Perchè l’imbarco dell’aereo è sul lato sinistro?

Perchè l'imbarco è sempre alla sinistra degli aeroplani

9 gennaio 2019 - 10:44

Avete mai fatto caso che salite in aereo dal lato sinistro? Pensate sia un caso? Non lo è affatto. Ci sono diversi motivi per cui questo lato del velivolo è diventato il lato preferito per l’imbarco dei passeggeri.

Commenta

per primo!

Il primo è di carattere storico: in passato infatti le piccole imbarcazioni che attraccavano nei porti, erano manovrate manualmente tramite un timone che era sul lato destro, a poppa della barca stessa. Per poter attraccare con semplicità e senza particolari manovre, consentendo la miglior visibilità al timoniere, si procedeva ad accostare dal lato sinistro, da cui poi sarebbero scesi o saliti gli eventuali occupanti, una volta ancorata la barca al molo. Questa sorta di usanza è passata al mondo aviatorio.

Non solo. Il comandante di un velivolo, per convenzione siede a sinistra, contrariamente a quanto accade sugli elicotteri, e da sinistra, sin dai primi voli passeggeri della storia, poteva seguire meglio le procedure di imbarco dei passeggeri e comprendere quanto avvicinarsi al terminal, o quando poteva con sicurezza cominciare le manovre per portarsi in pista e decollare. Con il passare degli anni anche i progettisti degli aeroporti hanno dovuto in qualche modo scegliere un lato per far giungere i “fingers”, e quindi i viaggiatori, fino agli aeroplani e, dato i motivi di cui sopra, hanno preferito mantenere la tradizione del lato sinistro. Questo ha permesso inoltre di utilizzare tutto il lato destro per i servizi, ad esempio il carico dei bagagli ed il rifornimento del carburante.

C’è da dire che alcune volte anche il lato destro è usato per l’imbarco. Accade per favorire l’accesso a passeggeri disabili o con particolari esigenze. In questo caso, mentre a sinistra il flusso dei passeggeri raggiunge regolarmente i propri posti a sedere, dal lato destro la necessità di caricare un disabile con la propria sedia a rotelle permette al personale di eseguire l’operazione con tutta la tranquillità e la sicurezza dovuta, magari anche tramite un montacarichi ad hoc.

Al prossimo volo che farete sono sicuro che ci penserete un attimo, e mentre voi salite a sinistra, sappiate che anche dall’altra parte potrebbero darsi da fare per preparare l’aereo al suo decollo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Bartolomeo Costantini: lo ricordiamo a San Valentino

Anche i droni avranno la targa

Air Race E: nelle corse aeree c’è Airbus