Indian Motorcycle PowerPlus

Indian Motorcycle PowerPlus: il nuovo motore bicilindrico di Indian

Bicilindrico a V di 60° da 108 pollici cubici raffreddato a liquido che eroga 121 CV e 178 Nm di coppia

27 ottobre 2019 - 13:00

Indian Motorcycle PowerPlus è il motore più potente mai costruito dalla Casa di Spirit Lake: PowerPlus, il nuovissimo V-twin a 60° da 1769 cc (108 ci), raffreddato a liquido, offre una potenza di 121 CV (90,1 kW) a 5.500 giri e 178 Nm di coppia a 3.800 giri, stabilendo un nuovo traguardo per le prestazioni dei bicilindrici americani.

Il PowerPlus equipaggerà la nuova Indian Challenger, una rivoluzionaria bagger con carenatura fissata al telaio (e non alla forcella come su Chieftain e Roadmaster), in stile Road Glide, che utilizza la tecnologia all’avanguardia di Indian Motorcycle per diventare il V-twin americano più performante mai sviluppato. Il nome del nuovo motore è un cenno alla storia iconica di Indian Motorcycle, in omaggio alla Indian PowerPlus prodotta dal 1916 al 1924.

PowerPlus adotta diverse caratteristiche estetiche e meccaniche del motore della Indian Scout da 1133 cc raffreddato a liquido, incluso un design con albero a camme in testa a quattro valvole per cilindro. Ma le similitudini finiscono qui. Il PowerPlus è stato sviluppato con i concetti tipicamente americani di “big bore” e “big torque”, per avere una coppia elevata e la massima potenza erogata su tutta la curva.

Il nuovissimo propulsore è dotato di una trasmissione a sei marce con overdrive, frizione assistita e tre modalità di guida che consentono di personalizzare la mappatura in base alle esigenze di guida, un po’ come ha fatto anche Harley-Davidson sui suoi modelli Touring 2020. In aggiunta a questo, una tecnologia avanzata include anche regolatori idraulici del gioco valvole e tendicatena idraulici dell’albero a camme per facilitare la manutenzione e migliorare l’affidabilità.

Indian Motorcycle PowerPlus: la prima applicazione sul modello Challenger

PowerPlus è stato testato, perfezionato e provato a lungo, accumulando oltre un milione di miglia di test simulati, inclusi test dinamici all’avanguardia e oltre 250.000 miglia su strada. A quanto pare verrà proposto con due finiture: nera e cromata, quest’ultima applicata su carter accensione e primaria, teste e filtro aria.

Per quanto riguarda il modello Challenger, come vi avevamo già annunciato, un’immagine è apparsa per qualche giorno nella cartella stampa insieme a quelle di Scout Bobber Twenty, dietro al quale è possibile scorgere il design della carenatura. L’annuncio dell’adozione su questo modello del motore PowerPlus sembra confermare la nostra ipotesi che si possa trattare di una veloce bagger, più leggera dei modelli equipaggiati con il Thunderstroke. Di certo non sarà una “anti-Electra”, come scritto da alcuni sprovveduti, e il fatto che abbia la carenatura fissata al telaio, invece che alla forcella, la potrebbe semmai mettere in concorrenza con il Road Glide o meglio, viste le prestazioni, con il Road Glide CVO che però ha una cilindrata di 1.923 cc, mentre Indian Challenger dovrebbe probabilmente pesare di meno.

Non è esclusa una sua presentazione a Eicma. Ne sapremo di più martedì 5 novembre dopo le 14, data e orario della conferenza stampa di Indian Motorcycle.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SMART ALARM by Trackting

Trackting l’antifurto GPS senza canone per auto e moto

Ducati Scrambler Urban Motard

Ducati Scrambler Urban Motard: la moto divertente e dall’attitudine sportiva

Ducati Scrambler 1100 Tribute PRO

Ducati Scrambler 1100 Tribute PRO per gli amanti delle modern-classic