Volkswagen I.D. BUZZ CARGO: il furgone elettrico

Il simpatico furgoncino torna alla ribalta

8 settembre 2019 - 23:45

Si chiama Volkswagen I.D. BUZZ CARGO ed è l’erede del famoso furgoncino Volkswagen, il Transporter Bulli.
Il prototipo di Transporter è l’avanguardistico modello gemello dell’I.D. BUZZ. Presentato nel 2017 a Detroit, l’I.D. BUZZ aveva già destato entusiasmo in tutto il mondo, al punto da programmarne la produzione in serie a partire dal 2022. In maniera analoga anche il nuovo Volkswagen I.D. BUZZ CARGO è stato concepito come prototipo pre-serie.

 

Entrambi i modelli sono membri della I.D. Family, una nuova generazione di veicoli elettrici integralmente collegati in rete con un design moderno e un sorprendente spazio abitabile. Un’ulteriore peculiarità della I.D. Family è la cosiddetta modulabilità delle batterie: i veicoli potranno essere forniti con batterie di diverse dimensioni in funzione del tipo d’impiego e del budget.

Volkswagen I.D. BUZZ CARGO: i veicoli commerciali elettrici

Il prototipo annuncia l’ingresso di Volkswagen nella nuova era della mobilità elettrica. Il prototipo di Volkswagen I.D. BUZZ CARGO si differenzia esternamente dal monovolume per un nuovo tetto a pannelli solari, porte posteriori a battente dall’ampio angolo di apertura e un nuovo paraurti posteriore. Per ottimizzare l’utilizzo del vano di carico con sistema di scaffalature, non è presente la porta scorrevole sul lato guida. Le porte anteriori e la porta scorrevole si aprono elettronicamente. L’apertura viene attivata dall’esterno tramite un sistema basato su sensori. Le persone autorizzate vengono riconosciute dall’I.D. BUZZ CARGO mediante la digital key che lo smartphone invia al veicolo.

Sul tetto il sistema fotovoltaico produce una quantità di energia in grado di prolungare l’autonomia dell’I.D. BUZZ CARGO fino a un massimo di 15 km al giorno. In altre parole: quanto più a lungo resta al sole, tanto più a lungo potrà viaggiare.

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram /// Flipboard

Commenta per primo