La Mini classica diventa elettrica per mano di Swind

Anticipando l'uscita della nuova Mini in versione elettrica, nell'anno dei 60 anni dell'azienda inglese, ecco un'edizione limitata della Mini classica ad emissioni zero

18 febbraio 2019 - 9:00

Nell’anno in cui l’iconica Mini, nata dalla mano geniale del designer Alec Issigonis nel 1959, compie 60 anni, l’azienda inglese Swind ripropone la Mini classica in una versione elettrica. Con la nuova Mini by BMW, che arriverà in versione a emissioni zero solo a fine anno,  a battere tutti sul tempo ci hanno pensato quindi in Inghilterra dove verrà venduta una piccola serie denominata E Classic Mini. Una buona notizia per tutti gli appassionati di automobili elettriche.

Ci saranno solo 100 esemplari della storica Mini elettrificata e grazie alla rimozione del motore termico e del serbatoio, questa versione a zero emissioni della Mini classica potrà regalare 200 litri di spazio in più. Oltre a ricarica USB, sedili riscaldati, infotainment, servosterzo e aria condizionata. Comfort moderni che sulla vecchia Mini non potevano certo essere stati concepiti e mai realizzati.

Il motore di Mini classica elettrica

La Swind, specializzata in veicoli a zero emissioni, produrrà E Classic Mini basandosi esclusivamente su esemplari d’epoca totalmente restaurati. Questa originale Mini classica elettrica disporrà di un sistema propulsivo progettato dalla Swindon Powertra. Composto da un motore da 108 CV che sviluppa 80 Kw, sarà alimentato da una batteria da 24 kWh.  

La ricarica richiede 4 ore con un connettore di Tipo 2 ma sarà disponibile anche un cavo per la ricarica rapida. Le prestazioni sono garantite. Con un peso di 720 kg, solo 80 in più rispetto al modello originale, la Mini classica elettrica sarà in grado di scattare da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) in 9,2 secondi raggiungendo un velocità massima di 130 Km/h e garantendo un’autonomia fino a 200 Km.

La Swind, oltre a garantire la guida a sinistra o a destra, ha previsto sei differenti tinte per la carrozzeria con tetto a contrasto. A richiesta si potrà personalizzare la livrea della vettura con colorazioni esclusive. Raphaille Caillé, numero uno di Swindon, è convinto che sarà un successo: “Il mondo va verso l’elettrico, c’è già stato chi ha trasformato in elettrico la vecchia Mini, ma erano modelli unici, one-off. Noi abbiamo creato una piccola serie di un’auto mitica, ideale per la città e da guidare con il sorriso”.

Mini classica elettrica è rimasta in mostra alla fiera dell’Auto d’Epoca 2019 di Londra dal 14 al 17 febbraio e sarà disponibile ad un prezzo di 79 mila sterline o 90 mila euro. Un prezzo poco accessibile ma evidente il valore da edizione limitata.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Ample: ricarica robotica autonoma per auto elettriche

Peugeot: bici da trekking e da strada a pedalata assistita

Car Sharing Bologna Corrente Renault Zoe: quanto costa e come funziona