Renault Zoe Cab

Renault Zoe Cab: cos’è e perché è importante l’elettrica a guida autonoma

La guida autonoma, a Parigi

15 ottobre 2019 - 13:00

Il gruppo francese da il via alla sperimentazione pubblica del proprio servizio on demand di veicoli autonomi, elettrici e condivisi effettuato con due speciali prototipi di Renault Zoe Cab all’interno del campus urbano di Paris-Saclay. Dal prossimo 14 Ottobre fino all’8 Novembre 2019 un gruppo appositamente selezionato avrà il compito di testare il servizio non solo dal punto di vista tecnico, ma anche di valutare come viene percepito dai clienti finali e utilizzato nei propri spostamenti quotidiani. Si tratta di un vero e proprio studio sociale che permetterà a Renault di centrare in futuro i suoi servizi di mobilità on demand elettrici e condivisi.

Il progetto “Paris-Saclay Autonomous Lab” è stato avviato per valutare un sistema completo di trasporto autonomo costituito da veicoli autonomi, dispositivi di supervisione, un’infrastruttura connessa e un’app cliente, elementi fondamentali per lo sviluppo di un servizio di mobilità alternativa impiegato su vasta scala. I prototipi Renault Zoe Cab offriranno un servizio diurno disponibile dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 18.00 all’interno del campus di Paris-Saclay permettendo ai partecipanti alla ricerca, studenti, insegnanti, ricercatori, imprenditori e personale amministrativo, di spostarsi in tutta libertà dalle scuole ai laboratori, ma anche uscire per andare a pranzo o praticare sport. Al termine della sperimentazione, i partecipanti alla ricerca saranno invitati a condividere la loro opinione sul servizio proposto, la App mobile per le prenotazioni, il comfort dei veicoli e i servizi offerti a bordo.

Renault Zoe Cab: i prototipi e la sperimentazione

Due i prototipi di Renault Zoe Cab ideati per la sperimentazione all’interno del campus universitario parigino. Si tratta di auto che, per le loro caratteristiche particolari anticipano quello che sarà il futuro della guida autonoma e che prevedono inedite configurazioni dell’abitacolo con porte ad ala di gabbiano, sedili dotati di display touch screen condivisi o individuali, altoparlanti e porte USB e con i passeggeri che siedono uno di fronte all’altro.

I veicoli possono essere prenotati tramite un’app realizzata ad hoc per la sperimentazione di Renault Zoe Cab con la quale l’utente può chiamare un veicolo in tempo reale oppure prenotarlo, precisando il punto di partenza, la destinazione e il numero dei passeggeri.

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter  /// Telegram /// Flipboard

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

intelligenza artificiale bosch driver monitoring distractions1

Le telecamere e l’intelligenza artificiale per la sicurezza

diesel

Cala il consumo di gasolio ma non è un “crollo”

auto a gpl nel 2020

Auto a GPL nel 2020: l’elenco aggiornato e listino prezzi