Gli interni del nuovo Geely Boyue L non sono affatto male: cambiamo idea sulle auto cinesi?

Mario Roth
23/08/2022

Gli interni del nuovo Geely Boyue L non sono affatto male: cambiamo idea sulle auto cinesi?

Geely Boyue L è il nuovo crossover cinese con il marchio del gigante automobilistico cinese, proprietario tra gli altri di Volvo e Link & Co. Se la nuova versione è stata presentata ad inizio Agosto, durante il debutto gli interni erano stati mostrati solo in un video. Oggi invece possiamo dare un occhio alle immagini definitive.

geely boyue 2022

Diciamo con il dire che l’aspetto esterno di Geely Boyue L è gradevole. Forse non è un design che fa girare la testa, ma in confronto alla versione precedente ci troviamo di fronte ad un design più maturo.

Ma andiamo a vedere gli interni, ispirati dal concept Geely Vision Starburst dello scorso anno. Sul fronte tecnologia troviamo un sistema infotainment verticale con un tablet da 13,2 pollici, che ha quasi sostituito la consueta console centrale.

Geely Boyue L 2022 interni

C’è anche un “cruscotto” virtuale da 10,25 pollici, un tunnel a due piani ed un cambio a joystick.

Geely Boyue L 2022 interni

Particolari i rivestimenti delle portiere, con l’uso di pelle ma anche di illuminazione a LED.

Geely Boyue L 2022 interni

Il sistema multimediale è dotato di microchip Qualcomm 8155 5G con possibilità di aggiornamento over-the-air.

Geely Boyue L 2022 interni

I sedili in pelle sono regolabili elettricamente con memoria, ventilati e riscaldati.

Geely Boyue L 2022 interni

Non manca il sistema audio Infinity integrato nei poggiatesta. Peccato solo per il logo CMA, che stona. Ma tant’è.

Geely Boyue L 2022 interni

La Geely Boyue L è dotata anche di un display per la proiezione della realtà aumentata, di un tetto apribile panoramico, di telecamere a 360°, di cruise control adattivo e di un sistema di mantenimento della corsia.

Geely Boyue L 2022 anteriore

In Cina Boyue L sarà equipaggiata con motori turbo benzina 1.5 da 181 CV e 2.0 da 218 CV), abbinati a un cambio robotizzato a sette rapporti con due frizioni. Più avanti arriveranno anche le versioni ibride ed ibride plug-in.

Geely Boyue L 2022

A questo punto c’è da aggiungere il nuovo crossover è basato sulla piattaforma CMA (Compact Modular Architecture), creata da Geely con Volvo. Questa architettura è anche la base della maggior parte dei modelli Lynk & Co e della Volvo XC40. Il legame tra cinesi e svedesi è quindi forte è solido, e possiamo vederlo nell’evoluzione stilistica di Geely.

I salti in avanti compiuti in pochi anni dalle auto cinesi sono davanti a noi occhi. Sicuri di voler ancora parlare di “cinesate”?

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram