Nuovo Tissot Heritage 1973: l’eredità delle corse in edizione limitata

Tissot celebra il suo legame storico con le corse automobilistiche con la riedizione di un cronografo in stile anni ‘70.

16 maggio 2019 - 18:00

Nuovo Tissot Heritage 1973 – Fedele al suo motto “Innovators by tradition”, Tissot celebra il suo legame storico con la corsa automobilistica con la riedizione di un cronografo in stile anni ‘70. La collezione Tissot Heritage 1973 mostra con orgoglio la sua appartenenza alla scuderia storica di Tissot ed è il simbolo della collaborazione che unisce il marchio al racing team Kessel Classic.

Questo cronografo da 43 mm con quadrante grigio argentato e contatori nero mat, realizzato in linea con le esigenze contemporanee, è disponibile in un’edizione limitata di 1.973 esemplari. Per alimentare questa “macchina da corsa”, Tissot ha messo a punto un motore affidabile, potente e ben collaudato, il movimento a carica automatica ETA Valjoux 7753.

Fedele allo spirito degli orologi simbolo delle corse automobilistiche degli anni ‘70, Tissot 1973 presenta un cronografo di forma, un cuscinetto ovale con linee bombate sulle tre dimensioni. Il vetro è una glassbox tagliata nello zaffiro. La lancetta dei secondi e quella del cronografo sono arancioni, mentre le lancette delle ore e dei minuti presentano una forma a bastone rettangolare e terminano con una punta bianca.

Il quadrante è argentato con contatori e tachimetro sul bordo neri, per un effetto “panda”. Il cinturino in pelle di vitello nero impunturato è una riproduzione del modello che Tissot aveva ideato e brevettato negli anni ‘60, caratterizzato da grandi perforazioni. Evoca il volante delle automobili sportive dell’epoca.

Per la creazione della Tissot Heritage 1973, Tissot si ispira a un modello conservato nei suoi archivi. Tissot Navigator del 1973 ha un ruolo fondamentale nella partnership tra Tissot e le corse automobilistiche. Dal 1973, infatti, Tissot collabora con Alpine, regina del circuito rally. Nel 1974, il brand si associa a Porsche per la 24 Ore di Le Mans nella classe Gran Turismo e nel 1977 dà anche il suo nome a un’automobile di F1. Tuttavia, è con Loris Kessel che il marchio crea un legame inossidabile, al punto che il pilota svizzero corre in Formula 1 nel 1976 con i colori di Tissot.

Come molti piloti, Loris Kessel era un grande appassionato di motori. Aveva fondato delle concessionarie automobilistiche nel Canton Ticino con un’unità corse e un’altra unità dedicata alla corsa automobilistica classica. La rete attualmente è gestita da suo figlio, Ronnie Kessel. Nel 2018 Tissot rinnova la sua collaborazione con la famiglia Kessel, diventando partner ufficiale di Kessel Classic, proprietario della Tissot Formula 1. Questa automobile bianca e nera si distingue nelle gare come il Grand Prix storico di Monaco che ha vinto nel 2016.

La cassa in acciaio dell’Heritage 1973 è curva sulle tre dimensioni. La glassbox è bombata e segue la stessa linea, come le anse e il fondello arcuato. Grazie a questi elementi, la cassa di 43 mm aderisce perfettamente al polso e scivola senza problemi sotto la manica di una camicia.

Le finiture del fondello sono altrettanto sofisticate. La lunetta e i lati sono satinati, mentre il bisello che segue la linea laterale della cassa è brunito. La qualità della finitura raggiunge un livello ottenuto raramente su un orologio di questo tipo.

Il filo che unisce il 1973 al 2019 è evidente. Tissot fa rivivere l’eredità del suo design con una riedizione di uno dei suoi migliori cronografi. Ripristinando il legame con la famiglia Kessel, Tissot pone l’accento sulla sua affinità con la corsa automobilistica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Colnago V3Rs: la bici proiettata nel futuro

Specialized Turbo Creo SL: la bici elettrica più innovativa al mondo

Harley-Davidson Fat Boy LEGO Creator Expert