cinture di sicurezza

Cinture di sicurezza posteriori: obblighi, sanzioni, esenzioni e auto d’epoca

Tutto quello che c'è da sapere.

8 giugno 2020 - 16:00

Il dibattito sulle cinture di sicurezza posteriori è sempre acceso, giusto allora che si faccia un po’ di chiarezza a riguardo. Può accadere che il passeggero all’interno di un’automobile, soprattutto quando seduto nei sedili posteriori, dimentichi di allacciare la cintura di sicurezza ritenendola non necessaria.

La legge stabilisce: “tutti coloro che viaggiano in auto, a prescindere dal fatto di sedersi davanti o dietro ed in qualsiasi situazione di marcia (quindi anche in caso di fermata), sono obbligati ad utilizzare le cinture“.

Tale norma è solo predisposta al fine di prevenire, o comunque limitare, qualsivoglia danno in caso di incidente stradale. Pertanto, in caso di sinistro, qualora si ravvisasse un mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, l’assicurazione potrebbe non risarcire completamente il danno patito dal conducente o dal passeggero, ritenendo che vi sia un loro concorso di responsabilità nel procurarsi il danno subito.

 

Qui sotto i link diretti alle pagine di questo articolo:

Cinture di sicurezza posteriori, normativa e obbligo

Le esenzioni

Le sanzioni

A chi tolgono i punti patente

Auto d’epoca, obblighi ed esenzioni

 

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

Commenta per primo