Com’è andata la prima Indy Autonomous Challenge d’Europa

Alla prima Indy Autonomous Challenge d’Europa, tenuta a Monza, ha vinto in casa PoliMove, la squadra del Politecnico di Milano

Si chiama PoliMove la scuderia del Politecnico di Milano che corre alla Indy Autonomous Challenge. E che, nella prima gara europea tenuta proprio a Monza durante il Milano Monza Motor Show, porta a casa la sua seconda, importante vittoria. Una vittoria casalinga.

La squadra capitanata dal professor Sergio M. Savaresi ha vinto anche a Las Vegas nel gennaio del 2023 durante la prima gara head-to-head, ma la vittoria al Tempio della Velocità sicuramente è motivo di un orgoglio ancora più grande. Il debutto europeo del motorsport a guida autonoma, organizzato e sostenuto da alcuni dei più grandi atenei al mondo, si può dire sia stato un successo anche di pubblico, per la prima volta incuriosito anche da una manifestazione di questo tipo.

Una vittoria non priva di problemi

Come ha dichiarato lo stesso Savaresi in un’intervista rilasciata al quotidiano locale MB News, è stata una vittoria sudata, tanto che il team ha dovuto uosare un’auto di riserva, con rottura del motore proprio all’ultimo giro.

IAC ha debuttato all’Indianapolis Motor Speedway nel 2021, dove ha sede, e organizza una serie di competizioni tra vetture da corsa autonome, le Dallara AV-21, guidate da software programmati dai migliori team universitari di ingegneria e tecnologia di tutto il mondo, con talenti provenienti in particolare da USA, Italia, Germania e Corea del Sud. A gennaio 2023, IAC ha esteso le sue competizioni anche ai circuiti urbani stringendo infine una partnership biennale col Milano Monza Motor Show per proporre competizioni anche a Monza.

Nei tre giorni del Mimo, infatti, le vetture sono scese in pista per due sessioni di prova e per la gara finale, tenuta appunto il 18 giugno con vittoria del team PoliMove sugli altri team, costituiti da:

  • TUM Autonomous Motorsport, dall’Università Tecnica di Monaco di Baviera, Germania;
  • KAIST dal Korea Advanced Institute of Science and Technology, Corea del Sud;
  • TII Unimore Racing, dall’Università di Modena e Reggio Emilia, Italia;
  • MIT-PITT-RW, team condiviso tra il Massachusetts Institute of Technology (USA), l’Università di Pittsburgh (USA), il Rochester Institue of Technology (USA) e l’Università di Waterloo (Canada);

La tre giorni del Mimmo arriva dopo numerosi giorni di prove pratiche sul circuito monzese, che sono iniziate il 13 aprile 2023 e protratte ogni settimana fino al 6 giugno scorso.

Il motorsport per le auto da strada

Al pari della Formula 1 e di molti altri motorsport, anche IAC ha il duplice obiettivo di incrementare lo sviluppo di tecnologie che poi vengono implementate sulle auto da strada. In questo caso, naturalmente, “spingere al limite le tecnologie per la guida autonoma“, dichiara sempre il professor Savaresi, per mettere alla prova i sistemi alzare il livello di innovazione.

PoliMove ha inoltre ricevuto la prima licenza ufficiale di guida per un pilota virtuale, rispettando le normative ACI più recenti e ponendosi tra i primi team mondiali a ottenere questo risultato.