Vespa Elettrica 70 kmh 2020

Vespa Elettrica 70 km/h in anteprima ad EICMA: prezzo, ricarica e autonomia

Versione più potente, più veloce e con autonomia superiore

5 novembre 2019 - 17:00

Vespa Elettrica 70 km/h debutta al Salone EICMA di Milano. Accanto alla versione originale, nata per un utilizzo prettamente urbano e perciò omologata come ciclomotore con velocità limitata a 45 km/h.

Più potente e silenziosa

La nuovissima Vespa Elettrica 70 km/h è omologata come motociclo ed ha prestazioni maggiori grazie ad una ottimizzazione generale di tutti i componenti: Power Unit, Vehicle Management System e pacco batterie. Ne deriva una velocità massima superiore senza intaccare le doti di accelerazione tipiche di Vespa Elettrica e mantenendo invariata l’autonomia.

In modalità ECO, con velocità limitata a 45 km/h, Vespa Elettrica 70 km/h garantisce infatti la medesima autonomia massima fino a 100 km, mentre in modalità Power è possibile percorrere fino a 70 km.

La batteria mantiene inalterati dimensioni e peso della versione originale, ma è stata oggetto di modifiche ai componenti interni con l’obiettivo di erogare una potenza continuativa più elevata, risultato a cui contribuiscono anche gli interventi effettuati sul software di controllo del motore elettrico.

Queste evoluzioni hanno consentito di allungare il rapporto della trasmissione finale, ottenendo una velocità più elevata, mantenendo stessa accelerazione e spunto da fermo.

Nuova Power Unit

Il cuore di Vespa Elettrica è una Power Unit in grado di erogare una potenza continua di 3,6 kW e una potenza di picco di 4 kW: valori che, uniti a una coppia motrice alla ruota nell’ordine dei 200 Nm, consentono di ottenere prestazioni superiori a quelle di un tradizionale scooter 50 cc, soprattutto in accelerazione e spunto in salita.

Come detto, Vespa Elettrica garantisce una autonomia massima fino a 100 km, anche nei percorsi extraurbani grazie a una moderna batteria agli ioni di litio e ad un efficiente sistema di recupero dell’energia cinetica (KERS, Kinetic Energy Recovery System), che la ricarica nelle fasi di decelerazione.

Per la ricarica è sufficiente svolgere il cavo situato nel vano sottosella, dove solitamente è situato il tappo del serbatoio carburante, e collegare la spina a una normalissima presa elettrica, oppure a una delle colonnine di ricarica sempre più diffuse nelle grandi città. Il tempo di ricarica completa è pari a 4 ore (con tensione di 220 V).

Motore e pacco batterie non necessitano di alcun tipo di manutenzione. La batteria garantisce un’ottima efficienza fino a 1000 cicli di ricarica completi: ciò si tramuta in una percorrenza variabile tra i 50.000 e i 70.000 km, equivalenti a circa dieci anni di utilizzo di un mezzo nato per il commuting urbano. Superati i mille cicli, la batteria conserva in ogni caso l’80% della sua capacità e rimane perfettamente utilizzabile.

Il compatto pacco batterie non compromette la funzionalità del vano sottosella che può contenere infatti anche un casco Jet.

Il comando dell’acceleratore elettronico Ride by Wire gestisce l’erogazione del motore. Agendo sul tasto MAP sul lato destro del manubrio, il guidatore può scegliere tra due modalità di guida: ECO e Power, alle quali si aggiunge la modalità Reverse, retromarcia inseribile per facilitare le manovre.

Nella modalità ECO, mirata al risparmio energetico, si ottiene una maggiore autonomia della batteria; la velocità è limitata a 30 km/h (45 km/h per la versione motociclo) e l’accelerazione è più progressiva. Power è invece la modalità di guida base, nella quale viene sfruttata tutta la potenza del motore.

Vespa sempre connessa

La parola d’ordine è connessione. Le numerose funzionalità offerte da VESPA MIA, il sistema multimediale che consente di collegare lo smartphone allo scooter, possono essere gestite attraverso un’interfaccia uche incorpora una strumentazione digitale con display TFT a colori di 4,3 pollici la cui luminosità è regolabile su 4 livelli.

Tuttavia nella parte centrale dello schermo sono sempre presenti le informazioni principali quali velocità, modalità di guida selezionata, autonomia residua in km e livello di carica della batteria (%), mentre ai due lati sono situati gli indicatori di qualità della guida ecologica e del livello di energia utilizzata o recuperata durante la guida.

Grazie alla App Vespa dedicata che collegata tramite bluetooth si possono sfruttare appieno le potenzialità del display TFT sul quale compaiono, ben visibili al centro, tutte le notifiche relative alle chiamate in entrata e ai messaggi.

Il sistema permette inoltre di rispondere alle telefonate attraverso i tasti al manubrio e di sfruttare i comandi vocali dello smartphone per effettuare chiamate o riprodurre musica, attivando una playlist. Le funzionalità sono facilmente gestibili attraverso il pratico joystick presente sul blocchetto comandi destro.

Colori e disponibilità

Le forme della scocca, rigorosamente in acciaio come nella tradizione Vespa, sono enfatizzate da un’esclusiva livrea dedicata: Vespa Elettrica è infatti proposta in una speciale finitura grigia, attorno alla quale il cliente può scegliere di ritagliarsi su misura numerosi dettagli distintivi.

Il profilo che corre lungo tutto il perimetro dello scudo, i fregi del “cravattino”, il bordo dei cerchi ruota, il profilo della targhetta “Elettrica” e il cadenino della sella sono infatti disponibili in sei varianti cromatiche: Azzurro Elettrico (di serie su Vespa Elettrica), Verde Boreale, Giallo Lampo, Cromo, Nero Profondo e Grigio Fumo.

Vespa Elettrica 70 km/h propone invece finiture di serie color Giallo Lampo ed è disponibile in altre tre varianti cromatiche: Azzurro Elettrico, Cromo e Nero Profondo. Il prezzo della versione 70 km/h non è ancora disponibile.

 

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram /// Flipboardci: la molla dell’ammortizzatore anteriore è verniciata di rosso, tinta che viene ripresa anche sui fregi presenti sulla cover della Power Unit e sulla targhetta “Elettrica”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Suzuki GSX-S1000GT

Suzuki GSX-S1000GT: la nuova Gran Turismo

patente

Patente di guida: i canditati con DSA hanno più tempo all’esame di teoria.

Kymco DTX360

Kymco DTX360: dinamico e brillante in tutte le occasioni