Lambretta X300 e G350: il ritorno alla Design Week 2022

Robin Grant
08/06/2022

Lambretta X300 e G350: il ritorno alla Design Week 2022

Con Lambretta X300 e G350, il celebre marchio meneghino ritorna sulla scena e festeggia i suoi 75 anni di storia, e non poteva che farlo in Brera, nel pieno centro della sua città Natale. Lambretta, infatti, prende il nome da Lambrate, zona a nord-est di Milano che a sua volta delinea l’area intorno al fiume Lambro. La prima motocicletta entrò in commercio nel 1947, e oggi dopo varie e non chiarissime vicissitudini il rilancio dell’azienda si ha con tre modelli, di cui uno completamente nuovo.

Durante la settimana del Fuorisalone 2022, tutti possono andare a curiosare e conoscere la nuova gamma Lambretta: si trova esposta infatti nel Chiostro Piccolo di San Simpliciano, Brera Design District, dove si è tenuta anche la presentazione stampa internazionale.

Lambretta X300
Lambretta X300

Qui, oltre ai modelli nuovi, anche le Lambretta del passato compresa la prima prodotta, la M(A) disegnata da Cesare Pallavicino e con motore progettato da Pier Luigi Torre; e lo scooter d’oro dell’attrice americana Jane Mansfield.

Lambretta X300: la nuova direzione

La nuova gamma parte dalla serie X, linea di prodotti totalmente nuova con design innovativo ma tipico DNA. Primo esemplare della serie è la Lambretta X300, con forme leggermente più squadrate rispetto alle Lambretta classiche che punta, anche per fascia di prezzo, a un pubblico più giovane da coinvolgere e da emozionare.

Lambretta X300
Lambretta X300

Tra le novità della Lambretta X300, anche le fiancate in acciaio con linee “a diamante” che conservano l’anima di Lambretta dandole una nuova veste, mentre del passato si mantiene il parafango fisso, caratteristica peculiare delle vetture milanesi, e la forma affusolata.

Lambretta X300
Lambretta X300

Lambretta X300 ha un telaio tubolare con semi monoscocca che unisce pedana, scudo e fiancate, tutti in acciaio. La sospensione anteriore è inedita con braccio oscillante a ruota tirata e doppio ammortizzatore, alla quale si unisce il doppio freno a disco, sia anteriore che posteriore. Completano la dotazione l’ABS a doppio fanale, i fari LED completi e il sistema keyless per l’avviamento.

Lambretta X300
Lambretta X300

La produzione inizierà a fine 2022 e i prezzi partiranno indicativamente da € 5.900

Lambretta G-Special G350

Insieme alla X300 era presente anche la G-Special G350, così chiamata dopo l’upgrade della cilindrata del motore inizialmente previsto a 325 cc. La G-Special fu esposta per la prima volta a Eicma 2019, e ora richiamando le forme della Lambretta classica vuole posizionarsi nel segmento premium, come estensione di fascia alta della gamma V-Special introdotta nel 2017 con cilindrate di 50, 125 e 200cc. La motocicletta è curata nel design e nel concept da Walter Scheffrahn e da Peter Beselin, che si sono appunto ispirati alle Lambrette del passato.

Lambretta X300
Lambretta X300

Dimensioni importanti che confermano la sua identità di modello più potente della categoria, che per questo rappresenta il prodotto di punta del marchio. Del passato mantiene anche i pannelli laterali intercambiabili, per una maggiore personalizzazione; e la sospensione anteriore con braccio oscillante a ruota tirata e doppio ammortizzatore, doppio canale ABS. Ci sono poi fari full LED e display TFT.

Lambretta X300
Lambretta X300

La produzione inizierà a fine 2022 con prezzi indicativi da € 7.200.

Lambretta al Fuorisalone

Come detto, le nuove Lambrette debuttano al Fuorisalone con l’installazione Infinite | Heritage to future. Una splendida installazione artistica, con modelli iconici del passato, quelli del presente e quelli del futuro, uniti insieme con materiale iconografico (poster pubblicitari, foto d’epoca) di grande bellezza, tra l’altro sospese sui soffitti del chiostro.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news