Harley-Davidson Ladies National Run 2019

Ladies National Run: le immagini e il bilancio

Il primo Ladies National Run, ufficialmente inserito nel calendario annuale degli eventi HOG (Harley Owners Group), ha visto la partecipazione di 500 ladies al motto di “Una mano sul cuore e l’altra sull’acceleratore”. Il ricavato alla Fondazione Veronesi.

26 ottobre 2019 - 13:00

Lago d’Iseo e Franciacorta hanno ospitato il primo Ladies National Run, evento nazionale riservato alle donne harleyste e organizzato da 10 LOH (Ladies Of Harley) in rappresentanza di altrettanti Chapter HOG italiani del Nord Italia. Il Ladies National Run, del quale vi abbiamo già parlato nei mesi scorsi, è nato sulla scia del successo ottenuto con il Regional Run Lombardia indetto nel 2018, ma questa volta è andato oltre i confini regionali, grazie anche al supporto di numerosi Chapter HOG e a mesi di preparativi.

Lo scopo del raduno non era solo quello di riunire le donne harleyste ma anche benefico. L’intero ricavato dell’evento, infatti, è stato devoluto alla Fondazione Umberto Veronesi, a sostegno della ricerca contro i tumori femminili.

Lo scorso lunedì 21 ottobre il Comitato Organizzatore delle dieci LOH ha quindi consegnato il ricavato netto totale dell’evento nelle mani di Paolo Veronesi, presidente della fondazione, nonché professore associato in Chirurgia generale presso l’Università degli Studi di Milano e direttore della divisione di Senologia chirurgica dell’Istituto Europeo di Oncologia. Un assegno da ben 13.300 euro!

Per galanteria, ma soprattutto perché questo evento era esclusivamente riservato alle donne, ve lo lasciamo raccontare da una delle organizzatrici, Francesca Gelmi, attuale Director del Brescia HOG Chapter.

Ladies National Run: il racconto di Francesca

Location d’eccezione, un meteo che ha assistito la sapiente mano organizzativa, ma più di tutto l’entusiasmo e lo spirito di aggregazione e collaborazione che solo le hoggers sono ad ora sono riuscite a dimostrare: sono stati questi gli ingredienti sapientemente amalgamati del 1° Ladies National Run.

Il mio Ladies National Run

Il primo raduno nazionale inserito nel calendario HOG (Harley Owners Group), riservato alle sole quote rosa LOH (Ladies Of Harley) si è svolto lo scorso 28 e 29 settembre sulle rive del Lago d’Iseo e della Franciacorta, grazie al sostegno che HOG Italia ha dimostrato dando fiducia al Comitato Organizzatore del 1° Regional Run Lombardia, composto dalle Officer Rappresentati Delegate dei dieci Chapter Lombardi, che nel 2018 hanno riunito oltre 200 entusiaste hogger sulle sponde del Lago di Garda.

Le Ladies del Comitato Organizzatore, con l’aiuto di uno Staff di Road Captain e Safety, anch’esso composto da sole Ladies, hanno finalizzato in un anno di intenso lavoro la complessa macchina organizzativa di un Raduno Nazionale che ha registrato numeri da record: 49 i Chapter arrivati da ogni parte d’Italia, isole comprese, grazie anche alla collaborazione attiva degli HOG Chapter Romani, che si sono organizzati in un serpentone che ha raccolto le LOH in arrivo dal centro Italia, 500 partecipanti tra cui rappresentanze internazionali, e una parata di 400 bicilindrici guidata da sole ladies che è stata uno spettacolo unico, da ogni punto di vista!

Già il sabato pomeriggio oltre 300 hoggers sono arrivate al Villaggio Costa Verde Natura di Clusane (BS) per il ritiro dei rally pack all’hospitality desk e, prima di accomodarsi negli hotel convenzionati, sono state accompagnate con 3 run guidati alla visita con degustazione alle Cantine Bellavista in Franciacorta, una delle eccellenze vitivinicole locali che ha aperto le sue eleganti porte alle LOH in arrivo. Il sabato sera, una festosa cena sociale alla discoteca Scacco Matto Disco Club ha dato il benvenuto alle ospiti con un indimenticabile spettacolo pirotecnico sulle rive del lago d’Iseo.

