Auto più veloci del mondo

Le 10 auto più veloci al mondo: la classifica aggiornata del 2021

Scopri quali sono le 10 auto con la velocità massima più alta

2 febbraio 2021 - 10:00

Se vi siete mai chiesti quali siano le auto più veloci al mondo, oggi avrete una risposta sicura. Bolidi dalle prestazioni incredibili, concentrati di ingegneria e dimostrazioni di tecnologia, spesso a produzione artigianale e limitata, che fanno sembrare le nostre amate Ferrari e Porsche delle auto da tutti i giorni.

Il settore automotive nasconde dei veri e propri proiettili su 4 ruote, dalla potenza inimmaginabile: abbiamo quindi stilato l’elenco delle 10 auto auto più veloci al mondo nel 2021. E se amate la velocità e rimpiangete i tempi andati, qui c’è un altro post per voi. —->>> Formula 1 e tabacco: le foto dell’epoca d’oro.

 

La classifica aggiornata al 2021 delle auto più veloci al mondo:

Ne abbiamo inserite 11, grazie ad un aggiornamento dell’ultimo minuto. Nell’elenco non ci sono Koenigsegg Jesko Absolut e Devel Sixteen in quanto non si ha la certezza al 100% dei dati dichiarati. Ovviamente siamo pronti ad inserirle quando verranno comunicati dati ufficiali reali.

  1. SSC Tuatara
  2. Bugatti Chiron Super Sport 300+
  3. Hennessy Venom F5
  4. Koenigsegg Agera RS
  5. Rimac Concept Two
  6. Aston Martin Valkyrie
  7. Koenigsegg Agera RS
  8. McLaren Speedtail
  9. Tesla Roadster
  10. Milan Red
  11. Pagani Huayra BC

 

L’auto più veloce al mondo: SSC Tuatara (508 km/h)

La regina indiscussa della velocità è anche una sorta di mezza sconosciuta, se usciamo dalla nicchia degli appassionati. SSC è un’azienda automobilistica molto recente: nasce infatti nel 1998 a Washington, e fin da subito si è specializzata nella produzione più o meno artigianale di bolidi da corsa, commissionati da clienti facoltosi che, come sempre in questi casi, possono  progettarla e personalizzarla fin nei minimi dettagli.

Ma SSC si distingue perché con la Tuatara ha battuto ogni record, ed è lei la numero uno tra le auto più veloci al mondo: la Tuatara, infatti, con il collaudatore Oliver Webb ha registrato una media di 316,11 mah (circa 508 km/h) nella sua prima corsa, raggiungendo il picco massimo di addirittura 532 km/h sulla via del ritorno. Il tutto con gomme e carburante tradizionali. La Tautara monta un motore V8 biturbo da 5,9 litri da ben 1750 CV.

Bugatti Chiron Super Sport 300+ (489km/h)

Bugatti non è più la regina, per “colpa” di SCC, ma rimane comunque al vertice, rimanendo al secondo posto con la Bugatti Chiron Super Sport 300+. La vettura, che rappresenta la Chiron più pompata naturalmente in edizione limitata, ha raggiunto i 489km/h alla guida del pilota britannico Andy Wallace nell’agosto del 2019, che è divenuto il primo pilota a superare la soglia dei 483 km/h su una vettura di serie.

La Chiron Super Sport 300+ è, come detto, l’evoluzione più potente del bolide del marchio francese, che ha un motore potenziato a 1600 CV.

Hennessy Venom F5 (484 km/h)

Il marchio americano Hennessey è divenuto famoso quando la Venom GT ha registrato una velocità strabiliante di 434 km/h nel 2014, ma a quanto pare l’azienda statunitense voleva fare di più. La Venom F5, infatti, dichiara una velocità massima di 484 km/h, infrangendo almeno sulla carta quanto fatto dal precedente modello GT. Staremo a vedere se questi valori si raggiungeranno effettivamente, o se anche addirittura si supereranno.

Hennessey Venom F5 riduce il peso della GT (vettura nata sulla base della Lotus Exige), ma aumenta la potenza cn un motore V8 biturbo da 1600 CV, che permette alla vettura di accelerare da 0 a 400 km/h in meno di 30 secondi, sempre secondo quanto dichiarato. 

Koenigsegg Agera RS (447 km/h)

Quarto posto per la hypercar svedese, che fino all’arrivo della Chiron Super Sport e poi della SCC Tautara vista prima era l’auto più veloce del mondo. Koenigsegg, per mettere alla prova le prestazioni della Agera RS, ha chiesto al dipartimento dei trasporti del Nevada di chiudere un mezzo di strada lungo circa 18km sulla Route 160 che collega Las Vegas a Pahrump e sulla quale la Agera si è spinta fino a 458 km/h durante la prima corsa e a 436 durante la seconda, registrando quindi una media di circa 447 km/h. C’è poco da scherzare, visto che anche Stig era riuscito a fare un incidente mentre provava la CCX.

La supercar svedese può raggiungere questi incredibili valori grazie al suo potente motore da 1160 CV e a un peso davvero risicato.

Rimac Concept Two (415 km/h)

Poco dopo la Agera, superando la già citata Venom GT, troviamo la casa automobilistica croata Rimac, che nel 2016 è salita alla ribalta con la Concept One. Una hypercar completamente elettrica  che ha quasi ucciso Richard Hammond nella sua prova per lo show di Amazon Prime The Grand Tour.

