Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Anniversaire 5365

Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Anniversaire 5365

La Manifattura omonima rende omaggio al Tourbillon.

3 novembre 2021 - 14:00

Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Anniversaire 5365: il 26 giugno 1801, Abraham-Louis Breguet si vide attribuire a Parigi un brevetto per il suo «orologio con compensazione di tutte le disuguaglianze che si possono trovare nel bilanciere e nella molla-spirale». Questa invenzione è il «Tourbillon», così chiamato da Breguet stesso, facendo riferimento ai sistemi astronomici secondo le usanze dell’epoca.

Esattamente 220 anni più tardi la Manifattura omonima rende omaggio a questa invenzione, che ha aperto all’Alta Orologeria un nuovo universo di precisione, stabilità ed eleganza, con il Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Anniversaire 5365.

Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Anniversaire 5365: caratteristiche

Realizzato in soli 35 esemplari, tanti quanti sono gli orologi a Tourbillon realizzati da A.-L. Breguet durante la sua vita, questo segnatempo è un vibrante omaggio all’estetica secolare oltre che al genio visionario del grande orologiaio. Con un approccio di autenticità, Breguet ha concepito un segnatempo sobrio ed elegante che riafferma i codici della Maison come stabiliti dal suo fondatore.

Lo stesso vale per i diversi motivi di guillochage che rivestono il quadrante realizzato in oro. Diventato una delle firme estetiche di Breguet, il guillochage possiede una delle proprietà orologiere ben particolari. Offrendo superfici dalle asperità finemente lavorate, consente di catturare la luce in molteplici modi, dalla più grande lucentezza fino a un riflesso più opaco.

La luce catturata in questo modo consente di delimitare meglio le diverse zone di lettura del quadrante. Le superfici guilloché sono inoltre più protette contro le aggressioni del tempo rispetto alle superficie lucide, troppo brillanti e soggette a corrosione o graffi. Le superfici guilloché infine offrono il rilievo necessario per la cattura delle micropolveri, che oltre due secoli fa potevano diminuire le prestazioni cronometriche dei primi orologi da tasca.

Durante il corso della sua storia Breguet ha affinato le diversità del suo guillochage oltre alle sua preferenza per certi motivi. Ciò vale anche per il «clou de Paris» che occupa tutta la parte centrale del segnatempo. Realizzato a mano con un burino diamante, il disegno si compone di un intreccio di linee incise e incrociate con un passo di soli 0,25 mm dando, a 50 cm di distanza (abituale distanza di lettura di un orologio da
polso), l’illusione di una finitura opaca.

Questa favorisce la lettura delle ore e dei minuti indicati dalle due lancette centrali in acciaio azzurrato «à pomme excentrée évidée», oggi chiamate anche «lancette Breguet». Sul perimetro l’orologio è decorato con un motivo «grain d’orge», caro alla manifattura. Dalla parte del
fondocassa, la massa oscillante in platino è guilloché con un motivo di onde.

Per questo segnatempo anniversario, Breguet ha dotato la sua referenza 5365 di un Tourbillon 60 secondi, visibile fra le ore 4 e le ore 6, del quale uno degli assi indica i secondi. I più esperti noteranno due particolarità. La prima: il suo ponte superiore, realizzato anche lui in acciaio azzurrato, una finizione inedita per un Tourbillon della collezione Classique. La seconda: la cartuccia posta sopra al Tourbillon, con la menzione «Brevet N°157», in riferimento al numero del brevetto che si vide attribuire A.-L. Breguet per la sua invenzione.

Anche dal lato del fondocassa si ritrova questo omaggio con l’incisione «Anniversaire 1801 – 2021» sul bariletto e la menzione «Brevet N°157 Du 7 Messidor An IX» sul ponte inferiore del Tourbillon, a fianco al numero individuale di ogni orologio. Tutte queste menzioni sono incise a mano, così come la firma «Breguet» apposta sulla massa oscillante periferica.

Sul lato destro del movimento infine figura la riproduzione dell’autentico acquarello su tavola depositato da A.-L. Breguet nel 1801 insieme alla sua domanda di brevetto per il regolatore Tourbillon, precisamente 220 anni fa. L’insieme è posto in una cassa di 41 mm in oro rosa

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Glashütte Senator Excellence Perpetual Calendar

Glashütte Senator Excellence Perpetual Calendar: un soffio di eternità

Blancpain Fifty Fathoms Tourbillon 8 Jours

Blancpain Fifty Fathoms Tourbillon 8 Jours: il nuovo segnatempo

L’uomo dei ghiacci The Ice Road

L’uomo dei ghiacci The Ice Road: combattimenti e spettacolari scene di guida