Hyundai Seven Concept

Hyundai Seven Concept: il nuovo SUV elettrico dai materiali ecologici

Tutto quello che sappiamo su Hyundai Seven Concept

10 dicembre 2021 - 12:00

Dopo aver pubblicato qualche immagine in anteprima, il marchio coreano al salone di Los Angeles ha presentato Hyundai Seven Concept,  il prototipo che anticipa il nuovo SUV elettrico che farà parte della famiglia Ioniq, verosimilmente con il nome di Ioniq 7 come sembra anticipare anche il nome “Seven” del concept. Si aggiunge così alla nuova famiglia elettrica di Seoul, che nel 2022 si arricchirà della Ioniq 6, derivata dalla meravigliosa Prophecy Concept, la berlina con le forme morbide e affusolate che richiama le auto di lusso degli anni Venti del XX secolo.

Si posiziona infatti nel segmento premium, al pari della Ioniq 5 da noi di recente provata, e si vuole fare portatore di una nuova architettura interna, esperienza lounge, e pianale ottimizzato per i veicoli elettrici, con uno spazio ai vertici della categoria, e una sostenibilità che riguarda anche e soprattutto la gestione della batteria e i rivestimenti degli interni.

Hyundai Seven Concept: design dirompente

Secondo il marchio coreano, Hyundai Seven Concept include il futuro stilistico di Hyundai, e le innovazioni tecnologiche nell’era della mobilità. L’appartenenza alla famiglia è subito evidente, non solo per i fari con i Parametric Pixel LED, che rispetto a Ioniq 5 abbondano sia all’anteriore sia al posteriore, ma anche per il cofano “a conchiglia”, tanto apprezzato sulla berlina lanciata nel corso di quest’anno.

In generale, Hyundai Seven Concept è espressione della visione “Progress for Humanity” dell’azienda, con un approccio che mette l’uomo al centro, in modo da ridefinire le esperienze di tutti i giorni. La piattaforma è del resto la E-GMP, che è modulare e dedicata esclusivamente ai veicoli elettrici: in questo caso, il passo è stato allungato, mentre il tipico pavimento piatto di questa piattaforma permette di avere una nuova tipologia di veicoli.

Hyundai Seven Concept è un SUV che, come da ultima tradizione dell’azienda, si presenta particolarmente aerodinamico, grazie a un bordo basso anteriore del cofano, la linea continua del tetto, tutto per rompere con i tradizionali SUV a combustione interna. Imponente e presente su strada, si distingue per forme minimaliste. La presenza su strada è segnata anche dalle ruote con Active Air Flap integrati, che si aprono o chiudono in base alle necessità di raffreddamento dei freni, o di riduzione della resistenza aerodinamica.

Interni da “Open Space”

Decisamente iconici sono gli interni, dove si esprime al meglio la filosofia di massimo comfort per l’utente. Si tratta di veri e propri arredi, rivestiti di materiali sostenibili, che creano un ambiente premium e personalizzato, per un’esperienza di qualità che secondo il marchio riflette lo stile di vita degli acquirenti della gamma Ioniq, molto attenti sia alla sostenibilità che alla qualità dei materiali.

Il passo ha numeri da record: 3,2 metri di lunghezza, grazie allo spunto progettuale di spingere le ruote verso l’esterno. Nuova e alternativa è la disposizione delle fila dei sedili, con un layout più fluido. In particolare, spiccano le “Pillarless Coach Doors“, le porte che permettono un’entrata in grande stile e che lasciano intravedere un interno accogliente con una dimensione completamente nuova.

La tecnologia si riflette anche e soprattutto nelle poltrone. Per esempio, quella del conducente gode di una leva di comando retrattile che si nasconde quando non viene utilizzata, senza necessità del consueto equipaggiamento di guida. Gli schermi integrati, l’abitacolo ultrasottile, il design stesso ricercato dei sedili rendono l’interno di Hyundai Seven Concept un vero e proprio salotto. Non ultimo: le poltrone sono girevoli, ed è presente al posteriore anche un sedile a panca curvo, secondo una disposizione degli elementi mai vista prima su una vettura di questo genere.

“Universal Island”

Hyundai Seven Concept ha al suo interno anche una console “Universal Island”, ovvero elettrodomestici progettati ad hoc e un’interfaccia grafica multifunzionale, un vero e proprio “Smart Hub”. Sfruttando l’Hub, i sedili anteriori si possono combinare con quelli posteriori, rendendo la vettura un ambiente in cui le persone possono sperimentare momenti di estremo comfort sia da soli che in compagnia, nel bagliore della luce ambientale della porta laterale.

