Jaguar C-type Continuation 70-Edition: due splendide limited edition

Caterina Di Iorgi
14/10/2022

Jaguar C-type Continuation 70-Edition: due splendide limited edition

Jaguar C-type Continuation 70-Edition sono le due nuove esclusive C-type Continuation nate per celebrare i successi ottenuti dalle pioneristiche vetture del 1953. Queste due Jaguar C-type Continuation arrivano settant’anni dopo che le C-type dell’epoca, equipaggiate con gli avveniristici freni a disco, raggiunsero l’apice del successo nelle competizioni sportive dominando nel 1953 la 24 Ore di Le Mans.

Quell’anno furono iscritte 4 Jaguar, che terminarono la gara al primo, secondo, quarto e nono posto. La coppia vincente di piloti era composta da Tony Rolt e Duncan Hamilton, che percorsero oltre 2.500 miglia (più di 4.000 km) ad una velocità media di 105,85 miglia orarie (oltre 240 km/h), battendo il precedente record e facendo diventare la C-type la prima auto a vincere la storica competizione con una velocità media di oltre 100 miglia orarie. Una testimonianza reale della straordinarietà di queste vetture Jaguar.

Jaguar C-type Continuation 70-Edition: caratteristiche

Jaguar C-type Continuation 70-Edition

Entrambe le C-type Continuation “70-Edition” sono state allestite con colorazioni e finiture evocative, con badge smaltati in argento realizzati a mano, cuciture e ricami “70-Edition” e con inserti tondi dipinti che riportano il numero di gara 70. La prima di queste limited edition è stata rifinita con un’esclusiva colorazione Verbier Silver e interni in pelle Cranberry Red. Questa combinazione cromatica non è mai stata più replicata e trae ispirazione dal Platinum Anniversary della C-type.

Jaguar C-type Continuation 70-Edition

La seconda vettura “70-Edition” è un tributo alla vittoriosa auto di Rolt e Hamilton del 1953, la C-type XKC051, ed è stata rifinita con i colori British Racing Green del Works Team e con interni in pelle Suede Green. Il logo “70-Edition” si ispira alle peculiarità visive della C-type e originariamente fu creato dal designer Jaguar Malcolm Sayer, famoso per aver dato vita alle forme della D-type e della E-type.

Ogni “70-Edition” presenta uno specifico alloggiamento per la chiave e un’esclusiva placca sul cruscotto realizzati dalla gioielleria Deakin & Francis.  Per queste limited edition hanno realizzato la placca del cruscotto utilizzando il serbatoio del carburante di una C-type del 1953.

Realizzati a mano impiegando oltre 3.000 ore di lavoro presso la divisione Jaguar Classic Works di Coventry, tutti i modelli C-type Continuation compresi i “70-Edition”, vengono costruiti seguendo le specifiche tecniche delle vetture del 1953.

Il motore

Jaguar C-type Continuation 70-Edition

Sotto il corpo vettura in alluminio, è alloggiato un motore di 3,4 litri con sei cilindri in linea, la cui costruzione ha richiesto nove mesi. Questa unità è dotata di tripli carburatori Weber 40DCO3 meticolosamente rinnovati, che producono 220 CV di potenza. Il team di Jaguar Classic ha riposto una maniacale attenzione al dettaglio. Analizzando il materiale di repertorio, le immagini del serbatoio del liquido dei freni hanno mostrato che, sulle auto originali, questo elemento presentava delle staffe, senza dubbio progettate per l’applicazione su un altro veicolo, ma che sulla C-type non avevano alcuna funzionalità. Per la massima autenticità con i modelli dell’epoca, le C-type Continuation mantengono questa anomalia costruttiva.

Jaguar C-type Continuation 70-Edition

Le prime C-type Continuation sono state completate e sono pronte per essere consegnate ai loro entusiasti proprietari in tutto il mondo. Tutti i modelli Continuation sono approvati dalla FIA e idonei a partecipare ai vari eventi riservati alle auto storiche, tra cui la Jaguar Classic Challenge, che si svolge su una grande varietà di circuiti compresi quelli di Le Mans e Silverstone.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.