Mercedes Vision EQXX

Mercedes Vision EQXX è la concept car elettrica con 1000 km di autonomia

Mercedes Vision EQXX è la concept car elettrica con 1000 km di autonomia e consumo dichiarato inferiore a 10 kWh su 100 km

4 gennaio 2022 - 17:00

Il 2022 inizia con una nuova concept car presentata nelle scorse ore dall’azienda di Stoccarda: è la Mercedes Vision EQXX, nuovo tassello nella costruzione della gamma EQ di Mercedes che riesce a far parlare di sé sia per un design piuttosto differente dalle altre EQ, sia soprattutto per le doti prestazionali, con circolo virtuoso tra dimensioni della batteria e riduzione del peso che portano a un’autonomia superiore, avendo però una massa sensibilmente inferiore.

La vettura infatti dichiara più di 1000 km di autonomia, ed è l’esempio in anteprima di ciò che Mercedes introdurrà sul mercato nei prossimi anni.

Mercedes Vision EQXX: design che ci piace

Il design è sempre una cosa soggettiva. Personalmente, trovo la Mercedes Vision EQXX la prima della gamma EQ in grado di conquistarmi, e anzi devo dire che mi piace molto. Si configura come una berlina long-tail, che a differenza della McLaren Speedtail – per fare un esempio simile – presenta cinque porte e cinque comodi posti. Anche questo è esempio del grande impegno degli ingegneri della Stella, spinti a massimizzare design, efficienza e versatilità.

Dimentichiamoci quanto visto su le ultime EQ, e immergiamoci in un design squisitamente pulito. L’anteriore presenta morbide nervature, soprattutto sopra i passaruota e nella zona inferiore del paraurti, mentre i fari hanno una forma piuttosto regolare, e confluiscono poi in una sottile fessura che separa il cofano dal resto. Molto gradito anche il parabrezza pronunciato e ampio che, come la linea dei finestrini discendente, porta luce all’interno. Di profilo si apprezza la forma sinuosa ed elegante, che termina nella lunga coda posteriore.

Il design posteriore è certamente più personale, ma comunque minimalista. Il gruppo ottico è un unico arco di più LED paralleli, con sfondo scuro che poi scende e percorre tutta la zona inferiore della vettura. Al centro, invece, campeggia solo la scritta “Vision EQXX“, mentre il paraurti rientra ai lati per formare anche delle prese d’aria.

Gli interni sono tipicamente Mercedes, un mix riuscito tra qualità dei materiali scelti, e tecnologia. Qui tutto è poi accentuato da una plancia che di fatto è un enorme display continuo e privo di interruzioni, con grafica tridimensionale e ad altissima risoluzione, mentre per il resto si notano le poltrone indipendenti e altamente personalizzabili, i LED blu che percorrono un po’ tutto l’interno, e le maniglie a “lacci” in pelle molto originali e particolari. Non mancano inserti in metallo, come quello della terza razza del volante o sopra il bracciolo centrale e i braccioli dei pannelli porta.

Viaggiare senza pensieri

L’obiettivo della Mercedes Vision EQXX è quello di permettere dei viaggi liberi senza pensieri anche con un’auto elettrica. C’è già parzialmente riuscita con la Mercedes EQS, che si è dimostrata come l’elettrica a più lunga autonomia reale sul mercato, che ha percorso circa 670 km con una sola carica (test Edmunds). Con Vision EQXX, però, l’obiettivo è ancora diverso: le persone dietro il progetto hanno lavorato per realizzare “una delle auto più efficienti del pianeta, sotto ogni aspetto“, e per farlo hanno sfruttato la tecnologia digitale, unendola alla velocità della Formula 1.

Il risultato è una vettura che, sulla base di simulazioni digitali interne in condizioni di traffico reali (quindi ancora nulla di accertato), potrà superare i 1000 km con una sola carica, consumando meno di 10 kWh su 100 km, dato per ora sconosciuto alla quasi totalità delle auto elettriche.

Così Mercedes Vision EQXX vuole re-immaginare il viaggio su strada, preparandolo per l’era elettrica. E non lo fa, finalmente, aumentando le dimensioni della batteria, ma massimizzandone l’efficienza sulle lunghe distanze. Secondo Mercedes, la vettura è uno dei risultati di un programma che sta fornendo il blueprint per il futuro dell’ingegneria automobilistica. Molte delle sue caratteristiche, infatti, sono già state integrate nella produzione, tra cui anche la prossima generazione dell’architettura MMA, la piattaforma modulare pensata per le auto di dimensioni medie e compatte.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mitsubishi ASX

Mitsubishi ASX: la nuova generazione debutta nel 2023

Range Rover 6x6

Range Rover 6×6: all’asta il fuoristrada inglese a 6 ruote!

Bentley Beyond100

Con Bentley Beyond100 il marchio britannico annuncia 5 nuove elettriche