Ladies National Run: la domenica

L’evento ufficiale si è aperto la domenica 29 settembre con ritrovo in Piazza Venti Settembre a Sarnico, resa disponibile grazie al Comune, che ha concesso il proprio Patrocinio all’evento. La piazza si è subito animata con il sound di centinaia di Harley, un tripudio di bicilindrici accompagnati da larghi sorrisi e sguardi in cui si potevano chiaramente leggere le emozioni e la palpabile gioia di ognuna per essere protagonista di qualcosa di importante e unico.

Lo staff delle Road Capitain si è occupato del perfetto allineamento delle Harley-Davidson nella piazza, dove, oltre all’Hospitality Desk del Comitato Organizzatore e il presidio degli organi previsti dal Piano di Sicurezza adottato per l’evento, hanno presenziato gli stand degli sponsor: Harley-Davidson Brescia, la concessionaria ufficiale di Via Sant’Eufemia, Altrimenti Viaggi, tour operator specializzato in viaggi in motocicletta, l’assicurazione ufficiale Harley Rider Protection insieme a Idras, Perego, Bioscalin e il media partner Virgin Radio, e non da ultimo lo stand della Fondazione Umberto Veronesi.

L’intero ricavato dell’evento è stato infatti devoluto Fondazione Umberto Veronesi, che ha messo a disposizione un conto corrente dedicato dove sono state raccolte on line direttamente le quote di iscrizione al Ladies National Run e le donazioni a sostegno della ricerca scientifica contro i tumori femminili.

Alle 11.30 il corteo, documentato da migliaia di fotografie e videoriprese che hanno invaso nei giorni a seguire i social e i media locali e nazionali, ha regalato ai presenti lo spettacolo unico di 400 donne in sella a Touring, Softail, Dyna, Sportster e perfino Trike che, scortate dalla Polizia Locale del Comune di Sarnico e dalle Road Capitain del Comitato Organizzatore e dello Staff Strada, hanno dipinto meravigliosi quadri firmati Harley Davidson tra i vigneti della Franciacorta per approdare alla Villa del Ristorante Pio IX che ha ospitato il pranzo, le premiazioni e i saluti.

Ladies National Run: le emozioni e i ricordi

Descrivere la quantità di energia, emozioni, abbracci e occhi lucidi che ha accompagnato la realizzazione del 1° Ladies National Run è quasi impossibile, lasciamo alle immagini e alle parole di chi ha messo tanto impegno e dedizione trasmettere qualche pennellata di un evento che resterà a lungo nei nostri ricordi. Un saluto ad Annamaria, che nel raggiungere il LNR ha avuto un malore e ci ha lasciate senza il suo sorriso…

Le testimonianze

Dopo il racconto di Francesca ecco anche le testimonianze delle altre nove Ladies organizzatrici dell’evento.

Viviana Butta – Bergamo Chapter

Week end ricco di emozioni. Da soli si va più veloci… in dieci si va lontano. Grazie a tutte LOH!

Stefania Bronzi – Country Road Chapter

Quando sono stata incaricata dal Comitato Organizzativo di essere HRC ne sono stata lusingata e mi sono sentita privilegiata. La loro stima mi ha caricata: il risultato? 2000 km per le prove di quel che pare un semplice percorso di 30 km, assistito da uno schema preciso con posizionamenti fissi calcolati e vie di fuga delineate.

Una squadra di donne determinate, che si sono prestate a prove continue, a calcoli minimali di tempi di recupero e passaggio: un grande lavoro di gruppo ha permesso che il corteo scorresse in totale sicurezza x tutto il Run. Grazie alle fantastiche ladies del gruppo strada!

