Cosa vuol dire Franco Concessionario e tutte le altre sigle?

15 maggio 2020 - 19:00

Formule commerciali veicoli: la grande famiglia del Prezzo Franco Concessionario e Franco Fabbrica

La voce Prezzo Franco di per sé non indica nulla, se non un insieme che include varie tipologie di formule commerciali veicoli. Vediamoli:

  • Il Prezzo Franco Concessionario o Filiale (sigla f.c.) è una formula nel cui caso il veicolo è fornito o alla sede del concessionario o a una filiale dislocata, ed è comprensivo delle sole spese per il trasporto. Significa che è una formula che esclude tutte le spese per la messa in strada del veicolo.
  • Il Prezzo Franco Fabbrica (sigla f.f.) indica invece il costo del veicolo posto in magazzino dalla casa costruttrice, e si riferisce – se l’azienda è estera – alle regole siglate dall’Incoterms e comprende la percentuale che sarà destinata al rivenditore. Non comprende invece le spese di trasporto e messa in strada, ma è una formula che viene usata per le vendite sul mercato nazionale.
  • Il Prezzo Franco Importatore (sigla f.i.) si applica in caso di veicoli provenienti dall’estero: in questo caso l’azienda proprietaria avverte che nel prezzo oltre alla fornitura del veicolo è incluso anche lo sdoganamento e il trasporto fino alla sede dell’importatore. A carico dell’acquirente sono invece le spese per il trasporto alla concessionaria prescelta e la messa in strada.
  • Il Prezzo Franco Dogana (sigla f.d.) si applica sempre per un veicolo straniero, ma in questo caso l’azienda produttrice indica che nel prezzo, oltre alla fornitura. È compreso solamente il trasporto fino alla dogana di frontiera. L’acquirente si farà quindi carico delle spese per il trasporto finale, della messa in strada e delle tasse doganali. È bene specificare che tuttavia si tratta ormai di una formula in disuso-

Commenta per primo