L’auto integra al suo interno anche un mini-frigo, dove poter tenere fresche le bevande per il viaggio. Ci sono poi scomparti per la cura delle scarpe che rinfrescano le calzature. Anche il tetto è high-tech: un vetro panoramico con schermo a sua volta panoramico che mostra i vari contenuti in base ai gusti dei suoi passeggeri, ma serve anche a garantire il massimo relax in viaggio.

Per garantire un’esperienza di viaggio sicura e sana, Hyundai Seven Concept oltre ai materiali eco-sostenibili offre caratteristiche orientate all’igiene, in particolare con l’Igiene Airflow System e la sterilizzazione UVC, con l’aria aspirata dalle prese sulle barre del tetto, ed estratta attraverso lo sfiato esterno, appena dietro le ruote posteriori. Oltre a questo, l’azienda ha utilizzato una bio-vernice per la tinta, mentre all’interno i rivestimenti sono minerali, e sono presenti anche legno di bambù, moquette, bio-resina tutte derivati da fonti rinnovabili.

Autonomia da viaggiatrice

Non ci sono dettagli sul motore, ma ciò che importa è l’autonomia: Hyundai Seven Concept promette un’autonomia di oltre 480 km e una capacità di ricarica “ultra-veloce”, con possibilità di supportare fino a 350 kW e recuperare dal 10 all’80% in circa 20 minuti.

Hyundai Seven Concept raccontata da suo “padre”

Di recente, Hyundai Seven Concept è stata anche protagonista del podcast bisettimanale “Are We There Yet”, realizzato dalla stessa azienda automobilistica e che si può ascoltare su tutte le principali piattaforme, da Spotify a Google Podcast. Il titolo dell’episodio è “Seven: il SUEV in cui si può davvero vivere“, ed è narrato da Simon Loasby, capo del design di Hyundai che si è unito alla conduttrice Suzy Perry per parlare della sua carriera nell’ambito del design automotive, e nello sviluppo del nuovo corso stilistico di Hyundai, chiamato “Sensous Sportiness”, e che ha già visto esempi nella nuova Tucson, in Bayon, nonché nella stessa Ioniq 5. Brevemente, Loasby è Head of Hyundai Styling dal 2019, ed è entrato nell’azienda due anni prima, nel 2017, come direttore di Hyundai Design in Cina. Prima dell’azienda coreana, ha maturato 25 anni di esperienza in Volkswagen, Rolls-Royce e Bentley.

Oltre a riflettere sulla sua carriera, e a raccontare com’è nata la sua passione, Loasby ha voluto focalizzarsi sull’importanza della filosofia estetica nella gamma Ioniq, di cui ogni modello “è come un set di scacchi”. Ciò significa che sono fatti per stare insieme, pur avendo ognuno un aspetto e un comportamento molto diverso. Il designer parla poi del suo viaggio a Los Angeles, luogo di debutto della Seven Concept, nel quale quello che in Hyundai chiamano “SUEV” (Sport Utility Electric Vehicle) ha mostrato i suoi tre pilastri costruttivi:

  • Salute e igiene;
  • Linea SUEV;
  • Guida autonoma di livello 4.

Questi portano la Hyundai Seven Concept a distaccarsi dal pensiero “convenzionale”, per dare una serie di caratteristiche che supportino le persone, la loro salute e le aiutino a svagarsi proprio grazie alla guida autonoma. Per questo, è l’auto dentro la quale si può vivere: “Possiamo ridare tempo alle persone anziché farle stare sedute a guidare. La tecnologia di guida autonoma ci dà la possibilità di giocare con lo spazio. Non è più necessario sedersi davanti a un volante e a pedali fissi. In futuro si potrà girare il sedile del conducente per essere in un ambiente lounge e fare una chiacchierata, oppure sedersi sulla chaise lounge a forma di L nel retro, o ancora far giocare i bambini seduti sul pavimento. Questo era quello che avevamo in mente per collegarci realmente all’interior design di una casa e al mondo dell’arredo” – ha spiegato Simon Loasby durante il podcast.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bentley Azure

Bentley Azure per Bentayga, Bentayga EWB, Flying Spur e Continental GT

Come scegliere le candelette

Come scegliere le candelette giuste per il vostro veicolo

filippo giustozzi

I pneumatici riciclati permettono di ottenere strade che durano il doppio