Barbara Rolandi – Gate 32 Milano Chapter

Riesco a usare una sola parola che riesce a definire tutto: Entusiasmo, dal greco “essere ispirato”, “essere appassionato”; esattamente quello che ho provato, condiviso e riscontrato nel fare qualcosa che davvero mi piaceva, davvero mi interessava e che volevo fare bene.

Elisa Piazzola – Mantova Chapter

Quei 5 minuti prima di partire il mio cuore batteva come un martello, mi sono girata indietro, ho visto il serpentone dietro di noi, e l’emozione mi ha chiuso la gola, non riuscivo più a respirare! Come dimenticare l’abbraccio della folla che ci ha salutate dal ponte di Sarnico? E la gente che salutava lungo la strada? E il meraviglioso abbraccio di quando siamo arrivate a destinazione? È tanto l’orgoglio per essere stata parte del gruppo che ha dato vita a questa magia.

Giovanna Ciani – Mediolanum Chapter

Una mano sul cuore e l’altra sull’acceleratore è il claim che ha unito 500 ladies e una carovana di 400 moto. Uno slogan che ha accompagnato un anno di momenti rubati alla vita quotidiana di ognuna delle 10 LOH del Comitato Organizzatore per costruire insieme questo evento, che sapevamo sarebbe stato ricordato ancora prima di essere vissuto.

Personalmente ho realizzato più concretamente quanto sia stato importante e significativo questo appuntamento solo riflettendomi nei solari sorrisi di ogni singola biker in questi due giorni memorabili di fine settembre.

Lara Somaschini – Monza Chapter

Ladies, nonne, madri, mogli, figlie, sorelle, ma soprattutto Donne, forti nelle loro fragilità, con tanta voglia di fare e di viaggiare in sella alle loro meravigliose Harley. Tanti volti e tante storie differenti riunite per un giorno, con occhi e cuore colmi di gioia; questi occhi, le loro espressioni, i loro sorrisi resteranno tatuati indelebilmente dentro di me.

È stato faticoso? Sì. Lo rifaresti? Mille volte sì, con le stesse compagne di viaggio, 10 teste, 10 cuori che con le loro diversità hanno lavorato per il primo Ladies National Run. Grazie!

Daniela Trezzi – Lago di Como Chapter

Un sogno realizzato! Da tanto noi LOH desideravamo un evento dedicato alle Ladies e finalmente dopo tanto impegno ci siamo riuscite! Mille emozioni rimarranno indelebili dentro di noi, sono davvero onorata di aver lavorato per questo incredibile evento insieme alle altre Officer dei 10 Chapter organizzatori.

Cornelia Doniselli– Legnano Chapter

L’emozione più forte è stata passare tra una folla partecipe e felice, in una parata multicolore, con tante espressioni stupite, con il rumore delle nostre bicilindriche tutte agghindate a festa, in testa solo la voglia di andare in moto, con il senso di libertà che solo chi guida una Harley Davidson può capire. Un grazie va a tutte le ladies biker per avere avuto fiducia in noi partecipando così numerose.

Elisa Modolo – 100 Torri Chapter

Sono onorata e felice di aver dato il mio piccolo contributo per l’organizzazione di un evento così importante per le donne. Sono testimonianza di un avvicinamento recente a questo mondo e tutte le donne che ho incontrato, soprattutto quelle del Comitato, mi hanno insegnato molte cose, non da ultimo come fare servizio strada: quale miglior debutto!

Foto di Luca Mazzarella e Simona Ciaramicoli

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Shark Spartan RS

Shark Spartan RS: il nuovo casco integrale che rilancia gli standard di sicurezza

Scorpion Exo R1 Air Quartararo

Scorpion Exo R1 Air Quartararo: il casco del Campione del Mondo della MotoGP

Autovelox e Tutor Lazio

Autovelox nel Lazio: tutte le postazioni dal 25 al 31 Ottobre 2021