Casa Seat Barcellona

Casa Seat Barcellona: un luogo dedicato al dialogo sul tema della mobilità

Casa Seat sarà l'hub di riferimento per la mobilità urbana di Barcellona.

5 giugno 2020 - 17:00

Casa Seat Barcellona – Casa Seat apre le porte per la prima volta e svela tutto ciò che offrirà al suo interno non appena sarà possibile l’apertura fisica, prevista per le prossime settimane. La presentazione virtuale coincide con l’apertura al mondo di Casa Seat, una pietra miliare per il marchio, situata nel centro nevralgico della città.

Lo spazio intende posizionarsi come un hub di riferimento per la mobilità urbana, uno dei pilastri strategici di Seat. Questo brand experience centre sarà lo spazio deputato alla condivisione di progetti ispirati a mobilità sostenibile e cultura urbana di Barcellona.

Casa Seat Barcellona: il Concept Lab

I futuri modelli di Seat e Cupra e tutte le novità dell’unità di business dedicata alla Mobilità Urbana nasceranno e saranno esposte a Casa Seat, per la precisione al secondo piano dell’edificio, dove si trova il suo cuore pulsante, il Concept Lab. In questo spazio lavoreranno i designer della casa automobilistica nelle fasi iniziali dello sviluppo dei nuovi modelli. Dal Concept Lab svilupperanno le proposte più innovative ispirati dalla luce e dallo stile vibrante di Barcellona. Allo stesso modo, chi visiterà Casa Seat si potrà lasciar sorprendere dall’innovativa esperienza fisica e digitale dello showroom situato al primo piano, dove verranno mostrati gli ultimi modelli, oltre alle nuove soluzioni di mobilità urbana promosse dall’azienda.

Casa Seat Barcellona: l’edificio iconico dell’architetto Carlos Ferrater

Il rinomato architetto Carlos Ferrater e il suo studio Office of Architecture in Barcelona si sono occupati del progetto di ristrutturazione dell’edificio che ospita Casa Seat. L’intento era renderlo un’agora e una vetrina della città grazie all’ubicazione emblematica che, dividendo l’edificio in due volumi indipendenti, forma un passaggio da Paseo de Gracia fino alla Chiesa di Pompeia.

Il progetto di Ferrater intende Casa Seat come punto nevralgico di incontro nella città. Per questo motivo, l’architetto ne ha rafforzato i pilastri frontali della struttura, liberandone gli angoli e curvando tutta la superficie della facciata. Tre interventi per ciò che risulta essere una facciata tondeggiante e continua, che conferisce all’edificio un carattere aperto, singolare e accogliente.

Ciò è reso possibile dalle vetrate curvilinee e serigrafate in bronzo, elemento unico al mondo, che rafforzano inoltre la trasparenza dell’edificio, il cui carattere e l’attività culturale saranno ben visibili da chiunque passi di lì. Casa Seat vanta le vetrate curvilinee più grandi di Spagna, create con l’obiettivo di convertire l’edificio in un’icona visiva di Barcellona. Nell’insieme è una reinterpretazione contemporanea degli edifici caratteristici degli Eixample barcellonesi. Un edificio che celebra la storia dell’urbanismo di Barcellona, proiettando nel contempo la città verso il futuro.

Casa Seat Barcellona: il design degli interni

“Gioca con lo spazio come se fosse tuo”. Questa è la massima che desidera trasmettere il design di interni progettato dallo studio di Lázaro Rosa-Violán per Casa Seat. Nelle parole dell’architetto, “si tratta di uno spazio dinamico e in divenire, di cui il design sarà parte integrante”. Uno spazio accogliente che mostra il legame di Seat con Barcellona e i valori distintivi che la contraddistinguono come città aperta, moderna, creativa e d’ispirazione.

Lázaro Rosa-Violán e il suo studio hanno concepito gli interni in una palette di colori ampia e vivace, in cui predomina il color mattone, il verde chiaro e l’azzurro, tutti saturi, per rendere lo spazio dinamico e accogliente. La saturazione permette inoltre di accentuare la qualità dei materiali utilizzati, in arrivo da fornitori locali. Tra questi spicca il micro cemento, utilizzato in diverse texture nei quattro piani e accostato ad alcuni elementi in legno che conferiscono a Casa Seat un carattere moderno e, nel contempo, accogliente.

Merita sottolineare che la vera protagonista dello spazio è la luce. Da un lato spicca la luce di Barcellona, filtrata dalla grande facciata di cristallo, equipaggiata con un sistema di persiane motorizzate che rende Casa Seat un edificio sostenibile grazie alla riduzione della necessità di refrigerazione; dall’altra parte, spicca la luce all’interno dei suoi spazi, lavorata accuratamente in bagni indiretti tramite lampade di design e antiquariato per creare un’atmosfera calda e accogliente. La luce di Barcellona e quella interna convivono con elementi singolari come gli sgabelli con le molle e/o i murales – sia che siano decorativi, sia che siano relazionati in qualche modo con la meccanica e il movimento – creando una connessione tra lo spazio e il settore automotive.

Casa Seat Barcellona: la gastronomia di Ametller Origen

Casa Seat conterà inoltre su un caffè-ristorante diretto da Ametller Origen, la cui offerta gastronomica verterà sui prodotti stagionali. Così, la parte di ristorazione rappresenterà un’ulteriore attrazione dello spazio grazie a un’offerta gastronomica in cui nutrizione salutare, sostenibilità e rapporto qualità/prezzo la faranno da padrone. Allo stesso modo, al piano terra sarà adibita un’ampia zona relax in cui conversare comodamente, curiosando tra gli ultimi prototipi e concept dell’azienda, o incontrarsi e sviluppare nuovi progetti nell’area di coworking in collaborazione con imprese giovani ed emergenti.

Casa Seat Barcellona: cultura urbana ed innovazione

Per integrarsi nell’ecosistema culturale, artistico e impresariale della città, Casa Seat conta su un ampio calendario di attività, dibattiti, concerti e workshop che vedono protagoniste la cultura urbana, la mobilità, la sostenibilità e la tecnologia. Con l’impegno di offrire ai cittadini proposte innovative e rilevanti, fino all’apertura fisica dello spazio le attività previste nel calendario avverranno in formato digitale.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bianco, rosso e Verdone

Le auto esilaranti di “Bianco rosso e Verdone” [Film]

Profumo per auto: i diffusori più interessanti e stilosi

Aria condizionata in auto: consigli per viaggiare freschi e consumare meno

RAI RADIO 1

Frequenze Radio 1 FM 2020: elenco completo per regione e provincia