Milano Autoclassica 2022: tutte le auto da vedere assolutamente

Robin Grant
16/11/2022

Milano Autoclassica 2022: tutte le auto da vedere assolutamente

Si terrà dal 18 al 20 novembre Milano Autoclassica 2022, dodicesima edizione della fiera dedicata alle auto storiche e youngtimer che hanno scritto pagine importanti nell’automobilismo, come di consueto a Rho Fiera Milano.

Tra i numerosi espositori, come al solito le aste, ma anche alcune invitanti anteprime di marchi ben noti.

Sarà presente lo stand Heritage Stellantis, le cui protagoniste sono tutte vetture firmate Abarth Classic per il progetto “Reloaded by Creators”. In attesa di scoprire la prima elettrica dello Scorpione, la Abarth 500, lo storico marchio omaggia il centenario del circuito di Monza con la Fiat Nuova 500 elaborazione Abarth Record del 1958, che proprio a Monza conquistò diversi primati.

Si tratta dell’originale elaborata da Carlo Abarth, con motore da 26 CV e 118 km / h di velocità massima, che corse al Tempio della velocità per 168 ore consecutive e ottenne 6 record internazionali. Di fianco, Abarth svelerà una novità assoluta di cui ora non sappiamo nulla, ma che potrebbe essere proprio la 500 elettrica.

Milano Autoclassica 2022

Abarth Classiche 1000 SP, prima vettura a fregiarsi del badge “Classiche”, omaggia la Sport Prototipo del 1966, tra i più amati dell’azienda, e ne rappresenta la reinterpretazione contemporanea, con linee sinuose e morbide, livrea rossa, prese d’aria sul corpo vettura e fanaleria minimalista. Ha un motore 1742 cc e 240 CV di potenza.

Le altre leggende italiane

Grande ritorno per la Kimera EVO37, restomod della Lancia 037 Stradale che ha debuttato in anteprima ad Autoclassica del 2021. Le sue forme richiamano quelle della storica vettura Lancia, con frontale a quattro fari circolari ora full LED, e cofano con “bugna” centrale ma con l’aggiunta di riferimenti espliciti ad altre vetture italiane, distintesi nei rally.

Il motore a 4 cilindri in linea da 505 CV, 550 Nm di coppia, a trazione posteriore, intrepreta al massimo la filosofia del Restomod e abbina il fascino di regina dei rally alle peculiarità di una sportiva moderna. Novità di quest’anno l’edizione con i colori della bandiera italiana: Esmeralda in verde, Penelope la bianca con livrea Martini, Victoria in rosso.

Milano Autoclassica 2022

Ferrari Classiche porta 4 modelli iconici. La prima è Ferrari 308 GTB, seconda auto stradale a motore V8 di derivazione GT4 (ma con lubrificazione a carter secco) di Maranello che segnò un ritorno allo stile Pininfarina. Segue Ferrari 512 TR (Testarossa), sempre di Pininfarina, che  disegnò una linea innovativa e di notevole impatto visivo, caratterizzata da prese d’aria laterali molto pronunciate e da dimensioni più grandi del modello precedente.

L’evoluto 12 cilindri boxer era diventato a quattro valvole per cilindro ed era, in quel periodo, il motore più potente installato su di un’auto sportiva di serie. Infine, la Ferrari 365 GTB4 “Daytona”, evoluzione della 275 GTB4 e pietra miliare nella storia dei coupé con motore anteriore ad altissime prestazioni. Ancora design di pininfarina, abbinato a un motore V12 alimentato dai sei Weber doppio corpo da 40mm, e con distribuzione dei pesi ottimale anche grazie al cambio posteriore con sistema transaxle, formano un insieme di raro equilibrio che garantisce sensazioni di guida uniche.

Milano Autoclassica 2022

Presente anche Maserati con la Mistral, erede della 3500 GT e 3500 GTI con motore da corsa a 6 cilindri in linea da 3.5, 3.7 (quella esposta a MAC) o 4.0 litri. La scocca era realizzata in acciaio, ma le porte e il telaio del lunotto posteriore erano in alluminio, per ridurne il peso. Insieme a lei, una Maserati 3500 GT Spyder Vignale, la variante en plein air della famosa 3500 GT carrozzata dal maestro carrozziere Alfredo Vignale di Torino.

Le icone di Lotus

Mentre la sua contemporaneità e il suo futuro vanno in elettrico e a ruote alte, il suo passato è ricco di icone più classiche e le due epoche si fondono a Milano AutoClassica. Parliamo di Lotus, che espone 5 modelli, di cui 4 sportive e un Hyper SUV con due anteprime italiane, portate da PR Lotus Bergamo.

Il grande pubblico potrà qui conoscere da vicino per la prima volta la Lotus Eletre, l’hyper SUV elettrico del marchio e non ancora in commercio, insieme alla Emira (l’ultima a motore endotermico) e alla velocissima elettrica Evija. Tre le varianti del SUV: Eletre, Eletre S ed Eletre R, con propulsori di 603 o 905 CV.

Lotus Emira

Due invece le Emira V6 First Edition, mai viste a un Salone Automobilistico, in Seneca Blue e Venom Red, insieme a una Elise Cup PB-R competizione, Elan S2 ed Exige 240R Limited Edition.

Il ritorno di Alpine

Alpine presenzia invece con 4 modelli. Due le A110 GT, in blu abisso e grigio tuono, insieme alla A110 S in Arancione con 300 CV e aerodinamica ottimizzata nei minimi dettagli.

Milano Autoclassica 2022

Debutta anche la nuova Alpine A110 Tour de Corse 75, che si ispira alla berlinetta numero 7 che prese parte al Tour De Corse nel 1975, con design iconico, sempre con motore da 300 CV e prestazioni emozionanti in grado di rievocare il “rally delle 10.000 curve”, appunto quello di Corsica.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news