David Gandy Jaguar XK120: il restauro tailor made

Ci sono volute ben 2.700 ore di lavoro per il restauro della Jaguar XK120 di David Gandy.

18 maggio 2019 - 9:00

David Gandy Jaguar XK120 – David Gandy è riuscito a realizzare uno dei sogni della sua vita, portando a compimento il restauro di una Jaguar XK120 originale del 1954.
 
Dopo un’opera ricostruttiva di ben 2.700 ore eseguita dal team di Jaguar Classic, il modello britannico ha presentato la sua auto nel corso di un evento esclusivo a St Tropez.


 
La vettura originale, che è stata trovata dentro un cespuglio in California, è stata registrata nel 1954 come modello con guida a sinistra. Successivamente è stata portata nella contea di Warwickshire nel Regno Unito, per essere restaurata attraverso il lavoro del team di Jaguar Classic e secondo le specifiche indicazioni dello stesso David.

Traendo ispirazione dalla versione originale della XK120 Lightweight, l’ambizione di Gandy era quella di rinnovare l’iconica Jaguar attraverso elementi moderni, in modo anche da rendere l’auto “Ready to Race” per gareggiare nelle famose competizioni riservate alle auto d’epoca.

David Gandy aveva già guidato una Jaguar XK120 alla Mille Miglia sia nel 2013 che nel 2014, ed è allora che si è appassionato a questa vettura. Il modello ha già guidato la sua Jaguar a Monaco in occasione dell’E-Prix.

Ogni fase della progettazione e del restauro, sia per l’interno che per gli esterni dell’auto, è il risultato del lavoro sinergico tra Gandy e il team di Jaguar Classic.

Le esperienze maturate nel corso della sua eccellente carriera nell’ambito della moda e l’aver lavorato con alcuni dei più rappresentativi e creativi brand al mondo, hanno consentito a Gandy di lavorare a stretto contatto con gli specialisti di Jaguar Classic, per ricostruire in modo meticoloso ogni componente dell’auto. I frutti di questo lavoro hanno apportato miglioramenti al motore e al sistema di frenata, oltre ad una fantastica finitura di colore nero per la carrozzeria, composta da 13 litri di vernice applicata in quattro distinti passaggi.

Rifinita con interni in pelle color marrone chiaro Aged Saddle, le ulteriori personalizzazioni dell’auto hanno previsto uno sterzo da 15 pollici di minori dimensioni e un sedile anteriore a trama reticolare su misura, calibrato sulla statura di oltre 190 cm di David.
 
Il progetto è stato completato in 11 mesi, appena in tempo per consentire a David di prendere le chiavi e guidare la sua XK120 insieme ad altre storiche vetture Jaguar, in occasione dell’ultimo E-Prix di Monaco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

14 cose che capitano quando hai l’auto nuova

10 controlli auto prima di partire

Mercedes-AMG GT3: un missile su quattro ruote