Triumph Scrambler 1200 XC

Triumph Scrambler 1200 XC e XE

Triumph anticipa Eicma svelando le nuove Scrambler 1200 XC e Scrambler 1200 XE, due novità che rivoluzionano la categoria delle dual-purpose in chiave moderna

26 ottobre 2018 - 7:13

Dopo la Street Twin e la Street Scrambler 2019, presentate a Intermot, la casa inglese anticipa Eicma svelando le nuove Triumph Scrambler 1200 XC e Triumph Scrambler 1200 XE, due novità che rivoluzionano la categoria e rappresentano una prima assoluta tra le fila delle dual-purpose in chiave moderna presenti sul mercato. Costruite per regalare un’esperienza di guida fuori dall’ordinario su ogni tipo di terreno, Triumph Scrambler 1200 XC e Triumph Scrambler 1200 XE fissano un nuovo standard in termini di performance, accorgimenti tecnici e cura dei dettagli, mixati all’iconico DNA Scrambler di Triumph e alle potenzialità di una moto pronta per ogni tipo di avventura.

Triumph Scrambler 1200 XC e Triumph Scrambler 1200 XE si distinguono esteticamente ma anche per la dotazione: Triumph Scrambler 1200 XC è quella più stradale, progettata per divertirsi su asfalto e fuori, mentre la Triumph Scrambler 1200 XE è la top di gamma costruita per essere altrettanto efficace su strada ma con un attitudine più votata all’off-road. Condividono il bicilindrico parallelo High Power 1200 della Bonneville con manovellismo a 270°, affinato per l’uso Scrambler, con 90 CV di potenza a 7.400 giri (il 12,5% in più della Bonneville T120 e il 38% in più della Street Scrambler MY19) e 110 Nm di coppia a 3.950 giri (maggiore rispetto alla Street Scrambler MY19 del 37.5%), il cambio a 6 rapporti, il doppio scarico alto con silenziatori in alluminio spazzolato, che conferisce un sound cupo e profondo al bicilindrico inglese, e gran parte della ciclistica.

Come tutte le Bonneville di ultima generazione, anche il motore delle Triumph Scrambler 1200 usa il ride-by-wire e un sistema di raffreddamento a liquido. Entrambe le Scrambler 1200 sono caratterizzate da una nuova estensione degli intervalli di manutenzione, ora distanziati di ben 16.000 km.

Triumph Scrambler 1200: dotazioni di serie e opzionali

Tra le dotazioni in comune troviamo la strumentazione TFT di seconda generazione con due lay-out di informazioni e temi che possono essere personalizzati a seconda delle esigenze. Questo include una nuova possibilità di customizzazione dello schermo con il proprio nome che compare all’avvio della motocicletta. Le mappature a disposizione arrivano fino a 6 modalità di guida: Road, Rain, Off-Road, Sport e Rider che regolano la risposta dell’acceleratore, l’ABS e il traction control per rispondere a tutte le esigenze del pilota nelle diverse condizioni di guida.

Oltre a queste 5 modalità, la Scrambler 1200 XE fornisce anche quella “Off-Road Pro”: un set-up dedicato alla guida in off-road e a quei piloti che desiderano avventurarsi su terreni impervi. Questa mappatura disattiva completamente ABS e traction control e usa la risposta “Off-Road” per la gestione dell’acceleratore.

Sempre in esclusiva su Scrambler XE è disponibile di serie un’avanzata unità di misurazione Inerziale (IMU), sviluppata in partnership con Continental, che supporta le funzioni di Cornering ABS e Cornering Traction Control. Quest’unità misura costantemente rollio, beccheggio, imbardata, angolo di inclinazione e accelerazione, attivando così tutti i dispositivi di sicurezza attiva. Il Cornering ABS mantiene la miglior frenata possibile, in funzione dell’angolo di piega. La Scrambler 1200 XC si caratterizza invece per l’ABS disinseribile, con 3 modalità di intervento, selezionabili manualmente attraverso la mappa Rider-personalizzabile.

