Ducati Panigale V2 2020

Ducati Panigale V2: prezzo e caratteristiche tecniche della nuova sportiva

La Panigale 959 cambia nome e la "cavalleria" sale a 155 CV con 104 Nm di coppia massima a € 17.990

6 novembre 2019 - 11:30

La Panigale bicilindrica si rinnova profondamente, cambia nome e diventa Ducati Panigale V2. La Panigale V2 ha un’estetica completamente nuova, un’elettronica raffinata grazie alla piattaforma inerziale a sei assi diventa ancora più performante e sicura nell’uso sportivo, sfruttabile e godibile per l’utilizzo stradale, grazie a una sella pilota più confortevole e alla taratura rivista delle sospensioni.

Motore Superquadro

La nuova Panigale V2 è spinta dal motore Superquadro da 955 cm³ conforme alla normativa Euro 5 che eroga maggiore potenza (+5 CV) e coppia (+2 Nm), arrivando quindi ad un potenza massima di 155 CV a 10.750 giri/minuto ed una coppia massima di 104 Nm a 9.000 giri/minuto. Il Superquadro è abbinato a un nuovo silenziatore di scarico il cui design, compatto e integrato, si sviluppa interamente sotto al motore.

Il motore della Panigale V2 è elemento strutturale del telaio. I cilindri sono disposti a 90° e ruotati all’indietro intorno all’asse dell’albero motore fino ad ottenere un angolo di 21° tra il cilindro anteriore e il piano orizzontale. Il rapporto di compressione è di 12,5:1 e la cilindrata di 955 cm³ è ottenuta con una corsa di 60,8 mm e un alesaggio di 100 mm, misure che rappresentano il perfetto equilibrio tra guidabilità e fluidità di erogazione.

Sfruttabile e godibile su strada, il carattere è rimasto inalterato, così come sa essere efficace in pista senza mai mettere in difficoltà. Il controllo del gioco valvole è previsto ogni 24.000 km e il tagliando con cadenza 12.000 km o 12 mesi.

Elettronica al top

Anche la completa e moderna dotazione elettronica, basata sulla Piattaforma Inerziale a 6 assi, non lascia dubbi sul fatto che la Panigale V2 possegga il DNA della sportiva di alta gamma. Il nuovo pacchetto elettronico eleva gli standard di sicurezza attiva e di controllo della dinamica grazie all’aggiunta della funzionalità “cornering” applicata all’ABS, al quickshift (anche in scalata), ai controlli di trazione, freno motore e impennata.

Come di consueto, tutti i controlli sono integrati nei tre Riding Mode (Race, Sport e Street) e modificabili tramite il nuovo cruscotto TFT a colori da 4,3” con grafica e interfaccia studiate per rendere intuitiva la navigazione del menù, la regolazione dei settaggi, oltre che più immediata l’identificazione del Riding Mode selezionato.

Ciclistica

 

La raffinata ciclistica costruita attorno al telaio monoscocca è ora vestita con un nuovo design elegante e sportivo. La nuova carenatura ha superfici estese che avvolgono morbidamente la meccanica, esaltando le dimensioni contenute del bicilindrico Superquadro e creando una moto visivamente più compatta, meno intimidente della Panigale V4.

Il telaio monoscocca è fissato direttamente alla testa del motore e, nella parte anteriore, alloggia due boccole in alluminio nelle quali, a loro volta, sono inseriti i cuscinetti del cannotto di sterzo. Oltre ad assolvere alla funzione classica di telaio, il monoscocca funge anche da airbox. Al suo interno sono infatti alloggiati, oltre al filtro dell’aria, i corpi farfallati e il circuito carburante completo di iniettori e sfrutta il fondo del serbatoio in acciaio come coperchio di chiusura.

La forcella è una Showa BPF da 43 mm di diametro, completamente regolabile nel freno idraulico in compressione ed estensione e nel precarico molla. La forcella Showa Big Piston Fork (BPF) migliora sensibilmente il controllo del freno idraulico alle basse velocità facendo arrivare olio a una pressione inferiore, riducendo quindi la quantità di fluido necessario di compressione ed estensione. Il pacchetto anteriore è completato dall’ammortizzatore di sterzo Sachs.

La sospensione posteriore è affidata a un ammortizzatore Sachs completamente regolabile, che reagisce ai movimenti impressi da un forcellone monobraccio fuso in alluminio tramite un link progressivo. L’ammortizzatore è montato lateralmente così che il gruppo sia perfettamente accessibile per le regolazioni del precarico molla e del freno idraulico in compressione ed estensione.

Le ruote della Panigale V2 sono a 5 razze con canale da 3,5 pollici all’anteriore e 5,5 pollici al posteriore, e “calzano” pneumatici Pirelli Diablo Rosso Corsa II: 120/70 ZR17 all’anteriore e 180/60 ZR17 al posteriore.

La Panigale V2 è dotata di un impianto frenante anteriore composto da una coppia di pinze monoblocco M4.32 Brembo azionate da una pompa freno radiale. I dischi sono da 320 mm di diametro. Al posteriore, invece, la sportiva di Borgo Panigale monta un singolo disco da 245 mm di diametro su cui lavora un’unica pinza Brembo.

Colore

 
La pulizia delle superfici tipica delle supersportive Ducati è sottolineata dalla tradizionale colorazione integrale Rosso Ducati abbinata ai cerchi di colore nero.

Prezzo

 
Il prezzo di partenza della Ducati Panigale V2 è fissato a 17.990 euro f.c.. La Panigale V2 sarà presentata al pubblico al prossimo Salone EICMA di Milano.

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram /// Flipboard

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Yamaha TMAX Tech MAX 560 2020

Yamaha TMAX 560: prezzo e disponibilità del rinnovato maxi-scooter

Team Gallina Roberto Gallina

Roberto Gallina: il Gallo del Mondiale da Ciapa la Moto

Suzuki V-Strom 1000

Offerte moto 2020: le promozioni migliori del mese