L’azienda ha di recente presentato la Concept Two, un’aggiornamento ancora più potente. L’auto infatti presenta 4 motori elettrici da ben 1914 CV e 2300 N/m di coppia massima, che sulla carta (visto che è ancora in fase di progettazione) permette alla Concept Two di accelerare da 0 a 100 in appena 1,85 secondi, cosa che la renderebbe l’auto di serie con l’accelerazione più veloce del mondo. La velocità massima dichiarata è invece di circa 415 km/h, mentre il pacco batteria da 120 kWh garantirà un’autonomia di circa 610 km su ciclo WLTP.

Aston Martin Valkyrie (402 km/h)

Prima di lei tra le auto più veloci al mondo ci sarebbe effettivamente la Bugatti Veyron, che è stata a lungo l’auto più veloce del mondo con 409 km/h, ma ora non è più in produzione ed è sostituita dalla ben più potente Chiron. Questo super bolide britannico, invece,  è un progetto fresco e recente, che ha visto Aston Martin collaborare con Red Bull Racing per lo sviluppo di una vettura altamente sofisticata (e dal design stupendo) che sfrutta tutta la tecnologia della Aston Martin Formula 1.

Attualmente, è in fase di progettazione e ancora non ci sono date sul suo rilascio definitivo, ma sappiamo che monta un motore V12 da 6,5 litri in posizione centrale, che eroga 900 CV. Tutto qui? Ovviamente no: la Valkyrie infatti è un bolide ibrido, che combina il V12 con un propulsore elettrico, per una potenza definitiva di 1130 CV e una velocità massima dichiarata di 402 km/h.

McLaren Speedtail (402km/h)

Rimaniamo nel Regno Unito, per la diretta rivale della Valkyrie: la McLaren Speedtail, un’edizione limitata della P1 così chiamata per la sua coda molto particolare e aerodinamica, dichiara anche’essa una velocità massima di 402 km/h.

E anche lei è ibrida: il suo motore termico a benzina V8 biturbo è unito a una propulsione elettrica di cui non si sanno ancora i dettagli, per una potenza totale di 1035 CV. Tutti dati che fanno della Speedtail la vettura stradale di McLaren più potente di sempre. 

Tesla Roadster (402 km/h)

Ancora appena sopra i 402 km/h, ma stavolta totalmente elettrici: così, la nuova Tesla Roadster si guadagna di diritto il suo posto tra le auto più veloci del mondo. Un’evoluzione molto importante: la prima Roadster, infatti, era una sportiva basata sulla Lotus Elise effettivamente potente, ma non impressionante, il cui merito è quello di aver dato via al fenomeno Tesla.

La sua erede, invece, mantiene solo il nome. Il nuovo design, scolpito, aerodinamico, pulito, è totalmente rinnovato, ma sono le prestazioni a lasciare sbalorditi. Sarà in grado di passare da 0 a 100 in 1,9 secondi (appena sotto la Rivian di cui sopra) e avere una velocità massima di 402 km/h. Tutto grazie a un pacco batteria enorme da 200 kWh, che porta le auto elettriche su un nuovo livello, specie se consideriamo che il pacco batterie più grande delle attuali Model S e Model X è grande la metà. Un dato molto importante, che permette alla Roadster di avere un’autonomia di 1000 km. 

Milan Red (401 km/h)

Il nome “Milan” non deve ingannare: non parliamo di un’azienda italiana, ma austriaca. Quello di Milan Automotive è un nome abbastanza sconosciuto, molto di nicchia, eppure il design della Red e le prestazioni le fanno meritare un posto in questa classifica. Anche il costo è da urlo: 2,3 milioni di dollari.

È un’auto davvero estrema, nel design, con il suo frontale fatto di tante prese d’aria e i fari LED nascosti, che le danno lo sguardo di un rapace, e la fanno sembrare progettata da alieni. Comunque, la vettura monta un motore V8 quad-turbo da 6,2 litri, in grado di erogare 1307 CV e 1767 N/m di coppia, per una velocità massima dichiarata di circa 401 km/h. L’auto sarò prodotta in appena 99 esemplari, sotto la gestione del CEO Markus Fux, ex pilota ADAC GT Masters e International GT Open.

Pagani Huayra BC (383 km/h)

Conclude la classifica un’italiana (stavolta, per davvero): la Pagani Huayra. Il fatto che sia l’ultima di questa classifica non vuol dire che sia un’auto docile! Monta infatti un motore V12 biturbo di origine AMG, che spinge un’auto che pesa meno di 1360 kg. 

Molto più potente della Huayra tradizionale, la Huayra BC può erogare 789 CV per un peso davvero risicato (1120 kg), lo stesso di una Honda Civic ma con una potenza cinque volte superiore. Ecco perché non sorprende che l’estrema italica arrivi a una velocità massima di 382 km/h!

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Rapiremo Niki Lauda: il romanzo giallo di Carlo Cavicchi

Kia Stonic GT Line suv da città

I migliori SUV cittadini di Marzo 2021: prezzi, consumi e caratteristiche

Bentley Bentayga Mulliner 2021

Bentley Bentayga Mulliner 2021: personalizzazioni “su misura”