Corum Golden Bridge Automatic: le nuove versioni in edizione limitata per il 10 anniversario

Caterina Di Iorgi
02/06/2021

Corum Golden Bridge Automatic: le nuove versioni in edizione limitata per il 10 anniversario

In occasione del decimo anniversario del Corum Golden Bridge Automatic, la Manifattura rende omaggio alla collezione, realizzando una serie di modelli con una cassa all’avanguardia che rivela il movimento meticolosamente rifinito. Il movimento in linea originale, considerato all’avanguardia per l’epoca, è stato creato per la prima volta nel 1970 da Vincent Calabrese.

Corum Golden Bridge Automatic

 

Corum Golden Bridge Automatic: la storia

Un orologiaio italiano autodidatta, con la passione di fare le cose in modo differente, ha iniziato a lavorare con l’idea di mostrare un
incredibile movimento di design come parte integrale dell’intero dell’orologio. Calabrese ha presentato il suo concept brevettato, un
movimento in linea totalmente scheletrato formato da 45 pezzi, nel 1977 al Salone Internazionale degli Inventori di Ginevra, catturando
l’attenzione del management di Corum che, con una certa lungimiranza, ha immediatamente acquisito il brevetto, dando vita ad una collaborazione volta a sviluppare questo movimento rivoluzionario.

Il primo orologio Golden Bridge di Corum, con parti del movimento in oro, ha fatto il suo debutto alla Fiera di Basilea del 1980. Il calibro
seducente, rivelato in tutto il suo splendore, è stato un successo immediato e ha conquistato i cuori di tutto il mondo. Da allora, tutte le
iterazioni e le evoluzioni – sempre caratterizzate dal design minimalista e dallo splendido movimento a baguette – hanno lasciato un’impressione indelebile nel mondo del collezionismo di orologi.

Naturalmente, quando Corum ha deciso di creare una versione automatica del Golden Bridge, si è rivolto al suo team specializzato di ricerca e progettazione per sviluppare il complesso calibro. La creazione è durata più di quattro anni, poiché il marchio ha perseguito instancabilmente un modo per mostrare un movimento lineare fluttuante con una massa oscillante su binari. Il Golden Bridge Automatic
di Corum, presentato nel 2011, ha inaugurato una nuova era per questa icona contemporanea.

Corum Golden Bridge Automatic

Corum Golden Bridge Automatic: 10 anniversario

In occasione del decimo anniversario del movimento automatico in linea, Corum ha realizzato una serie di nuovi esemplari Golden Bridge Automatic. La cassa a forma tonneau, realizzata in quattro versioni, offre una visione spettacolare del movimento grazie al vetro zaffiro panoramico e al fondello di dimensioni maggiori rispetto ai precedenti.

Inoltre, per la prima volta, Corum crea il vetro come un unico pezzo di zaffiro che si estende dalla parte superiore del cristallo ai lati
dell’orologio, consentendo una vista a 360 gradi dell’interno. Lo zaffiro è uno dei materiali più difficili da trattare poiché è fragile e può rompersi durante il processo di produzione. Richiede inoltre un’attenzione particolare agli angoli e ai collegamenti della cassa in metallo per
rendere l’orologio impermeabile. Tuttavia, gli ingegneri e gli orologiai di Corum hanno padroneggiato il processo con questo pezzo unico che copre la parte superiore e i lati.

Corum Golden Bridge Automatic

Corum Golden Bridge Automatic: caratteristiche

Le nuove versioni presentano una cassa realizzata in titanio grado 5 lucido, con la corona a ore 6, per offrire un comfort ergonomico nonché un occhio di riguardo all’aspetto estetico. La collezione include un modello in titanio e oro 18 carati, realizzato in edizione limitata a 150 esemplari e una versione completamente in titanio in edizione limitata a 50 esemplari. Entrambi i materiali vengono anche impreziositi con diamanti incastonati sulla cassa. Verranno prodotti solo 100 esemplari della versione in titanio e oro con incastonatura di diamanti e solo 25 dell’orologio in titanio con incastonatura di diamanti.

Inoltre, Corum ha inventato un sistema di ancoraggio flottante per i suoi indici applicati a mano, posizionato in modo discreto, al fine di offrire un tocco altamente moderno e sofisticato. Il design nasce in realtà dalla necessità di funzionalità. Poiché non esiste un quadrante su cui fissare gli indici, il sistema di ancoraggio si collega alla base del movimento in modo che gli indici stessi sembrino fluttuare nello spazio. Come indicato nel nome della collezione – Golden Bridge – le platine e i ponti principali del movimento sono in oro 18 carati in tutte le versioni.

Corum Golden Bridge Automatic

Per celebrare il decimo anniversario del Golden Bridge Automatic, tutti i nuovi modelli vantano un fondello in vetro zaffiro fumé che regala loro un aspetto quasi mistico. In aggiunta, sono tutti alimentati dal movimento automatico originale, ancora incredibilmente avanzato
anche per gli standard odierni. Con tutte le sue 194 parti in un’unica linea, l’esclusivo calibro Corum C0 313 vanta 40 ore di riserva di marcia, un bilanciere a inerzia variabile per una precisione a lungo termine, un bariletto miniaturizzato, una platina principale, ponti in oro 18 carati e una massa oscillante lineare in platino.

Con un’impermeabilità fino a 30 metri, gli orologi Golden Bridge Automatic per il decimo anniversario sono rifiniti con un cinturino in
alligatore morbido al tatto e una tripla chiusura pieghevole. Oltre alla nuova cassa e le viste laterali mozzafiato, la particolarità più eclatante di questa nuova collezione è l’incredibile nuovo prezzo entry-level.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.