Nuova Hyundai IONIQ 5

Hyundai Ioniq 5: tutto quello che c’è da sapere sull’elettrica coreana

Trazione posteriore o 4x4, interni da concept car e un prezzo che potrebbe essere attorno ai 45.000 €.

23 febbraio 2021 - 19:00

Con Hyundai Ioniq 5 la casa coreana cambia tutto rispetto alla versione precedente. Ioniq è diventato una sorta di marchio all’interno di Hyundai dedicato specificatamente alle auto elettriche. Dopo Ioniq 5 arriveranno anche Ioniq 6 e 7, per completare una gamma in fase di allestimento.

Hyundai Ioniq 5 è un crossover dalle linee nette e decise che prendono spunto dalla Pony Coupé disegnata da Giugiaro nel 1974. Molti gli elementi personali che caratterizzano la nuova Ioniq come il cofano “a conchiglia” o l’assenza della mascherina, dopo la tendenza di griglie esagerate come nel caso di Bmw.  Al suo posto c’è una “sensor zone” che nasconde i sensori e i radar dei sistemi di ausilio alla guida. Ma si nota anche l’inclinazione di 45°del terzo montante del tetto oppure le maniglie a filo delle porte, i cerchi da 20” e le luci parametriche a led.

Per quanto riguarda le dimensioni, si parla di una lunghezza di 464 cm, larghezza 189 e altezza 161, con un passo di 300 cm e con le batterie posizionate nel pavimento per non togliere spazio a persone e bagagli secondo la filosofia “skateboard”.

Tanta tecnologia a bordo e sistemi di sicurezza. Si segnala la presenza dei sette airbag, il cruise control adattativo con funzione Stop&Go e il centraggio in corsia, la frenata automatica d’emergenza, anche in retromarcia in uscita dal parcheggio, le telecamere a 360 gradi. Non solo: c’è anche un head-up display a realtà aumentata, che trasforma il parabrezza in uno schermo.

 

All’interno spazio e tanto comfort

Grazie al pavimento piatto ma soprattutto al passo di 3 metri, c’è tanto spazio per guidatore, passeggeri e bagagli. Design  semplice, quasi minimalista in stile concept. Schienale sottile per i sedili con regolazione elettrica, in modo da avere più spazio per le gambe dei passeggeri posteriori. Spettacolare il fatto che possano essere reclinati all’indietro completamente, fino a permettere di assumere una posizione orizzontale, con tanto di poggiapiedi estraibile da sotto la seduta.

Al centro c’è il cosiddetto Universal Island, ovvero un mobiletto scorrevole che può essere spostato avanti o indietro. Meno azzeccati il cruscotto digitale ed il display del sistema multimediale. Si tratta di due display di 12,3”, uniti in un unico schermo a sbalzo come se fosse appoggiato o incastrato sulla consolle. Anziché sistemi a rotella c’è una bella leva del cambio al volante, grande e ben visibile. Un plauso per i materiali realizzati con tessuti derivati da fibre sostenibili, come componenti biologiche della canna da zucchero, filati di lana e polimeri ma anche fibre realizzate con bottiglie di plastica riciclate.

 

Trazione posteriore o 4×4 con due motori

Hyundai Ioniq 5 è proposta in due versioni, ovvero trazione posteriore o 4X4, con due livelli di potenza ciascuna. La versione a trazione posteriore ha il motore dietro, mentre la 4×4 offre un motore elettrico supplementare davanti.

Le potenze disponibili per la trazione posteriore sono di 170 CV o 218 CV, con 350 Nm di coppia massima. Sul fronte prestazioni l’accelerazione “0-100” è rispettivamente di 8,5 e 7,4 secondi. Per quanto riguarda la trazione integrale la potenza sale a 242 e oltre 300 cv combinati per una coppia massima di 605 Nm. In questo caso lo 0-100 è di 5,2 secondi oppure 6,1 secondi. Per tutte, la velocità massima è autolimitata a 185 km/h.

In quanto tempo si ricarica la Hyundai Ioniq 5?

Gli accumulatori installati hanno una potenza che varia da 58 kWh o da 72,6 kWh per le versioni più potenti. Secondo la casa consentono ricariche ultraveloci con 100 km di autonomia in meno di 5 minuti e di passare dal 10 all’80% in circa 18 minuti.

La Hyundai Ioniq 5 è anche capace di rigenerare le batterie delle e-bike o dei monopattini elettrici, grazie alla tecnologia della ricarica bidirezionale Vehicle-to-Load (V2L), mettendo a disposizione un sistema di alimentazione da 110 o 220 V, con due prese, una nell’abitacolo e una all’esterno. Non solo l’auto è dotata di tetto a pannelli solari, che dà un contributo nella ricarica delle batterie. La versione a due ruote motrici 2WD con la batteria da 72,6 kWh per la casa ha un’autonomia, con una sola ricarica, di 470/480 km.

 

Quando arriverà? E i prezzi?

Non ci sono ancora dati precisi, ma per quanto riguarda l’arrivo nelle concessionarie si parla della metà del 2021, più verosimilmente a settembre. Il prezzo, considerando anche quanto offerto dalla concorrenza, potrebbe aggirarsi sui 45.000 €.

 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

NuovoHyundai Bayon

Nuovo Hyundai Bayon: tutto quello che c’è da sapere

Volvo Cars

Volvo Cars annuncia che produrrà solo elettriche e svela la C40 Recharge

auto gpl

Incentivo Regione Lombardia su rottamazione e bollo auto per gpl e metano