Car2X: Volkswagen e Siemens parlano con i semafori

Grazie alla WLANp, in futuro i veicoli Car2X saranno in grado di comunicare con i semafori

7 ottobre 2018 - 17:37

Car2X: Volkswagen e Siemens vogliono migliorare la sicurezza stradale, in particolare degli incroci. Per questo, sono state sviluppate nuove funzioni per lo scambio locale di informazioni tra veicoli e infrastrutture digitali di trasporto. Il sistema utilizza la tecnologia Car2X WLANp (ITS-G5) ed è in fase di test nella città di Wolfsburg (Germania).

Nell’ambito di un progetto comune, la Municipalità di Wolfsburg, Volkswagen e Siemens stanno realizzando un tratto di prova su una delle strade principali della città in cui dieci sistemi di segnalazione del traffico trasmetteranno informazioni relative allo stato dei semafori attraverso la tecnologia WLANp (ITS-G5). I futuri veicoli Car2X saranno in grado di elaborare i dati trasmessi e informare il guidatore, per esempio, che c’è una cosiddetta “onda verde”. In questo modo, si possono evitare frenate o accelerate superflue. Nel prossimo futuro, le funzioni di assistenza saranno in grado di farlo senza bisogno di intervento da parte del guidatore.

Le funzioni di segnalazione dello stato del semaforo al veicolo migliorano il flusso del traffico. Ci si augura che questo progetto contribuirà anche a migliorare la sicurezza stradale generale. Per farlo, due incroci di Wolfsburg verranno presto equipaggiati con una moderna sensoristica in grado di rilevare pedoni e ciclisti.

Car2X: tecnologia in costante evoluzione

I dati del semaforo vengono integrati con le informazioni dell’infrastruttura circostante. Questi arrivano al veicolo grazie alla tecnologia Car2X WLANp che verrà introdotta dalla Volkswagen il prossimo anno. L’integrazione permette di ottenere funzioni coordinate di sicurezza che intervengono in situazioni in cui il guidatore o il veicolo non possono riconoscere gli utenti della strada circostanti con i loro stessi sensi/sensori o lo possono fare solo all’ultimo momento. In particolare, utenti come pedoni e ciclisti, spesso coinvolti in incidenti, saranno più protetti.

Molti partner stanno lavorando per espandere le possibilità della tecnologia WLANp. Il progetto pilota nel traffico reale dovrebbe rendere il processo ancora più rapido. Una cosa è certa: le funzioni integrate possono essere efficaci solo se le infrastrutture dei trasporti e tutti gli utenti della strada “parlano la stessa lingua”. Per questo sia Volkswagen sia Siemens supportano l’obiettivo dell’Unione Europea di stabilire nel prossimo futuro una struttura vincolante per la guida connessa in Europa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

autovelox polizia Autovelox in lombardia

Autovelox in Lombardia: le postazioni dal 21 al 27 Settembre 2020

Oceanbird Wallenius Marine

Oceanbird è il traghetto che può trasportare 7000 auto ed è alimentato dal vento

Gamma Skoda nuove motorizzazioni

Gamma Skoda nuove motorizzazioni per Fabia, Kodiaq e Superb Scout