suzuki jimny

Suzuki Jimny arriva al Salone Ginevra

Più la osserviamo, più ci piace

6 marzo 2019 - 16:15

Debutta ufficialmente al Salone di Ginevra la quarta generazione di Suzuki Jimny, modello già disponibile nel nuovo Listino Suzuki Auto. Suzuki Jimny ci ha accompagnato nel fuoristrada così come nei centri urbani sin dai primi anni 80.

Suzuki Jimny ha lasciato un marchio indelebile sulla storia dell’automobile ed oggi torna rinnovato per continuare la sua missione. La quarta generazione di Suzuki Jimny, 20 anni dopo il lancio della 3° generazione del 1998, che arriva in questi giorni nelle Concessionarie italiane, dimostra quanto sia ancora attuale la filosofia progettuale originaria, fondata su concretezza e performance senza compromessi. Suzuki Jimny è ancora oggi un esempio ineguagliato di praticità, libertà, carattere e spirito di avventura.

Il legame tra la quarta generazione di Suzuki JIMNY e i suoi antenati si coglie a prima vista. La carrozzeria fonde la modernità al passato, bellezza e praticità. La sagoma richiama alla memoria i mitici Suzukini, con parabrezza verticale, mascherina con cinque feritoie e fari tondi, che adottano tuttavia la più recente tecnologia LED. Forma e funzione vanno di pari passo, perché il taglio squadrato e le dimensioni compatte migliorano la percezione degli ingombri, complici le ampie superfici vetrate e il cofano alto a conchiglia. Queste doti si apprezzano in città come nel fuoristrada, nel quale si dimostrano utili anche i passaruota maggiorati e le modanature laterali che proteggono la vernice dai sassi.

Suzuki Jimny, concreto e autentico

Quanto ai colori, il nuovo Suzuki JIMNY può essere ordinato in 8 tinte, 3 pastello, 2 metallizzate e 3 in livrea BiColor, con il tetto nero in contrasto. Tra queste ultime spicca il Giallo Kinetic, perfetto per rendere l’auto più visibile in ogni condizione, mentre il Verde Amazzonia è la scelta giusta per mimetizzarsi nella vegetazione. L’abitacolo della quarta generazione di Suzuki JIMNY è essenziale ma curato nei minimi dettagli. Tutti i comandi sono solidi e ben dimensionati per poter essere utilizzati anche con i guanti. I materiali impiegati sono di prima qualità, per garantire un’affidabilità totale anche nell’uso più gravoso.

In rapporto alla lunghezza complessiva di soli 3.645 mm, l’abitabilità è ottima e c’è la possibilità di abbattere lo schienale posteriore in modo frazionato per aumentare la capacità del bagagliaio fino a 830 litri. Il retro dei sedili posteriori e il vano di carico, dotato pure di pratici ganci di fissaggio, sono rivestiti in plastica, resistente e facile da pulire.

Anche negli arredi convivono stilemi classici e soluzioni moderne, con gli strumenti racchiusi in cornici squadrate affiancati da un touch screen da 7 pollici. Questo schermo fa da interfaccia a un sistema d’infotainment che integra sistema audio, Bluetooth e navigatore e assicura connettività con gli smartphone, grazie a Apple CarPlay, Android Auto e alla presa USB.

Suzuki Jimny, tutto di serie

La dotazione del nuovo JIMNY, disponibile in un’unica versione, Top, completamente equipaggiata, rispecchia la filosofia Suzuki “Tutto di serie, senza sorprese”: optional, solo le verniciature speciali. L’equipaggiamento di serie comprende infatti: sistema multimediale, fari a LED con sistema di abbaglianti automatici “nontiabbaglio” e lavafari, fendinebbia, vetri posteriori oscurati, sedili anteriori riscaldati, climatizzatore automatico, il cruise control e i più evoluti sistemi di assistenza alla guida. Nel programma di sicurezza attiva Suzuki Safety Support rientrano difatti i sistemi “guidadritto” (mantenimento della corsia), “occhioallimite” (riconoscimento dei cartelli stradali e dei pedoni), “attentofrena” (frenata autonoma d’emergenza) e “restasveglio” (monitoraggio dei colpi di sonno).

Suzuki Jimny, fuoristrada

Da sempre JIMNY è sinonimo di robustezza e la quarta generazione è pronta ad affrontare le prove più dure. Il nuovo telaio a traliccio vanta una maggiore rigidezza torsionale e garantisce una guida più confortevole, oltre a una elevata stabilità su ogni terreno. La sua conformazione ha permesso di ridurre gli sbalzi e di ottenere valori straordinari per gli angoli di attacco (37°), di uscita (49°) e di dosso (28°).

Gli ingegneri di Hamamatsu hanno studiato sospensioni ad assale rigido capaci di dare alle ruote il miglior contatto con il suolo e che ben si abbinano alla trazione integrale inseribile 4WD ALLGRIP PRO. Questo raffinato schema di trasmissione consente di passare rapidamente dalle due alle quattro ruote motrici (modalità 2H e 4H) oppure di muoversi in 4×4 con le marce ridotte (4L), con cui si superano senza fatica le pendenze più elevate e i fondi a bassa aderenza.

Per gestire al meglio la motricità JIMNY adotta anche il controllo della trazione LSD, che frena automaticamente le ruote che stanno slittando per redistribuire la coppia alle altre.

Suzuki Jimny, motore

Per la quarta generazione di Jimny la casa giapponese ha scelto un nuovo motore 1.5 a benzina, montato longitudinalmente per ottimizzare la distribuzione dei pesi e ridurre il diametro di sterzata. Questa unità è più leggera del 15% e più compatta del 1.3 della generazione precedente, rispetto alla quale offre anche una maggior coppia, specie ai bassi regimi. La sua curva di erogazione si adatta così perfettamente tanto ai rapporti del cambio manuale a cinque marce quanto a quelli dell’automatico a quattro marce, che è offerto con un sovrapprezzo di 1.500 Euro.

Suzuki Jimny, prezzo

La quarta generazione del fuoristrada ultracompatto di Hamamatsu è proposta a listino con un prezzo di 22.500 Euro (IVA inclusa, esclusi vernice bicolore e IPT) ed è disponibile in un’unica versione in allestimento Top, che rispecchia la filosofia Suzuki “Tutto di serie, senza sorprese”.

Il nuovo JIMNY sarà protagonista di un weekend di Porte Aperte nei giorni di sabato 29 e domenica 30 settembre, dove gli appassionati e i futuri Clienti potranno effettuare test drive e provare su strada il pioniere di tutti i fuoristrada ultracompatti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

McLaren Ultimate Series 2020

McLaren Ultimate Series 2020: annunciata la nuova roadster decapottabile

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster: svelata alla Monterey Car Week 2019

Autostrada di notte

Calendario esodo 2019: bollini neri e rossi nel rientro dalle vacanze