Dopo la Svizzera anche la Francia limita la ricarica delle elettriche

Robin Grant
22/09/2022

Dopo la Svizzera anche la Francia limita la ricarica delle elettriche

Sull’onda elvetica, la Francia potrebbe limitare la ricarica delle auto elettriche.

La possibile decisione arriverebbe ovviamente in vista delle criticità di forniture di energia elettrica, nonostante la Repubblica transalpina sia il Paese europeo più attivo per quanto riguarda il nucleare.

I pronostici non rosei della Francia

La proposta di limitare potenza e orario di ricarica per veicoli a batteria arriverebbe dalla RTE, Electricity Transport Network, ovvero la società che gestisce la rete elettrica francese. Questa, nel suo rapporto di previsioni sui consumi elettrici della Francia per il prossimo inverno, cita il rischio di interruzioni di corrente dovuti agli annunciati sovraconsumi, tra i quali rientrano anche le ricarice delle auto. Eventualità più concreta nel caso di un inverno molto freddo.

Auto elettriche da città

Nello specifico, il rapporto RTE raccomanda di ridurre i consumi nazionali dall’1 al 5% nella maggior parte dei casi, arrivando fino al 15% nelle situazioni climatiche più estreme. Da qui, la controllata EDF ha già consigliato gli orari migliori per ricaricare, escludendo di fatto le fasce orarie più tese individuate dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 20:00.

Tutto da confermare

Al momento, però, il governo di Macron ha precisato che non ci sarà alcuna misura restrittiva per l’uso delle colonnine in inverno. Agnès Pannier-Runacher, ministro per la Transizione energetica, ha rassicurato tutti affermando che in generale le ricariche sono effettuate già al di fuori dei picchi di tensione; e che inoltre le colonnine dispongono di accumulatori per non sovraccaricare la rete.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news