Quando in Italia si facevano i Computer: dall’Olivetti alla Fiat [Libro]

Gianluca Pezzi
29/01/2022

Quando in Italia si facevano i Computer: dall’Olivetti alla Fiat [Libro]

Quando in Italia si facevano i Computer di Giorgio Garuzzo è un libro che parla di una importante storia italiana che parte da Olivetti per arrivare al mondo Fiat. Un racconto vissuto in prima persona, che ci porta dagli albori dell’informatica fino ad arrivare alla grande industria.

L’Autore di questa autobiografia, Giorgio Garuzzo, era un giovane progettista quando entrò ne grandi centri di ricerca dell’Olivetti, descrive azienda, macchine e protagonisti di quel periodo d’oro dell’elettronica informatica italiana. Nel 1973 Garuzzo passò alla Gilardini, holding di Carlo De Benedetti, che diventò nel 1976 amministratore delegato di Fiat. De Benedetti rimase in Fiat solamente 100 giorni mentre Garuzzo, che lo aveva seguito come suo consigliere personale, vi lavorò per 20 anni.

Ecco allora una storia che inizia grazie ad Adriano Olivetti negli anni 1950 e 1960, quando l’Italia sviluppò un’industria dei grandi computer elettronici. L’Elea era una macchina troppo competitiva per i concorrenti americani. L’improvvisa morte dell’ingegner Mario Tchou, mente propulsiva dei progetti informatici, successiva di un anno a quella di Adriano Olivetti, decretò la fine del progetto Elea l’insipienza della classe dirigente italiana pose fine a quella intrapresa. General Electric, erede del sogno Olivetti, realizzò in Italia gli elaboratori GE 115 e GE 130, distribuiti in tutto il mondo.

quando in italia si facevano i computer

Garuzzo si spinge fino a valutare quanti guai avrebbero potuto essere risparmiati all’Italia se avesse prevalso l’illuminata visione di Adriano Olivetti. La fine, quindi, con la cessione della telefonia Olivetti, che l’autore visse nel 1996 da vice-presidente dell’azienda d’Ivrea, ormai prossima alla fine.

Il testo, che prosegue con un pezzo di storia recente su come andarono le cose in Fiat, non si esime dal toccare temi scottanti, denunciando le debolezze dell’oligarchia finanziaria del Paese che condusse all’abbandono del settore, e delinea i grandi temi socio-economici del tempo, dal “miracolo economico” fino all’ “autunno caldo” del 1969.

Quando in Italia si facevano i Computer – Giorgio Garuzzo

Copertina flessibile: 208 pagine
Editore: Youcanprint SelfPublishing (31 agosto 2018)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8892672029
ISBN-13: 978-8892672024

Disponibile su Amazon con Spedizione Prime

I nostri consigli in libreria:

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram