Blaupunkt Amsterdam TCM 127 Radiophone

Blaupunkt Amsterdam TCM 127: l’autoradio GSM delle youngtimer

Blaupunkt Amsterdam TCM 127 Radiophone era l'autoradio che arrivava dritta dalla fantascienza.

9 dicembre 2020 - 10:00

Torniamo indietro negli anni, quando verso la fine degli anni ’90 Blaupunkt Amsterdam TCM 127 Radiophone venne presentato come una delle più grandi novità nel mondo degli auto accessori. Si, oggi diamo per scontato l’uso del telefono in automobile grazie a collegamenti bluetooth dei nostri cellulari ai sistemi multimediali e di infotainment delle vetture, anche su modeste utilitarie. Non dimentichiamoci però che fino alla fine degli anni ’90 primi 2000 il telefono veicolare, poi sostituito nell’uso comune dai cellulari, è un qualcosa d’elitario, estremamente costoso e con parecchi limiti di funzionamento, dovuti sia alla tecnologia dell’epoca che al vincolo dei ponti radio per la trasmissione del segnale.

La prima autoradio di concezione moderna ad integrare sia le funzioni di telefono GSM sia di stereo di alta gamma è proprio il Blaupunkt Amsterdam TCM 127 Radiophone, comparso sul mercato italiano verso la fine del 1997. Si tratta di un impianto con slot DIN-1, quindi compatibile con il vano autoradio di dimensioni standard.  Il kit base comprende la radio con deck casette ed il microfono per il vivavoce, opzionali sono la  la cornetta con cavo a spirale da montare a cruscotto (TH 07) ed il satellite del telecomando da installare sul volante (RCT07) ; è possibile inoltre integrare l’impianto con il caricatore per i CD. Per il funzionamento del telefono è Indispensabile l‘installazione sul veicolo di un’antenna GSM da 900 mhz.

Il Blaupunkt Amsterdam TCM 127 è fornito di scheda, da inserire in apposito slot, che ha funzione d’antifurto, oltre a  permettere le chiamate d’emergenza. La potenza massima è di 4 X 35 watt, con RDS per la ricerca della miglior frequenza della stazione radio sintonizzata e funzione TA per la ricezione automatica dei notiziari sul traffico. E’ possibile utilizzare anche la funzione di sintonizzazione dei programmi regionali. Il display, non pensate ai variopinti touch screen pieni d’ icone tanto in voga oggi, qui si tratta di semplici cristalli liquidi, può essere impostato su tre colori diversi, ispirati a quelli dei quadri strumenti utilizzati negli anni ’90 delle principali Case automobilistiche: rosso, ambra e verde.

Veniamo alle funzioni del telefono del Blaupunkt Amsterdam TCM 127, che sono la parte più innovativa di questo stereo. Per l’utilizzo sotto rete GSM è fondamentale una sim formato carta di credito  dedicata al nostro apparecchio. Si possono prendere e ricevere chiamate come con un normale cellulare, sia in vivavoce che tramite l’apposita cornetta, pensata per dare una certa privacy alle conversazioni personali. Nella funzione vivavoce le chiamate si sentono sulle casse dell’auto.

Nella modalità di ricezione della radio in TA, in caso di chiamata in ingresso o in uscita, è possibile ascoltare la conversazione telefonica su uno o più dei quattro canali, lasciando quelli liberi alla trasmissione del notiziario; ovviamente si può escludere completamente la radio. L’impianto permette inoltre la modalità conferenza con altri due interlocutori, la possibilità di mettere in attesa una chiamata, la ricezione e l’invio degli SMS grazie al tastierino alfanumerico. Possono essere memorizzati nella rubrica un massimo di 25 contatti sulla radio e 199 sulla Sim. Il grosso limite di quest’impianto è l’assenza della funzione full duplex, per cui non si può intervenire in un  conversazione prima che l’interlocutore abbia smesso di parlare. Funzione poi introdotta sul successivo Blaupunkt Antares T60 GSM Radiophone, che sostituisce l’ Amsterdam alla fine del 2000.

Valutato secondo il giudizio attuale, l’Amsterdam TCM 127 è forse meno pratico di un kit vivavoce bluetooth che può essere adattato ad una qualsiasi autoradio, sia per quanto riguarda la poca praticità nell’uso di una SIM dedicata, che per la ricezione del segnale GSM; ovviamente è poi privo di tutta quella parte multimediale che un dispositivo bluetooth permette, come trasmissione di musica dal cellulare allo stereo di bordo della vettura.

Blaupunkt Amsterdam TCM 127 Radiophone: i prezzi attuali dell’usato

Possiamo comunque ritenere il Blaupunkt Amsterdam TCM 127 un  completamento sfizioso ed anche costosetto, visto che i prezzi di apparecchi nuovi sui siti di vendite online sono in linea di massima compresi tra € 300 ed € 670,  per le nostre  youngtimer prodotte a cavallo tra la metà e la fine degli anni ’90. Vista la particolarità di questo tipo di autoradio, direi che forse è  più adatto all’installazione su una berlina o station di gamma medio alta, su qualcuno dei primi grossi suv, o su sportive e cabrio di marchi blasonati, piuttosto che su utilitarie e compatte.

 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Land Rover Defender V8 2021

Land Rover Defender V8 2021: le nuove ed esclusive versioni speciali

Jeep Gladiator 2021

Jeep Gladiator 2021: la serie celebrativa “80 Anniversario”

Patente deteriorata: ritiro da parte delle autorità

Patente deteriorata: cosa fare, sanzioni e ritiro