Nuova Ford Focus, prova su strada e impressioni della 1.5 TDCi ST Line

25 febbraio 2019 - 9:30

Il family feeling con la nuova Ford Focus è immediato e rispecchia quello che già si assaporava all’interno della Focus di terza generazione. Tanto spazio, sebbene sia migliorata l’abitabilità per chi sta dietro grazie ad un passo allungato, quindi una maggiore distanza tra le ruote anteriori e posteriori, una plancia pulita con pochi tasti, intuitivi e facili da usare nella ricerca delle funzioni, e la sensazione di essere al volante di un’auto di livello con una maggior qualità percepita sia nei materiali che nelle stoffe.

La versione ST Line, della nuova Ford Focus, è giusto evidenziarlo, riserva un volante sportivo, sedili avvolgenti rifiniti in pelle e decisamente comodi (lato conducente regolazione elettrica) e un quadro strumenti graficamente appagante. Quello che è cambiato radicalmente riguarda il posizionamento dello schermo touchscreen, che oggi troviamo da 8” e non più inserito nella parte centrale del cruscotto, ma a modi televisorino posto nella parte alta dello stesso, schema utilizzato su numerosi modelli di auto più recenti.

Nella plancia centrale notiamo la presenza di un portacenere (presente anche accendisigari), questione che Ford aveva un po’ abbandonato, mentre non è stata abbandonata la possibilità di avere un vano porta bibite ed in generale molti spazi da utilizzare per gli oggetti della vita quotidiana, compreso, attenzione la chicca, uno spazio riservato alla ricarica wireless della batteria dello smartphone, chiaramente per telefonini che la prevedono.

Commenta per primo