Repsol Honda MotoGP 2020

MotoGP, Repsol Honda 2020: I fratelli Marquez svelano la livrea della RC213V

Ecco i colori ufficiali della squadra campione del mondo.

4 febbraio 2020 - 14:00

Si è svolta a Giacarta in Indonesia la presentazione del Team Repsol Honda 2020. I fratelli spagnoli, Marc e Alex Marquez hanno svelato i colori della squadra e della Honda RC213V.

Tutte le massime cariche di HRC erano presenti all’evento. Il primo a prendere la parola è stato il Direttore Racing di Honda Racing Corporation, Tetsuhiro Kuwata, che ha colto l’occasione per ricordare il potenziale dei “due campioni” e celebrare l’arrivo di Alex “nella squadra più vincente del mondo”.

DICHIARAZIONI DEI PILOTI

Marc Marquez: “Sono, siamo, molto felici di presentare la squadra qui in Indonesia dove abbiamo tantissimi sostenitori. Sono concentrato sui test e sulla stagione, per un altro anno saremo impegnati a batterci per il titolo. Il 2020 sarà difficile, i nostri contendenti faranno del loro meglio per batterci ma noi faremo di tutto per conquistare un altro titolo. Ci impegneremo per difendere la corona e alzare il nostro livello migliorando le nostre performance”.

Alex Marquez: “Sono molto emozionato e contento di essere qui a questa presentazione. È un grande piacere entrare a far parte del Repsol Honda Team. Il mio obiettivo è quello di essere Rookie dell’anno ma soprattutto, quello di conoscere le sensazioni in sella alla moto, di migliorare le prestazioni e di arrivare in Qatar il più preparato possibile. Voglio crescere costantemente”.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Formula 1 e tabacco

Formula 1 e tabacco: le foto dell’epoca d’oro

Marielle Tjalsma

Marielle Tjalsma: l’ombrellina del Motomondiale su Instagram

Tour de Force Power Engineering TDF-1

TDF-1 permette a tutti di pilotare una vera F1 in pista