Suzuki SV650X, trionfo nei Best Bike Awards 2018

Suzuki SV650X

La naked di Hamamatsu Suzuki SV650X è stata premiata dalla testata Auto Trader come miglior media del mercato nel 2018

29 agosto 2018 - 8:12

La giuria inglese dalla testata Auto Trader ha apprezzato l’eccezionale rapporto qualità prezzo, il comportamento stradale e l’evocativo look da cafè racer della Suzuki SV650X premiandola come Best Middleweight nell’ambito dei suoi Best Bike Awards 2018.

Si tratta di un riconoscimento molto ambito oltremanica e considerato come una certificazione di qualità assoluta dai motociclistici britannici di tutte le fasce d’età. La giuria è infatti composta da tre personaggi molti noti in Gran Bretagna: Andrew Shim, attore televisivo e grande appassionato di moto, Robert Morphet, fondatore della sezione moto di Auto Trader nel lontano 1996, e Phil West, uno tra i giornalisti del settore più autorevoli e stimati del Regno Unito.

A mettere d’accordo i giurati sono state le doti della bicilindrica: le doti dell’affidabile SV650 che fa da base alla SV650X, con il suo equilibrio tra potenza e agilità, e dall’altra il fascino della nuova veste da cafè racer. Il tutto abbinato a un prezzo vantaggioso, che in Italia è di soli € 6.990 Euro franco concessionario.

Suzuki SV650X: Promossa a pieni voti

La Suzuki SV650X si è imposta nella categoria delle medie riuscendo ad avere la meglio sulla KTM 790 Duke e sul Ducati Monster 821. Nella sua prova Auto Trader Bikes assegna alla SV650X il massimo dei voti in quattro voci chiave della pagella: design, posizione di guida, affidabilità e costi di gestione. Ottimi inoltre i giudizi per le voci guida e maneggevolezza, prestazioni e frenata, garanzia, assistenza e praticità. Quanto basta per farle ottenere una vittoria netta.

Suzuki SV650X: Bella ed efficace

La Suzuki SV650X svetta nel suo segmento con una linea da café racer di gusto rétro. I designer giapponesi hanno lavorato silhouette snella della SV650 dandole una nuova personalità, grazie soprattutto all’aggiunta di un cupolino tondeggiante, che presenta piccole feritoie alla destra e alla sinistra del faro tondo. Le sue forme trovano slancio in pannelli laterali che richiamano le mezze carenature del passato e si abbinano alla coppia di semi manubri che ridisegna la zona al di sotto della completa strumentazione. La guida leggermente caricata in avanti è ideale per affrontare i percorsi misti ed è comoda anche nel traffico cittadino.

La sella dall’aspetto vintage crea un suggestivo effetto monoposto, con la parte del passeggero liscia e quella del pilota a cuciture trasversali. Altri elementi distintivi sono le pedane nere e la particolare verniciatura bicolore Glass Sparkle Black-Metallic Oort Grey, completata dalla scritta Suzuki sul serbatoio maggiorato. La Suzuki SV650X è curata nei minimi dettagli e può essere ulteriormente personalizzata attingendo ad un ricco catalogo di accessori originali.

Il motore della Suzuki SV650X

La Suzuki SV650X è equipaggiata dal collaudato bicilindrico Euro 4, perfetto per equipaggiare una café racer moderna, con la sua grinta, i suoi ingombri contenuti e la presenza di utili dispositivi come il Suzuki Easy Start System e il Low RPM Assist, che facilitano avviamenti e partenze. Regolare sin dal minimo e dotato di una progressione gustosa, è abbinato ad un telaio a traliccio stretto e robusto, che supporta una forcella regolabile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

VOLTA BCN City

Moto elettriche 2019: modelli, prezzi e autonomia

tutor attivi autostrada

Tutor in autostrada riattivati: la Cassazione dà ragione ad Autostrade

Mimoto scooter sharing: come funziona, quanto costa, gli sconti