iper ricarica

Colonnine IPER: come funziona la ricarica gratuita mentre si fa la spesa

Abbiamo fatto la prova e... funziona!

13 ottobre 2020 - 11:20

Avendo avuto in prova, di recente, la mia prima auto completamente elettrica, mi sono per la prima volta immedesimato nel mondo di chi deve abbandonare i distributori classici di benzina, e deve fare i conti con la ricerca delle colonnine di ricarica elettrica. Ho avuto modo di sperimentare diversi distributori elettrici, con alcuni che mi sono piaciuti molto, mentre altri sono decisamente da ripensare. Tra i migliori mi sento di eleggere le colonnine IPER, ovvero le soste di ricarica elettrica fornite dalla nota catena di ipermercati, che sono completamente gratuite e permettono di ricaricare un po’ l’auto mentre si fa la spesa o si fa shopping.

Come funziona la ricarica con le colonnine IPER

La ricarica con le colonnine IPER è davvero molto semplice. Si può procedere in due modi, ma in entrambi ricordate di avere sempre a portata di mano la vostra Carta Nazionale dei Servizi, ovvero la tessera sanitaria. È possibile, infatti, ricaricare tramite colonnine IPER sia sul momento, inserendo la tessera sanitaria nell’apposita fessura e poi selezionare la presa a cui attaccare e il veicolo, e il tempo di ricarica. Il massimo è di due ore. Tutto si fa molto velocemente, 5 minuti, giusto il tempo di prendere il cavo (Type2 o Type3A) e collegarlo alla vettura. Durante la ricarica, non è necessario rimanere nei pressi del veicolo, mentre il display è molto comodo perché mostra lo stato della ricarica.

L’altro modo è quello di registrarsi sul sito ufficiale, www.ricaricaev.it: in questo caso, dovete inserire i vostri dati, scegliere un username e indicare il numero della Carta Nazionale dei Servizi, che non è il Codice Fiscale ma è posto in basso, sul retro, a sinistra della data di scadenza della tessera. Dopo aver verificato l’account cliccando sul link che il sistema vi manda nella mail indicata, sarete registrati. La registrazione serve per prenotare la ricarica, anche se va detto che non tutte le Colonnine IPER possono essere prenotate.

La procedura appena indicata è valida per i cittadini italiani in possesso della tessera sanitaria. Gli stranieri (come i turisti di passaggio) possono consultare le istruzioni a loro rivolte a questo link: in sintesi, comunque, si tratta di andare nei punti di riferimento all’interno degli ipermercati per richiedere una tessera temporanea, oppure per richiedere un RFID di accesso temporaneo.

Servizio clienti, sempre pronto

In un paio di occasioni abbiamo contattato telefonicamente il servizio clienti, abbiamo trovato una persona sempre gentile e disponibile a risolvere qualsiasi problema. Considerando che si tratta di un servizio gratuito, non ce lo aspettavamo. Bravi!

Dove sono le colonnine IPER

Al momento sono 31 le stazioni di ricarica Iper, che in alcuni casi come nell’Ipermercato di Arese dispongono di tre stazioni di ricarica in vari punti del parcheggio. In ogni caso, qui l’elenco dei punti vendita IPER dove trovare le colonnine. Qui invece la mappa visuale.

COLONNINE RICARICA C/O I PARCHEGGI DEI C.C.

  • ARESE
  • GRANDATE
  • MONZA
  • PORTELLO
  • ROZZANO
  • SAVIGNANO
  • VARESE

COLONNINE RICARICA C/O I DISTRIBUTORI CARBURANTI IPER STATION :

  • ARESE
  • BREMBATE
  • LONATO
  • MONTEBELLO
  • ORIO AL SERIO
  • SERIATE
  • UDINE
  • CREMONA
  • CASTELFRANCO
  • VERONA
  • MAGENTA

Colonnine IPER: anche tra chi usa le auto elettriche ci sono i maleducati

Mi sento di dover concludere l’articolo con una sorta di “educazione alla ricarica”. Parliamo spesso di chi lascia la macchina non elettrica sul posto dedicato alle elettriche, ma abbiamo dovuto constatare che chi guida elettrico non è un santo. Troppe volte presso le colonnine si trovano auto elettriche la cui ricarica è terminata da ore, ma i cui proprietari trovano comodo lasciarla li. Un comportamento che abbiamo registrato in diversi ipermercati, e che impedisce di fatto di poter usufruire del servizio gratuito.

Le colonnine IPER, e in generale ogni stazione di ricarica elettrica, sono un servizio per tutti e tutti hanno diritto di usufruirne. Se siete in possesso di un’elettrica o ibrida plug-in, siate rispettosi degli altri, ed eventualmente impostate una sveglia sul telefono se impiegate più delle due ore consentite per fare i vostri giri, in modo da spostare l’auto e lasciare le colonnine IPER anche ad altri automobilisti che ne hanno bisogno!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Panda Elettra

Fiat Panda Elettra e Panda Aria e l’incredibile storia delle elettriche Fiat

Fiat 500 3+1

Fiat 500 3+1: i prezzi sulla 500 elettrica con tre porte laterali

Fiat Nuova 500e

Fiat Nuova 500e: svelati tutti i prezzi ufficiali