Kawasaki KX250 2023

Kawasaki KX250 2023: aumenta la potenza riducendo i tempi sul giro

Nuovi aggiornamenti di motore e ciclistica per la KX250 2023 di Kawasaki.

5 maggio 2022 - 15:00

La nuova Kawasaki KX250 2023 è da sempre una macchina di riferimento per le competizioni, una moto fondamentale nella gamma di Kawasaki che si rivolge a giovani, esperti e professionisti della classe MX2.

Kawasaki KX250 2023: motore

Per il 2023 i principali cambiamenti sono stati apportati al motore: all’interno della testata, un passo più stretto per le valvole di aspirazione, insieme a un maggiore gioco in corrispondenza delle sedi delle valvole, offre una maggiore efficienza di riempimento del cilindro e una migliore combustione per prestazioni di picco maggiori.

Per riempire con precisione il cilindro, il condotto di aspirazione in stile downdraft è più dritto e l’iniettore a monte è riposizionato dall’alto verso il basso del condotto. Queste modifiche contribuiscono ulteriormente a una maggiore efficienza di riempimento del cilindro che aumenta ancor di più le prestazioni della moto. La dimensione ridotta delle valvole contribuisce all’affidabilità della testata e ne consente un passo più stretto, mentre il cielo del pistone viene rivisto, per adattarsi alle dimensioni della valvola e alle modifiche del passo.

Kawasaki KX250 2023: caratteristiche

Oltre all’incremento delle prestazioni del motore dovute a queste nuove modifiche, è presente un collettore di scarico più lungo che offre una maggiore coppia ai regimi medio-bassi, mentre gli ingegneri di Akashi hanno anche assicurato che la fasatura di accensione avanzata corrisponda alle modifiche del motore. In termini di sensazione di potenza, un nuovo rotore con un momento di inerzia aumentato contribuisce a un’erogazione di potenza più adatta allo stile di guida dei piloti professionisti.

I rapporti sono stati rivisti: terza, quarta, quinta e sesta rimangono invariate, ma grazie al feedback derivato dall’Ama Supercross, viene introdotta una prima marcia più lunga. Anche la seconda marcia viene modificata per rendere più fluida la transizione tra la prima e la terza.

Tutta l’esperienza del campionato giapponese di motocross ha portato a modifiche sulle sospensioni: sia la forcella anteriore che quella posteriore offrono uno smorzamento della compressione più frenato, che contribuisce a migliorare le prestazioni in fuoristrada senza sacrificare il comfort di guida.

Mentre la costante della molla della forcella è invariata, l’altezza dell’olio rivista contribuisce a ottimizzarne le caratteristiche generali.
Altri aggiornamenti di ciclistica includono l’adozione di uno pneumatico posteriore più largo per il 2023: 110/90-19 -Geomax MX33 by Dunlop -rispetto al 100/90-19 utilizzato lo scorso anno, mentre le pedane sono più leggere, più larghe di 5 mm ed arretrate di 3 mm per offrire una presa eccellente.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sena Outstar S

Sena Outstar S: il nuovo Smart Helmet Open-Face

suzuki motogp mir

Suzuki addio alla MotoGP: ora è ufficiale, se ne va davvero.

Promozioni KTM 2022

Promozioni KTM 2022: la nuova offerta Level Enduro Up