Kustom Garage Bicycles

Kustom Garage Bicycles: le bici che si ispirano alle Harley e alle Indian

Com'è pedalare su una bici che prima era tante cose diverse? La nostra intervista a Robert Godri, il creatore del progetto Kustom Garage Bicycles

7 luglio 2021 - 8:00

Kustom Garage Bicycles è una di quelle realtà piccole, di nicchia, che è sempre più raro trovare, ma che nel loro operato sono in grado di dimostrare una fortissima passione per il mondo automotive, ma anche una grande attenzione alle tematiche attuali, e alla sostenibilità.

Il progetto è di Robert Godri, che lavora nel suo piccolo e disordinato (e per questo affascinante, “da film”) laboratorio di Biassono, in provincia di Monza, da dove con i più disparati materiali di recupero riesce a tirare fuori vere e proprie bici-opere d’arte, che si ispirano nel design alle icone. Bici tradizionali, ma anche elettriche, che sono un ottimo esempio di recupero ed “economia circolare”, testimoni di una passione e di una creatività che dalle cose più disparate riesce a tirare fuori opere d’arte.

Kustom Garage Bicycles: tutto può essere una bici

Sono un romeno arrivato in Italia 17 anni fa che si è ormai ben adattato alla Brianza” si presenta, ironicamente, Robert, il creatore del progetto, che tutti possono seguire sul profilo Instagram ufficiale. “Nella vita ho fatto un po’ di tutto: ora faccio assistenza caldaie e condizionatori, ma ho fatto il muratore, il piastrellista e il ‘cartongessista’ ”.

Un vero e proprio tuttofare, che ripara le bici, certo, ma ne costruisce anche da zero. E alla domanda su come si è approcciato a questo hobby tutto particolare, lui risponde che è grazie a un amore, a un’ “invidia” verso l’Italia.

Sai, da bambini voi avevate la Graziella, noi in Romania avevamo qualcos’altro. A 17 anni ho preso una moto, l’ho portata in casa per la disperazione di mia madre, nella mia camera da letto al quarto piano e ho cominciato a modificarla, saldando, verniciando, riempiendo il tappeto d’olio ma facendola ripartire. Sono sempre stato così, in casa non mi piaceva molto seguire le regole” – continua Robert, raccontando la sua esperienza.

Dopo essere venuto in Italia, Robert si è rifatto una vita comprando casa e auto, e una volta che si è riassestato è tornato su questa passione. La sua officina si trova niente meno che nella lavanderia del suo condominio, in seguito a un accordo per il quale i condòmini gli hanno dato in uso il locale in cambio della manutenzione del giardino comune, che infatti, come ho potuto vedere quando sono andato a trovarlo, è arricchito di sue creazioni, delle sculture anch’esse create con materiali di recupero, allo stesso modo delle bici.

Ma come mai proprio le bici?

A me piacerebbe lavorare anche con le moto, ma sono un po’ più costose” – spiega il creatore di Kustom Garage Bicycles. “Come operaio mi sto limitando alle biciclette, anche perché mi piacciono tantissimo. Senza nulla togliere alle moto, a me piace tanto pedalare, e tuttavia mi piace farlo con stile, pedalare nel mio modo, nella mia fantasia”.

Bici da esposizione, ma non solo

Quando io vedo una sedia dell’Ikea, un asse del letto, per me quelli sono già una forcella, o un pezzo da inserire sopra o sotto, in base a quello che serve” – spiega Godri.

Le bici di Kustom Garage Bicycles hanno, insomma, un grande fascino, tanto che non si limita solo ad utilizzarle ma anche a venderle, o ad esporle in fiera.

Dietro c’è un mondo che non puoi immaginare, e l’ho scoperto 7 anni fa quando ho provato a sistemare una Mountain bike, senza successo, e facendo qualche ricerca su internet. Alcuni sono veri e propri artisti, provenienti per lo più dagli Stati Uniti, che rappresentano il top, ma anche l’Europa sta lavorando bene”.

Robert spiega che, però, lui lavora in un modo leggermente diverso: le sue creazioni, infatti, sono ricche di dettagli e sono orientate alla replica di moto storiche, come per esempio le Harley, di cui, in un esemplare, ha rispettato il 99% dei dettagli.

Per 3 o 4 mesi studio solo la storia del mezzo, con tutti i dettagli, tutte le foto che si trovano sul web o nei libri. E poi nei mesi successivi faccio il disegno, recupero i materiali”. Sempre con i suoi mezzi: ammette che con due saldatrici e un trapano della Lidl, con “l’arte di arrangiarsi”, come dice lui, cerca di fare quello che può. E il risultato, certamente, è ottimo.

Come detto, le sue sono sia bici tradizionali che elettriche, entrambe da lui apprezzate. Scherzando, dice che ha una certa età, e quindi una bicicletta elettrica gli è più congeniale. Ma in realtà, secondo lui, sono due mezzi diversi, che danno emozioni diverse.

Le “Skretch Limo”

Tra le sue creazioni, impossibile non notare le “Skretch Limo”, chiamate così perché sono lunghe e perché toccano per terra. Sicuramente una guida diversa, ma quando l’ha provata in diretta davanti a me, ho potuto constatare il suo ottimo lavoro fatto per gli ammortizzatori (molle del letto) che in effetti garantiscono un buon molleggio e, come dice anche lui, una buonissima comodità.

Colorato, caotico, “Instagram Friendly”, lo studio di Robert Godri, la base del Kustom Garage Bicycles è una realtà underground della Brianza che sembra quasi il set cinematografico, l’ambientazione di un Wes Anderson o di un Tim Burton dei tempi d’oro. Tra bacheche, oggetti recuperati, e le sue bici ben conservate, è un piccolo gioiello che vi invitiamo a seguire sul suo profilo ufficiale, e che speriamo possa crescere e farsi conoscere ancora.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

miglior monopattino elettrico

Monopattini elettrici: arriva l’obbligo di casco, assicurazione e targa

Autovelox e Tutor Lazio

Autovelox nel Lazio: tutte le postazioni dal 18 al 24 Ottobre 2021

polizia notifica di una multa

Autovelox in Lombardia: tutte le postazioni dal 18 al 24 Ottobre