Mercedes Classe G compie 40 anni

Mercedes Classe G, l'icona del fuoristrada di lusso compie quarant'anni e sembra ieri.

11 febbraio 2019 - 16:00

Mercedes Classe G compie 40 anni. Fin dall’inizio, Classe G dimostra tutto il suo carattere divenendo ben presto un’icona del settore automobilistico. Versatile come fuoristrada ma altrettanto perfetto per l’uso quotidiano, il modello G ha continuato ad evolversi nel corso dei decenni. E proprio grazie al costante lavoro di sviluppo e restyling della Stella, la vettura vanta un look sempre fresco e sempre attuale.

La storia di Mercedes Classe G

L’idea di Mercedes Classe G viene concepita nell’estate 1969. Nel 1971 prende per la prima volta piede l’idea di costruire un fuoristrada che coniughi incredibili doti off-road con un buon comportamento su strada. Lo sviluppo procede con slancio e ad Aprile 1973 quando è già pronto il primo modello in legno.

La configurazione definitiva con una silhouette dalle linee essenziali è opera del Mercedes-Benz Design, guidato da Bruno Sacco. I designer di Mercedes riescono a coniugare sapientemente le ampie superfici lisce della carrozzeria con incredibili caratteristiche tecniche, come il grande angolo di sbalzo anteriore e posteriore ed un’altezza relativamente elevata della vettura, a fronte di una larghezza complessiva piuttosto esigua. Fin dall’inizio, Mercedes Classe G viene prodotta nello stabilimento Puch di Graz-Thondorf. Qui, da maggio 2018, viene prodotta anche la nuova Classe G serie 463. La produzione di serie prende il via a febbraio 1979, poco dopo l’anteprima mondiale, ed è affidata a Geländefahrzeug Gesellschaft (GfG), fondata nel 1977.

Il primo modello G ad essere lanciato sul mercato è quello della serie 460. Si tratta di un fuoristrada con interni sobri ed, al contempo, una serie di highlight tecnici di rilievo a livello di trazione. Le capacità off-road sono garantite da un’efficiente trazione integrale inseribile di serie con bloccaggio longitudinale, nonché da bloccaggi del differenziale a richiesta sull’asse anteriore e posteriore, che entrano nella dotazione di serie a partire dal 1985. La struttura del telaio e gli assi rigidi con molle elicoidali regalano versatilità d’uso e robustezza in fuoristrada. All’inizio della produzione sono disponibili i modelli 240 GD e 300 GD con motore diesel, a cui si aggiungono i tipi 230 G e 280 GE con motore a benzina. È possibile scegliere tra due diversi passi (2.400 e 2.850 mm) e diverse varianti di carrozzeria (vettura aperta, station-wagon chiusa e furgone con fiancate chiuse).

Grazie ad una serie di interventi di restyling di ampio respiro, la tecnologia del modello G fa passi da gigante. Così, ad esempio, nel 1990 la serie 463 viene offerta con trazione integrale permanente, che sostituisce quella integrale inseribile in uso fino a quel momento. Successivamente per la potente Mercedes Classe G, vengono impiegati motori ad otto ed addirittura dodici cilindri.

Nel 1999 viene inaugurato un capitolo di particolare successo. In quell’anno G 55 AMG diventa il nuovo modello top di gamma della serie 463. La vettura costituisce la base per il lungo successo di Classe G nella versione High Performance di Mercedes-AMG. Fondamentali in questo senso sono, tra l’altro, G 55 AMG Kompressor (2004), G 63 AMG e G 65 AMG (entrambe del 2012), G 63 AMG 6×6 (2013) ed, infine, la versione Mercedes-AMG G 63 della nuova Classe G, presentata nel febbraio 2018 (consumo di carburante nel ciclo combinato: 13,1 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 299 g/km).

Arrivata al quarto decennio di storia, Classe G è come sempre in grado di affrontare con successo tutte le sfide, come dimostrato anche da altri modelli esclusivi come G 500 4×4² del 2015 e Mercedes-Maybach G 650 Landaulet del 2017, prodotta in appena 99 esemplari. Entrambe le versioni dell’iconico fuoristrada aprono nuovi orizzonti per Classe G. Così G 500 4×4² definisce nuovi standard di riferimento per quanto riguarda l’idoneità al fuoristrada (ora superiore grazie agli assi a portale), mentre Mercedes-Maybach G 650 Landaulet porta una ventata di lusso e ricercatezza superiore anche nel mondo off-road.

Mercedes Classe G: una tradizione che continua

La nuova generazione della serie 463 viene presentata in anteprima mondiale a Gennaio 2018 in occasione del Salone di Detroit. Il primo modello presentato è Mercedes-Benz G 500, seguita poco dopo da Mercedes-AMG G 63. A dicembre 2018, G 350 d, e quindi la terza variante di motorizzazione con il moderno motore diesel OM 656, fa il suo debutto sulla scena internazionale. Con la nuovaMercedes Classe G serie 463, G si reinventa ancora una volta introducendo importanti highlight tecnici.

Una cosa rimane costante nel tempo: le doti fuoristradistiche. La nuova Mercedes Classe G supera le generazioni precedenti sotto molti punti di vista.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Opel Corsa GSi, 150 cv di puro divertimento

Audi R8, al via gli ordini in Italia

Noleggio auto: consigli per non farsi fregare