autovelox anti smartphone

Come funziona l’autovelox anti smartphone attivo in Olanda?

E' l'Olanda il primo paese in Europa a installare telecamere "intelligenti" per beccare i guidatori che utilizzano lo smartphone al volante. Un sistema che potrebbe essere ripetuto anche in Italia.

27 aprile 2021 - 9:00

Attenzione, utilizzare il cellulare alla guida, oltre che pericoloso, può essere una infrazione rilevata anche da un semplice autovelox. Succede nei Paesi Bassi dove è attivo un sistema autovelox anti smartphone entrato in servizio dopo la prima fase di test. Le nuove telecamere sono state installate sulle strade olandesi la scorsa settimana. Le foto dell’infrazione vengono inviate insieme alla multa che è di 240 euro.

Un bel deterrente, per chi non riesce proprio a staccare gli occhi, e le mani, dal proprio smartphone, pur sapendo che non si deve fare. Il problema è decisamente sentito in Olanda, dove durante i test  sono state registrate circa 400 infrazioni in un solo giorno.

Come funziona l’autovelox anti smartphone?

Il sistema registra tutte le auto che passano e scatta una foto digitale dall’alto, attraverso il parabrezza. Un software analizza la registrazione. Se non c’è nulla di anomalo, la foto verrà immediatamente cancellata. Se invece l’intelligenza artificiale, che è in grado di valutare se sia uno smartphone, un tablet o un navigatore satellitare, sospetta che il conducente stia usando un cellulare alla guida, scatta la segnalazione.

A questo punto le immagini vengono inviate automaticamente al CJIB, l’agenzia responsabile della raccolta delle multe. Un agente delle forze dell’ordine esaminerà personalmente le fotografie per verificare che non ci siano errori prima che venga emesso il verbale. Solo a questo punto partirà la multa da 240 euro al proprietario del veicolo per aver violato l’articolo che vieta a chiunque utilizzi un veicolo di tenere in mano un dispositivo elettronico mobile.

Tal punto di vista tecnico, si ottengono di immagini nitide e mirate. Le foto, come accennato precedentemente, vengono scattate dall’alto verso il basso a quegli automobilisti che stanno tenendo in mano uno smartphone. Sebbene l’angolazione della telecamera renda difficile vedere il volto del guidatore, le immagini sono sufficientemente chiare affinché vengano considerati come prove dell’infrazione.

Le telecamere funzionano giorno e notte e in tutte le condizioni atmosferiche e sono anche semplici da spostare. Si tratta infatti di piccole telecamere appoggiate su un treppiede: potenzialmente potrebbero essere spostate ogni giorno e installate su qualsiasi strada.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

poggiatesta Oasser per auto rimovibile

Il fantastico poggiatesta auto per dormire (quasi) come in business class

Parabrezza ghiacciato

Come sbrinare il parabrezza ghiacciato senza far danni

Nuova Kia Niro 2022

Nuova Kia Niro 2022: tanto spazio in un design futuristico