotto“. Si riferisce ovviamente al Frunk della Mustang, un pozzetto molto profondo all’anteriore, che è possibile in quanto i motori elettrici sono posti in basso, sugli assali.

Ford Mustang Mach-E GT

La “baby” Clarkson ha poi elogiato la mancanza di suono.È silenziosa… non capivo quanto potesse essere silenziosa finché non l’ho sentita… o non l’ho sentita. Era un po’ strano all’inizio, ma ora lo adoro“. Inoltre, mentre Jeremy Clarkson è andato su tutte le furie per il tempo necessario alla ricarica, Emily ha assunto un atteggiamento diverso, affermando che i punti di ricarica sono ovunque.Immagino che non sapessi cosa cercare prima, ma ora mi sento in imbarazzo per non averli mai notato. Ne abbiamo due proprio sulla nostra strada, ma sono ovunque: stazioni di servizio, supermercati, parcheggi, distributori di benzina, strade residenziali“.

Infine, Emily ha descritto le diverse modalità di ricarica (dalla Quick alla Fast) e l’app di Ford che si collega alla vettura mostrando dove si trovano le colonnine compatibili. Sicuramente, questa notizia non cambierà l’opinione di Jeremy, ma certo attirerà l’attenzione dei 228.000 follower della figlia.

Stiamo ancora adorando la Ford Mustang Mach-E, in particolare a Londra. È così scattante ed economica che mi mancherà molto quando partirà. L’elettrico è così emozionante!!” ha concluso Emily, usando anche l’hashtag #rechargeyoursoul.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news