il Cornering Traction Control adatta automaticamente le impostazioni del traction control a seconda delle condizioni di guida. Inoltre mantiene la miglior trazione possibile in base all’angolo di piega. La Scrambler 1200 XC, invece, si caratterizza per il TC disinseribile con 5 modalità di intervento, anch’essi selezionabili manualmente attraverso la mappa Rider-personalizzabile.
Altre dotazioni sono l’illuminazione a LED con faro anteriore DRL (Daytime Running Lights), i pulsanti dei blocchetti retroilluminati a LED, la frizione assistita, l’avviamento Keyless, il cruise control, la porta di ricarica USB sotto la sella e le manopole riscaldate, di serie sulla Scrambler 1200 XE e opzionali sulla Scrambler 1200 XC.

Infine una novità assoluta a livello mondiale: Triumph introduce il GoPro control system, un sistema di controllo integrato per action camera, semplificando accensione e spegnimento attraverso un modulo di connessione Bluetooth disponibile come accessorio. La connessione e il controllo di GoPro sono visibili a display sulla strumentazione TFT e permettono di registrare, in maniera molto intuitiva, sia video sia immagini.

Un’altra novità assoluta è l’introduzione di un sistema di navigazione Turn-by-turn completamente integrato e offerto da Google che fa così diventare Triumph il primo partner motociclistico della azienda di Palo Alto. Il sistema di navigazione è facilitato attraverso il montaggio di un’unità di connessione Bluetooth disponibile come accessorio e in abbinamento alla
Triumph App, disponibile per iOS e Android, che fornisce le funzioni di navigazione.

Le nuove Scrambler 1200 permettono sempre una completa integrazione tra smartphone e moto mediante Bluetooth, grazie alla strumentazione TFT a colori, da cui si possono gestire più operazioni legate al telefono attraverso un pratico tasto a manubrio, permettendo al pilota di selezionare la musica, controllare il volume e ricevere chiamate.

Triumph Scrambler 1200: ciclistica

Grazie alla stretta collaborazione con Öhlins, e al nuovo telaio Scrambler appositamente studiato per una migliore ergonomia del pilota in off-road, le nuove Scrambler 1200 sono state sviluppate per offrire una guida divertente in tutte le situazioni di guida. Al retrotreno c’è un doppio ammortizzatore con serbatoio separato completamente regolabile dalla lunga escursione che sulla XC è di 250 mm, mentre sulla XE raggiunge i 250 mm, come all’avantreno.

Le Scrambler sono equipaggiate da un nuovissimo forcellone a doppio braccio in alluminio, più lungo sulla versione XE, dove raggiunge i 579 mm. Tra gli altri componenti ciclistici la pinza radiale monoblocco Brembo M50, pedane pieghevoli (regolabili sulla versione XE), una ruota anteriore a raggi da 21 pollici e pneumatici Pirelli Scorpion Rally 90/90-21 davanti e 150/70 R17 dietro. A questo proposito forse un cerchio da 19” più stradale sulla XC avrebbe marcato ancora di più la differenza tra le due versioni.

Triumph Scrambler 1200: accessori e colorazioni

Le nuove Triumph Scrambler 1200 XC XC e XE sono state costruite per essere totalmente personalizzate, grazie a un catalogo che comprende più di 80 accessori, pensati per l’off-road o la guida di tutti i giorni. Sono disponibili anche due kit: Escape, in stile adventure touring, ed Extreme dedicato al fuoristrada.
Triumph Scrambler 1200 XC è disponibile nelle tinte bicolore Jet Black/Matt Black e Khaki Green/Brooklands Green. Scrambler 1200 XE, che si distingue anche per la forcella anodizzata oro, è invece offerto nelle colorazioni Fusion White/Brooklands Green e Cobalt Blue/Jet Black.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

VOLTA BCN City

Moto elettriche 2019: modelli, prezzi e autonomia

tutor attivi autostrada

Tutor in autostrada riattivati: la Cassazione dà ragione ad Autostrade

Mimoto scooter sharing: come funziona, quanto costa, gli sconti