Hongqi E-HS9

Hongqi E-HS9: il suv elettrico cinese che si ispira a Rolls Royce e Velar

Massiccia e potente: i cinesi la vogliono così.

9 ottobre 2020 - 8:00

Il Salone di Pechino è un evento particolare sotto diversi aspetti, prima di tutto per la possibilità di vedere auto strane di marchi sconosciuti alle nostre latitudini, e che invece rappresentano le principali case automobilistiche del mercato cinese, attualmente il più grande al mondo, e sempre più ambito. Hongqi ha letteralmente preso d’assalto il Salone portando diverse anteprime, sulle quali spicca il SUV Hongqi E-HS9, una vettura molto grande, di extralusso da 80.000 dollari e con un’estetica a metà tra una Rolls Royce e una Range Rover Velar.

Hongqi E-HS9: lusso esagerato?

Il SUV dell’azienda cinese sarà venduto solamente in patria, e vedrà due configurazioni: una più “economica”, con motore elettrico da 215 CV e 350 N/m coppia, e la più potente e costosa con motore da 328 CV e 450 N/m di coppia. La prima versione garantisce un’autonomia di 460 km, almeno stando alle dichiarazioni dell’azienda, mentre la seconda aumenta l’autonomia a 510 km, e tra l’altro gode di un’accelerazione 0-100 in meno di 4 secondi.

Si tratta, comunque, di un’automobile esagerata in ogni senso. A partire dalle dimensioni: 5,2 metri di lunghezza, 2 di larghezza e 1,7 di altezza. Un SUV più lungo persino del già mastodontico BMW X7 , vettura pensata dal marchio bavarese soprattutto per il mercato cinese, anche se presenta un passo più corto (-5mm) rispetto alla vettura di Monaco. Segno che si è voluto privilegiare il bagagliaio sacrificando molto leggermente, viste le dimensioni l’abitabilità posteriore.

Il design di Hongqi E-HS9

Parlando di design, a noi europei potrebbe sembrare un po’ un mix tra due marchi inglesi premium, Land Rover e il più lussuoso in assoluto Rolls Royce. Quest’ultimo è ripreso nel frontale bianco perlato, a contrasto con la carrozzeria, e che è dominato dalla grande griglia a listelli verticali, di lunghezza diseguale. I fari sono molto sottili e corti, mentre ci sono le luci diurne a LED poste come linee verticale alle estremità laterali, incastonate nelle prese d’aria. Il cofano, che può essere in alcuni modelli bianco come tutta la parte superiore della Hongqi E-HS9, è separato da una lunga linea cromata che arriva fino alla griglia frontale.

Di profilo si nota la somiglianza con la Velar e con il classico Range Rover di Land Rover, soprattutto per il lunotto posteriore inclinato e per le forme arrotondate, nonché per la forma dei fari posteriori. Comunque bene che il terzo montante sia molto sottile, e fa spazio a dei grandi finestrini posteriori che migliorano sicuramente la visibilità. Nel profilo spiccano anche le maniglie a scomparsa, e gli specchietti bianchi con incastonato l’indicatore di direzione.

Il posteriore è un dettaglio unico: spicca il grandissimo gruppo ottico, sviluppato sia in verticale che in orizzontale, con le luci che proseguono e confluiscono nella linea cromata centrale che ingloba il logo Hongqi. Nella zona inferiore, spicca la grande linea cromata che nasconde i finti tubi di scarico (finti visto che si tratta di una vettura elettrica).

L’interno è costituito di tre grandi display digitali, per il sistema di infotainment, il cockpit digitale e i controlli per l’aria condizionata, la radio e via dicendo. Tutto è di lusso, dalla pelle dei sedili in bianco a contrasto marrone, al pomello del cambio diamantato, fino agli inserti in alluminio.

Il prezzo di Hongqi E-HS9 sarà di 550.000 Yuan (80.670 dollari) per la versione da 215 CV e 640 km di autonomia, mentre di 750.000 Yuan (110.000 dollari) per la versione più potente da 328 CV e 510 km di autonomia.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social. Vi invitiamo a seguire Quotidianomotori.com su Google News, ma anche su FlipboardFacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’inaffidabile Ford GT di Jeremy Clarkson è in vendita

portapacchi per auto gonfiabile

Portapacchi da auto gonfiabili e morbidi che occupano poco spazio

Mini Rockingam GT Edition

Mini Rockingam GT Edition: la limited edition che celebra il Motorsport