La storia del cane guida australiano che si è guadagnato lo status di Gold Frequenti Flyer prima di andare in pensione

Carlo Nava
20/05/2021

La storia del cane guida australiano che si è guadagnato lo status di Gold Frequenti Flyer prima di andare in pensione

Una guardia d’onore ed un dolce speciale per festeggiare il termine di un’impeccabile carriera, con oltre 100.000 Km coperti in volo. Un pilota? Un assistente di volo? Niente di tutto questo. Si tratta di un bellissimo labrador nero di nome Odie che in servizio da oltre 8 anni e mezzo, lavorando come cane guida per non vedenti, ha accumulato parecchie ore di volo. Si, perché accompagnando fedelmente il proprio padrone Christopher Evans, sui voli della Virgin, tra Melbourne e Canberra è diventato uno dei cani con più ore di volo di sempre.

Ovviamente per l’importanza di questi cani nella vita di tutti i giorni per le persone non vedenti, Odie e tutti i suoi compagni sono regolarmente ammessi a bordo con i passeggeri, garantendo al proprietario la costante assistenza di questi animali, di fondamentale aiuto nella vita quotidiana. Virgin Australia ha voluto quindi festeggiare Odie con Christopher, al rientro dall’ultimo volo, dopo l’atterraggio a Melbourne. Il volo VA284 ha siglato il termine del servizio attivo del labrador che ora potrà godersi un meritato riposo ed una vita più normale, con le zampe per terra, amato e coccolato come gli si conviene.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/VirginAustralia/status/1394124005427187715″]

Il contributo di questi animali per le persone ipovedenti è qualcosa di assolutamente vitale e in Australia l’associazione Vision Australia Eye Dog impiega oltre 200 cani, addestrati nel difficile compito di supportare e districare il loro compagno umano, con cui fanno coppia regolarmente, nelle asperità che si incontrano in ogni frangente.

Odie si è guadagnato dalla linea aerea, il riconoscimento equivalente a quello di Gold Frequenti Flyer, e se la cosa può sembrare come solo qualcosa di simpatico, nasconde invece la continua sinergia tra la compagnia e le organizzazioni che aiutano persone come Christopher, a viaggiare in completa tranquillità e sicurezza, permettendo loro di avere una normale vita professionale anche utilizzando mezzi di trasporto come appunto, l’aeroplano. Odie, che ha già compiuto i dieci anni, con tutti i chilometri volati ha stabilito un record che passerà alla storia, bellissimo esempio, ancora una volta, di cosa possono fare per noi gli amici a quattro zampe, sia a terra, sia, è il caso di dirlo, tra le nuvole.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news