General Motors ha confermato che uno dei suoi modelli di punta di Cadillac, l’ Escalade che è anche il più grande SUV del marchio, diventerà elettrico con il nome di Cadillac Escalade IQ.

Il suffisso, è ovvio, serve per omologarsi alla gamma elettrica di Cadillac, i cui modelli finiscono tutti, appunto, per -iq. Curiosamente, però, GM ha scelto stavolta di puntare su un modello noto e non su un “nuovo volto”, come invece accaduto per Lyriq e Celestiq.

Da Need for Speed all’elettrico

Cadillac, che aveva già registrato i nomi Escalade IQ ed Escalade IQL, ha anche di recente rilasciato un’immagine teaser. La foto non rivela nulla, se non un primo piano del nome del SUV elettrico.

Per i più giovani, l’Escalade è uno dei modelli più longevi del marchio, prodotto dal 1999 in cinque generazioni. Le più famose sono la seconda e la terza, che hanno occupato tutti i primi anni Duemila, quando comparivano in molte serie TV cult del periodo, come The O.C., e soprattutto potevano essere giocati in videogame molto in voga, come Need For Speed Undergound 2. Ai tempi, era insomma il simbolo del lusso americano e il primo e fortunato tentativo d’ingresso di Cadillac nel settore dei SUV.

Oggi la Escalade continua ad essere prodotta, anche se non presente in Europa a livello ufficiale, e a riscuotere successo in patria. La decisione di GM di renderla elettrica vuole forse seguire l’esempio della rivale Ford, che fin da subito ha creato versioni elettriche dei suoi veicoli più di successo, dalla Mustang Mach-E all’F-150 Lightning, dall’e-Transit al nuovo Explorer EV.

Cadillac Lyriq 2023

Non sappiamo come sarà l’Escalade IQ, se manterrà gli stilemi attuali o assumerà quelli degli altri modelli elettrici. Sappiamo però che debutterà entro la fine del 2023, e sarà uno dei tre nuovi modelli elettrici previsti per quest’anno. Inoltre, utilizzerà la batteria Ultium di General Motors, con capacità forse simile a quella del “cugino” Hummer EV, quindi di circa 177 kWh e tre motori elettrici da 830 CV.

Il peso? “Appena” 4 tonnellate.

—–

Qui il canale  Telegram di Quotidiano Motori. Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche su FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.