Un poliziotto tenta di fermare un’auto a guida autonoma, ma lei se ne va

Robin Grant
12/04/2022

Un poliziotto tenta di fermare un’auto a guida autonoma, ma lei se ne va

Un agente di polizia di San Francisco ha di recente provato a fermare un’auto a guida autonoma di Cruise, il dipartimento specifico di General Motors, ma la vettura l’ha proprio ignorato.

Un incontro comico tra il poliziotto e la Chevrolet sperimentale, avvenuto in quanto il malcapitato lavoratore aveva notato che stava circolando di notte a luci spente.

Il difficile passaggio dalla guida autonoma

La transizione verso auto che si guidano da sole non sarà semplice, e forse per gli operatori di polizia lo sarà ancora di più. Alla fine, infatti, il poliziotto è riuscito a fermare la vettura, ma le cose si sono fatte ancora più grottesche: l’agente, accortosi che al suo interno non c’è nessuno, torna alla sua auto di pattuglia per gli accertamenti, ma nel frattempo la Chevy se ne va, fermandosi poco più avanti.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/llsethj/status/1512960943805841410?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1512960943805841410%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fjalopnik.com%2Fembed%2Finset%2Fiframe%3Fid%3Dtwitter-1512960943805841410autosize%3D1″]

Cos’è successo? Di fatto, il sistema di intelligenza artificiale dell’auto è stato troppo ligio al dovere, ovvero ha cercato un posto migliore per fermarsi, considerato più sicuro secondo gli standard indicati in fase di scrittura software.

Cruise ha ottenuto i permessi per far circolare i suoi robotaxi a inizio 2022: all’inizio solo per i suoi dipendenti, ma ora con possibilità di effettuare corse gratuite per i cittadini, seppur con delle restrizioni: non può andare oltre i 50 km/h, e le auto devono restare ferme in condizioni di bassa visibilità, come la pioggia forte.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news