Pambuffetti PJ-01

Pambuffetti PJ-01 debutta al Milano Monza Motor Show 2021

Al MIMO debutta la Pambuffetti PJ-01, la supercar artigianale italiana ispirata ai prototipi F1

11 giugno 2021 - 10:00

Non me ne voglia nessuno, ma con un nome così è chiaro che entri subito nella lista dei miei preferiti! Scherzi a parte, al Milano Monza Motor Show 2021, iniziato il 10 Giugno 2021, ha debuttato anche la supercar italianissima e artigianale Pambuffetti PJ-01, di cui noi avevamo parlato in un articolo dedicato e approfondito.

Al MIMO, quindi, la nuova azienda emergente per quanto riguarda le supercar italiane fa conoscere al grande pubblico il suo prodotto, possiamo dire anche con un certo successo: l’auto, esposta nella parte posteriore del Duomo di Milano, ha attirato tante persone, sia giornalisti, sia appassionati, sia passanti, che hanno mostrato il loro apprezzamento condividendo foto della Pambuffetti PJ-01 su tutti i social.

Pambuffetti PJ-01: dal mondo F1

Pambuffetti Automobili, fondata da Juri Pambuffetti e dalla sua famiglia, porta nel suo veicolo artigianale tutto l’amore del suo fondatore verso ciò che meccanicamente corre, vola o cammina. Nasce così la prima hypercar italiana ispirata, nell’assetto, agli attuali prototipi di Formula 1.

Tutto è aerodinamico, e ogni aspetto dell’auto fa intuire che è l’estetica ad essersi piegata alle prestazioni, e non il contrario. L’anteriore appare quindi molto imbronciato, con i fari tondi incastonati in placche nere, le piccole prese d’aria “intagliate nel cofano”, e l’enorme griglia inferiore, “sporcata” da appena 4 pezzi di carrozzeria, due dei quali appoggiati al movimentato spoiler anteriore, nero e rosso come i cerchi.

Le prese d’aria si ritrovano anche sul profilo muscoloso, una dietro il parafango anteriore, e una davanti a quello posteriore. Il retro dell’auto invece, come l’anteriore, vede un’unica griglia-presa d’aria nella zona bassa del paraurti, mentre quella alta mantiene la semplicità dei fari, anch’essi tondi e che arrivano al centro con fascia nera, dove spicca il tubo di scarico.

Il telaio è ibrido in acciaio strutturale e carbonio, la carrozzeria è in fibra di carbonio. Pambuffetti PJ-01 monta un motore V10 da 820 CV e cambio leggerissimo ad innesti frontali racing. Il rapporto peso-potenza è vicino a 1,3 kg, mentre l’accelerazione 0-100 impiega meno di 3 secondi, per una velocità massima di 320 km/h. 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

richard hammond

Richard Hammond è nell’occhio del ciclone per le modifiche fatte al suo castello

concessionario auto

Vendevano auto ma non le consegnavano: due arresti

Hopium Machina

Arriva Hopium Machina, la berlina francese alimentata a idrogeno in 1000 esemplari