Chopard Alpine Eagle Flying Tourbillon in Lucent Steel A223

Caterina Di Iorgi
10/08/2022

Chopard Alpine Eagle Flying Tourbillon in Lucent Steel A223

Chopard Alpine Eagle Flying Tourbillon: il L.U.C 96.24-L, di soli 3,30 mm di spessore, è il risultato degli sviluppi di Chopard Manufacture. Per le sue caratteristiche avanzate, l’Alpine Eagle Flying Tourbillon è uno dei rari orologi con tourbillon volante a vantare la duplice certificazione Cronometro e Punzone di Ginevra.

Il segnatempo con cassa di 41 mm di diametro, dotato di bracciale integrato, è interamente realizzato dai laboratori della Maison in Lucent Steel A223, una lega esclusiva e ultraresistente di notevole lucentezza. Il quadrante strutturato Blu Aletsch si apre a ore 6 sul meccanismo del tourbillon trasparente e leggero che conferisce all’insieme della creazione il suo carattere elegante e di classe.

Chopard Alpine Eagle Flying Tourbillon: caratteristiche

Chopard Alpine Eagle Flying Tourbillon

Il tourbillon volante, caratterizzato dall’assenza di ponte superiore, sembra volare creando un effetto di trasparenza attraverso il movimento, con la sua gabbia mantenuta esclusivamente dal ponte inferiore. Il calibro L.U.C 96.24-L è il risultato degli sviluppi del primo calibro di Chopard Manufacture (il L.U.C 96.01-L presentato nel 1997) e con i suoi soli 3,30 mm di spessore, è altrettanto sottile.

Grazie a questo movimento ultrapiatto, le proporzioni dell’orologio Alpine Eagle Flying Tourbillon sono state ottimizzate: la cassa è stata ridotta a soli 8 mm di spessore e i fianchi e la lunetta sono stati assottigliati rispetto a un classico modello Alpine Eagle Large, permettendo un’apertura più ampia sul quadrante. Questa armonia di proporzioni che da sempre caratterizza la collezione, conferisce al segnatempo una allure elegante e aggraziata, che fa eco alla leggerezza della complicazione.

Evento rarissimo in un tourbillon, il movimento L.U.C 96.24-L è dotato della funzione stop secondi che permette di mettere all’ora il segnatempo con una precisione certificata dal Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres, come dimostrato dalla dicitura “Chronometer” apposta sul quadrante al di sotto del logo.

Nel comparto degli orologi con tourbillon volante, quelli di Chopard sono i soli a ottenere non solo la certificazione di Cronometro ma anche il Punzone di Ginevra. Quest’ultimo garantisce la lavorazione a regola d’arte e il perfetto funzionamento degli orologi assemblati nel Cantone. Il marchio che compare sul fondo cassa dell’orologio rappresenta lo stemma della città di Ginevra, ossia una chiave d’oro e soprattutto un’aquila, un simbolo che richiama la principale ispirazione della collezione Alpine Eagle.

Grazie ai due bariletti sovrapposti secondo la tecnologia Chopard Twin, il movimento garantisce 65 ore di riserva di carica; la carica automatica avviene tramite un micro-rotore in oro 22 carati la cui densità contribuisce alla finezza del movimento. Ognuno dei componenti eseguiti dagli artigiani della Manifattura è decorato a Côtes de Genève, a dimostrazione dell’attenzione che tanto sta a cuore a Chopard Manufacture.

Un’estetica di classe

Cassa tonda con fianchi stilizzati, corona con incisa la rosa dei venti, lunetta con otto viti funzionali indicizzate, quadrante stampato dai colori profondi, indicazioni luminescenti e, infine, bracciale in metallo particolarmente gradevole da indossare.

Il quadrante Blu Aletsch è strutturato su una base in oro massiccio e crea un motivo ispirato all’iride dell’aquila. Questo design a raggiera, centrato sul tourbillon a ore 6, mette in evidenza il meccanismo sottolineandone la perfetta trasparenza.

Il dna della collezione è presente anche sui bracci della gabbia del tourbillon, appositamente ridisegnati nella stessa forma delle lancette in oro sul quadrante. La gabbia del tourbillon ospita anche la lancetta dei piccoli secondi, meticolosamente rivestita con SLN X1 dagli artigiani della Manifattura.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.