Rendering Bollinger

I Rendering Bollinger con SUV e Pick-Up elettrici con aspetto vintage

Da pochi giorni circolano i Rendering Bollinger, ovvero le immagini di come saranno il SUV Bollinger B1 e il pickup Bollinger B2, completamente elettrici e ispirati a Jeep e Range Rover del passato. Prezzi a partire da 125.000 dollari.

16 dicembre 2020 - 10:00

Recentemente stanno facendo discutere i Rendering Bollinger riguardanti due veicoli elettrici, un SUV e un Pick-Up, dall’aspetto molto interessante: completamente squadrati, accennano alle Range Rover del passato e quindi strizzano l’occhio agli amanti del vintage. Sebbene per ora solo rendering, l’azienda ha dichiarato che sono pronti alla produzione, visto che è da un po’ che Bollinger lavora alla sua semplice piattaforma per veicoli pesanti elettrici.

Rendering Bollinger: design concreto e spartano

Il design dei Rendering Bollinger, come si può notare, è molto semplice. Tutti è votato non tanto al minimalismo, quanto a un certo modo spartano, che sottolinea la loro vocazione off-road. Tutte le forme sono squisitamente squadrate, e in un settore sempre più dominato da fronzoli e “chiccherie” ogni tanto si apprezzano viti, fori e altri elementi a vista, come per esempio i perni delle portiere, o in generale l’andamento “traforato”della carrozzeria, creano non solo dinamismo, ma anche tanta personalità.

Il frontale, quindi, vede un cofano stretto, fari tondi a sviluppo verticale incastonati in due rettangoli neri, mentre al centro si trova, sempre nero, il logo dell’azienda. Non ci sono griglie, data la propulsione elettrica, ma tutto è votato al contrasto tra il bianco della carrozzeria, e il nero delle plastiche del paraurti, dei parafanghi e dei minigonne. Anche la parte alta dell’abitacolo è nera, così come le maniglie.

Bianchi sono anche i cerchi, altrettanto semplici, che si notano bene nel profilo rialzato e naturalmente squadrato. In tutta la vettura non c’è una linea morbida, ma tutto è netto, rigido, perfettamente in linea con i tempi.

Poco si sa sugli interni, in quanto i rendering si focalizzano esclusivamente sugli esterni. Sicuramente riprendono la filosofia minimal e concreta dell’esterno, con tinte tutte scure. Non mancherà, però, la tecnologia, che servirà anche a monitorare i consumi e l’andamento della propulsione elettrica.

Rendering Bollinger: non così semplici come sembrano

Il design, come abbiamo visto, è davvero votato alla semplicità. Ma questo non fa delle vetture rappresentate nei Rendering Bolliger delle auto economiche. Al contrario, saranno particolarmente costosi, visto il prezzo di partenza annunciato di 125.000 dollari. Sicuramente, il motivo del prezzo così elevato si deve alla tipologia di propulsione elettrica.

Il SUV, che si chiamerà Bollinger B1, avrò doppi motori elettrici da 614 CV, e un’accelerazione tale da raggiungere i 100 km/h in 4 secondi e mezzo. Il B2, ovvero il pick-up, avrà le stesse caratteristiche. Enormi sono, poi, i pacchi batterie, dal momento che hanno una capacità di 142 kWh (una caratteristica che, sicuramente, aumenta sia il peso che il prezzo). Non sappiamo, però, l’autonomia dei veicoli.

Una tecnologia molto potente, paragonabile a quella di Tesla e di altre elettriche ad alte prestazioni che, quindi, richiede un prezzo di vendita elevato per rientrare nei costi. Sicuramente, i Rendering Bollinger mostrano due veicoli molto interessanti a livello estetico, che piaceranno a una nicchia di persone in cerca di qualcosa di esclusivo e particolare. Vedremo come l’azienda evolverà la produzione dei suoi veicoli.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’inaffidabile Ford GT di Jeremy Clarkson è in vendita

portapacchi per auto gonfiabile

Portapacchi da auto gonfiabili e morbidi che occupano poco spazio

Mini Rockingam GT Edition

Mini Rockingam GT Edition: la limited edition che celebra il Motorsport