BMW M2 CS

BMW M2 CS: prezzo dell’edizione speciale a tiratura limitata da 450 CV

Per la prima volta nel segmento delle compatte premium, un modello in edizione speciale a tiratura limitata!

7 novembre 2019 - 13:00

La nuova BMW M2 CS si colloca al di sopra della BMW M2 Competition nella gamma e si aggiunge alle M3 CS e M4 CS. La M2 CS è inoltre la base per il modello BMW M2 CS Racing, il nuovo punto di accesso alle corse amatoriali BMW M Motorsport e per il nuovo segmento Clubsport (disponibile dal 2020).

Colore e Prezzo

 
Una serie di elementi realizzati in resina rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) assicurano un design ancora più sportivo: cofano di nuova concezione, tetto in fibra di carbonio, nuovo splitter anteriore e diffusore posteriore in fibra di carbonio a vista.

La nuova M2 CS stabilisce nuovi standard nel suo segmento per accelerazione, dinamica di guida, precisione e agilità. BMW M2 CS è disponibile nella vernice metallizzata Misano Blue riservata esclusivamente a questa versione. I prezzi in Italia per la BMW M2 CS partono da 100.900 euro.

Motore

 
Il motore M TwinPower Turbo a sei cilindri in linea sviluppa la potenza di 450 CV (331 kW) ovvero 40 CV in più rispetto a quello della BMW M2 Competition. La potenza del motore viene trasferita su asfalto dalle sospensioni adattive M, fino ad ora appannaggio dei modelli M4. Le sospensioni adattive M consentono al guidatore di modificare le impostazioni dell’ammortizzatore attraverso le modalità Comfort, Sport e Sport +.

Mentre la modalità Comfort ottimizza il comfort di marcia nell’uso quotidiano in città, la modalità Sport assicura doti dinamiche superiori in strade aperte. Sport +, la modalità più estrema, minimizza i movimenti del corpo vettura e massimizza il comportamento dinamico per le massime prestazioni in pista.

Prestazioni al TOP

Se equipaggiata con il cambio a doppia frizione M a sette rapporti (opzionale) la nuova M2 CS accelera da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi. Con il cambio manuale a sei rapporti, per la prima volta in una BMW CS, l’accelerazione è di 4,2 secondi. La velocità massima con il pacchetto M Driver è limitata elettronicamente a 280 km.

Dotazione Racing

L’impianto frenante prevede Freni M Sport di derivazione racing. I dischi freno sono più grandi rispetto a quelli della BMW M2 Competition: anteriori da 400 mm e posteriori da 380 mm. Le pinze sono a a sei pistoncini davanti e a quattro pistoncini dietro. Optional i freni carboceramici, BMW M Carbon.

La notevole maneggevolezza della vettura è dovuta anche ad elementi come la barra duomi in fibra di carbonio, che aumenta la rigidità della struttura frontale e il sistema DSC (Dynamic Stability Control) estremamente preciso. Il controllo di stabilità ottimizza la trazione in condizioni di bagnato.

Inoltre, è presente il differenziale attivo M, sistema di bloccaggio controllato elettronicamente che risponde con precisione e velocità per ottimizzare la trazione e la stabilità direzionale.
Cerchi da 19 pollici e pneumatici Cup.

La BMW M2 CS è dotata di cerchi forgiati da 19 pollici in nero lucido o, in opzione, con finitura oro opaco.

Interni specifici e sofisticati

L’interno della BMW M2 CS combina un aspetto esclusivo con la sensazione sportività dell’Alcantara. La console centrale è interamente realizzata in leggera fibra di carbonio così come le maniglie e le finiture delle porte. I sedili ultraleggeri M Sport sono quelli della M4 CS, realizzati con una struttura a guscio, rivestiti in pelle Merino e Alcantara con cuciture a contrasto rosse.

Il volante M Sport (opzionale) con rivestimento esclusivo in Alcantara e il marcatore centrale rosso rappresentano un ulteriore richiamo al motor sport. L’Alcantara viene anche utilizzata per il bracciolo nella consolle centrale e per la modanatura sul cruscotto con il logo CS rosso.

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram /// Flipboard

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Land Rover Discovery Sport

Land Rover Discovery Sport: efficiente e tecnologica

Ecobonus auto 2019

Ecobonus auto 2019: come funziona l’ecoincentivo

Hyundai Palisade

Hyundai Palisade, il mega SUV che non vedremo in Europa