Il nuovo disegno di legge che prevede un aumento delle sanzioni per coloro che commettono gravi violazioni del codice della strada è atteso per essere discusso al Consiglio dei ministri. Il testo, intitolato “Interventi in materia di sicurezza stradale e delega per la revisione del Codice della Strada“, è stato precedentemente discusso in Conferenza unificata e, una volta ottenuto il via libera dal governo, passerà all’iter parlamentare. Potrebbe diventare legge già durante l’autunno.

Ecco come cambieranno le regole relativamente all’uso del cellulare al volante, alcool test, reati gravi, neopatentati e monopattini.

Multe più severe per l’uso del cellulare al volante

Una delle principali modifiche al Codice della Strada riguarda l’uso del cellulare al volante. Secondo le nuove norme, chi viene sorpreso a utilizzare il telefono durante la guida potrà essere soggetto a multe più severe. In particolare, la multa potrà arrivare fino a 1.600 euro, triplicando rispetto alle sanzioni precedenti. Inoltre, verranno tolti fino a dieci punti dalla patente in caso di recidività.

La sospensione della patente sarà immediata per chi viene sorpreso a guidare con il telefono in mano o a commettere altre infrazioni pericolose. La durata della sospensione sarà di 20 giorni per la prima volta, ma potrà aumentare in caso di recidività. Queste nuove misure sono state introdotte per scoraggiare l’uso del cellulare durante la guida e migliorare la sicurezza stradale.

Alcoltest per bloccare le auto di chi ha un tasso alcolico fuori dai limiti

Un’altra importante modifica riguarda l’alcoltest. Secondo le nuove norme, sarà possibile installare un dispositivo chiamato “alcolock” sulle auto di coloro che hanno un tasso alcolico fuori dai limiti consentiti.

Questo dispositivo bloccherà l’accensione del veicolo se viene rilevato un tasso alcolico superiore alla soglia stabilita. L’obiettivo di questa misura è quello di prevenire incidenti stradali causati dall’abuso di alcol da parte dei conducenti.

Sanzioni più severe per gli automobilisti responsabili di reati gravi

Le nuove norme del Codice della Strada prevedono anche sanzioni più severe per gli automobilisti responsabili di reati gravi. Ad esempio, chi è coinvolto in un incidente stradale e si dà alla fuga potrebbe rischiare la revoca a vita della patente.

Questa misura è stata introdotta per contrastare comportamenti irresponsabili e garantire una maggiore sicurezza sulle strade.

Nuove regole per i neopatentati e i minorenni

Le nuove norme del Codice della Strada riguardano anche i neopatentati e i minorenni. I neopatentati dovranno attendere almeno tre anni prima di poter guidare supercar e veicoli ad alte prestazioni. Questa misura mira a ridurre il rischio di incidenti causati dall’inesperienza dei conducenti alle prime armi.

Per quanto riguarda i minorenni, chi viene sorpreso a guidare senza patente dovrà aspettare fino all’età di 24 anni per poterla ottenere. Questa misura è stata adottata per scoraggiare i minori dall’uso non autorizzato dei veicoli e per garantire la sicurezza dei giovani conducenti.

Monopattini e autovelox: nuove regole e sanzioni

Le nuove norme del Codice della Strada riguardano anche i monopattini elettrici e gli autovelox. I monopattini dovranno essere dotati di una targhetta identificativa e di un’assicurazione. Gli utenti dei monopattini avranno anche l’obbligo di indossare il casco per garantire la loro sicurezza.

Inoltre, sono state introdotte sanzioni per la sosta dei monopattini sul marciapiede o nelle aree riservate ai disabili. Sarà inoltre obbligatorio dotare i monopattini di un dispositivo di blocco che si attiverà automaticamente quando si entra in aree extra-urbane.

Per quanto riguarda gli autovelox, sono previste nuove regole per la loro segnalazione. Oltre alla segnalazione della presenza dell’autovelox, sarà obbligatorio indicare anche il limite di velocità consentito. Questa misura mira a promuovere una guida più responsabile e a ridurre il numero di infrazioni stradali.

Norme non ancora attive

Ovviamente l’iter legislativo non è concluso ed è possibile che vengano introdotte nuove modifiche al testo. C’è da sottolineare come le nuove norme riguardanti le multe, l’alcoltest e l’uso del cellulare al volante vogliono scoraggiare comportamenti pericolosi e garantire una maggiore sicurezza sulle strade.

E’ comunque chiaro a tutti che senza controlli, anche la norma più severa perde di effetto. Al momento, inoltre, non è chiaro se ci saranno provvedimenti particolari per chi guida senza aver conseguito la patente, o a chi è già stata ritirata.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Mastodon, Google News e Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram